Maometto - Frasi e detti del Profeta

Selezione di aforismi, frasi e citazioni del profeta Maometto, in arabo: Muhammad (La Mecca ca. 570 - Medina 632), profeta dell'Islam. Nella religione islamica, Maometto è considerato l'ultimo dei profeti incaricato da Allah, attraverso l'angelo Gabriele, di divulgare l'ultima e definitiva Rivelazione all'umanità. Per tali motivi, Maometto è indicato anche con i titoli onorifici di Messaggero di Allah e Sigillo dei profeti.
Le seguenti frasi di Maometto son tratte dal celebre libro Le parole del profeta Maometto, pubblicato nel 1905 a cura di Abdullah Al-Mamun Suhrawardy,
Il più eccellente jihad è quello per conquistare sé stessi. (Maometto)
Detti del Profeta Maometto
in Abdullah Al-Mamun Suhrawardy, I detti del Profeta, 1905
© Newton e Compton 2012 - Selezione Aforismario

Abbi fiducia in Allah, ma lega il tuo cammello.

Adorate Allah come se voi lo vedeste, perché se non lo vedete voi, Egli vi vede.

Allah gioisce che voi trattate bene le donne perché sono le vostre madri, figlie e zie.

Certamente per un uomo è meglio insegnare la buona educazione a suo figlio che dare un quintale di grano in elemosina.

Chiunque abbia una figlia e non la sotterri viva, non la maltratti o non faccia delle preferenze a un maschio e non a lei, possa Allah portarlo in Paradiso.

Ci sono due grazie, di cui è priva la maggioranza degli uomini e di cui essi non apprezzano il valore: la salute e il tempo libero.

Date alla vostra moglie buoni consigli, se lei ha buoni sentimenti, presto li seguirà, abbandonando le chiacchiere inutili. Non picchiate vostra moglie come se fosse un servo.

Fai mangiare a tua moglie quello che mangi tu, spenda per i vestiti quello che spendi tu, non la picchiare, non farle violenza e non andar via da lei senza essere in buon accordo.

Fai una buona azione dopo averne fatta una cattiva affinché quest’ultima possa essere cancellata.

Fare l’elemosina è un dovere per te. Possa l’elemosina alleggerire il ricco e ripagare colui che è povero.

Gli uomini che maltrattano le loro mogli non si comportano bene. Non è dei miei chi spinge una donna a smarrirsi.

Guardatevi da sei cose e io vi assicuro il Paradiso. Quando parlate dite la verità, adempiete ai vostri doveri, mantenete le vostre promesse, siate pudichi nel pensiero e nei gesti, evitate di picchiarvi e dal prendere ciò che è illecito e cattivo.
Nessuno di voi è un vero credente se non desidera
per suo fratello ciò che desidera per sé stesso. (Maometto)
I devoti non muoiono, sono trasportati dal mondo che perisce al mondo delle esistenze eterne.

I più grandi nemici di Allah sono quelli che entrati nell'Islam, agiscono come gli infedeli, e uccidono persone senza validi motivi.

Il Paradiso è più vicino dei lacci delle tue scarpe e altrettanto il fuoco dell’Inferno.

Il più eccellente jihad [1] è quello per conquistare sé stessi.

L’autenticità di un musulmano è dimostrata dal fatto che non presta attenzione a ciò che non è affar suo.

L’inchiostro del sapiente è più santo del sangue del martire.

L’Inferno è celato dai piaceri, il Paradiso dagli stenti e dalle sofferenze.

La carità è un obbligo per ogni musulmano, e colui che non ne avesse i mezzi faccia una buona azione o eviti di commetterne una sbagliata. Questa è la sua carità.

La donna è la parte mancante di un uomo.

La gentilezza è un segno di fede; e chiunque non abbia gentilezza non ha fede.

La migliore elemosina è quella che è fatta col cuore, ed è data in maniera tale da non suscitare vergogna.

La migliore elemosina è quella che quando la mano destra dà, la sinistra non lo sa.

La vera ricchezza non deriva dall'abbondanza dei beni materiali, ma da una mente serena.
L’inchiostro dei sapienti è più prezioso del sangue dei martiri. (Maometto)
Nessuno di voi è un vero credente se non desidera per suo fratello ciò che desidera per sé stesso.

Nessuno ha bevuto una miglior bevanda della rabbia inghiottita per rispetto di Allah.

Non andrà all'Inferno chi ha fede nel suo cuore, seppure grande come un granello di senape; e non andrà in Paradiso chi ha un pizzico d’orgoglio nel suo cuore, seppure grande come un granello di senape.

Non è così forte e potente colui che si scaglia sulla gente, ma è forte invece colui che allontana da sé stesso la rabbia.

Non è dei nostri chi non è affettuoso con i piccoli, e che non rispetta i sentimenti degli anziani, e non è dei nostri chi non favorisce il bene e vieta il male.

Non è un buon musulmano chi commette adulterio, chi beve alcolici, chi ruba, chi rapina o chi indebitamente si appropria di qualcosa. Fate attenzione, fate attenzione.

Non faccia dei torti ai suoi vicini chi, come il musulmano, crede nell'unico Dio e nella vita futura.

Per un musulmano il mondo è come una prigione o una carestia, e quando essi lo lasciano, voi potete affermare che hanno lasciato fame e carestia.

Persisti nelle buone azioni.

Portare rispetto a un anziano è dimostrare di adorare Allah.

Quali azioni sono le più eccellenti? Rallegrare il cuore degli esseri umani, nutrire gli affamati, aiutare gli afflitti, alleviare la tristezza e rimuovere gli sbagli dell’ingiustizia.

Quando vedete una persona che ha ricevuto più di voi in bellezza e denaro, pensate a coloro che ne hanno ricevuto di meno.

Ricordati di quelli che stanno peggio di te, così non disprezzerai i vantaggi che Allah ti ha dato.

Se l’incredulo conoscesse la grandezza della clemenza di Allah, anche lui non dispererebbe del Paradiso.

Sii nel mondo come uno di passaggio, considera te stesso come un perenne moribondo.

Un’ora di meditazione è meglio di un anno di devozioni.

Libro di Maometto consigliato
Le parole del profeta Maometto
Curatore: Abdullah Al-Mamun Suhrawardy
Traduzione: Omar Camiletti
Editore: Newton Compton, 2012

Oltre un miliardo e mezzo di uomini in tutto il mondo conosce, segue, osserva fedelmente le parole del Profeta. Eppure gli insegnamenti orali di Maometto sono "fra i tesori dell'umanità, non soltanto di quella musulmana": così scrive Gandhi nella prefazione a questa raccolta. Le parole del Profeta riunisce organicamente, a rappresentare una preziosissima sintesi della religione islamica, più di quattrocento detti, massime, racconti brevi. Suddivisi per argomenti, abbracciano i più diversi aspetti del vivere - la carità, la castità, il matrimonio, l'adulterio, il divorzio, la tolleranza, l'usura, la condizione della donna, Dio, il perdono, il lavoro, il progresso, la pace - e indicano ai fedeli precise e inequivocabili norme di comportamento morale, sociale, politico.

Note
  1. Jihad: lo sforzo sulla via di Allah.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Islam e Musulmani - Versetti del Corano

Nessun commento: