Ammaestrare - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sull'ammaestramento. Il termine "ammaestrare" deriva da "maestro", e letteralmente significa "rendere maestro" qualcuno in una determinata arte o disciplina, istruirlo, oppure impartirgli un insegnamento morale. Il termine ammaestramento è usato anche per indicare l'addestramento di animali.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'insegnamento, l'istruzione, la lezione e il rapporto tra maestro e allievo.
Mi hanno spiegato che le procedure di ammaestramento sono molto
complesse riguardo ai gatti. Non è vero niente: il mio mi ha ammaestrato
in due giorni. (Bill Dana)
Ammaestramento
© Aforismario

Gli uomini sono nati gli uni per gli altri. Ammaestrali dunque o sopportali.
Marco Aurelio, Pensieri, 166/79

La Storia è ben la maestra della vita: ci insegna che ad onta de' suoi ammaestramenti gli uomini ricadon sempre nei medesimi errori.
Ugo Bernasconi, Parole alla buona gente, ca. 1933 (postumo 1987)

La rabbia del cane non è mica roba sua. È dettata da chi lo ammaestra.
William S. Burroughs, Il gatto in noi, 1986

Mi hanno spiegato che le procedure di addestramento sono molto complesse riguardo ai gatti. Non è vero niente: il mio mi ha ammaestrato in due giorni.
Bill Dana (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La saggezza del padre è il più grande ammaestramento per i figli.
Democrito, Frammenti, V-IV sec. a.e.c.

Accetta benevolmente gli ammaestramenti che derivano dall'età, lasciando con un sorriso sereno le cose della giovinezza.
Max Ehrmann, Desiderata, 1927

La scuola deve formare delle persone capaci di agire e di pensare autonomamente e, insieme, di vedere nel servizio della comunità il massimo obiettivo della propria vita. [...] La scuola deve far sì che un giovane ne esca con una personalità armoniosa e non ridotto a uno specialista. [...] Altrimenti il giovane - con quella sua specializzazione - somiglierà più che altro a un cane ben ammaestrato.
Albert Einstein, su New York Times, 1952

Le masse sono rudi, storpie, scomposte, pericolose nelle loro pretese e nella loro influenza, e non hanno bisogno di essere lusingate, ma di essere ammaestrate.
Ralph Waldo Emerson, Condotta di vita, 1860

Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato.
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Matteo, I sec.

Prima ognuno ammaestri sé stesso, poi si accoglierà l'ammaestramento degli altri.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

L’animale è stato il maestro dell’uomo. Per questo l’uomo ammaestra l’animale.
Friedrich Hebbel, Diari, 1835/63 (postumo 1885/87)

I precettori del genere umano si comportano con molta avvedutezza, insegnando agli uomini i princìpi religiosi prima che essi siano in grado di distinguere il vero dal falso, o la mano sinistra dalla mano destra. Sarebbe difficile ammaestrare un uomo di quarant'anni fornendogli le nozioni incoerenti che ci vengono dette sulla divinità; altrettanto difficile quanto scacciare quelle nozioni dalla testa d'un uomo che ne sia imbevuto dalla più tenera infanzia.
Paul-Henri Thiry d’Holbach, Il buon senso, 1772

I pappagalli ammaestrati non ripetono nulla.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Gli ammaestramenti che si danno ordinariamente agli animali che ci servono, e ch'essi apprendono benissimo, con maggiore o minor prontezza, secondo i generi, gl'individui e le circostanze (come cavalli, cani ec.) e con sufficientissimo raziocinio, (come il cane che s'arresta nel bivio, aspettando che il padrone scelga la sua strada); e quelli che si danno ad altri animali per solo piacere, come ad orsi, scimmie, gatti, cani, topi, e fino alle pulci, come s'è veduto ultimamente; dimostrano che la suscettibilità ed assuefabilità a cose non naturali, non è propria esclusivamente dell'uomo, ma solo in maggior grado, generalmente parlando: perché vi sarà qualche uomo meno assuefabile, ed ammaestrabile di una scimmia.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Nel mondo si trovano più spesso ammaestramenti che conforto.
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

Imparate molto per poter molto insegnare ai vostri figli. Siate molto morali, siate molto buoni per ammaestrare le vostre creature colla più feconda e potente delle educazioni, quella dell’esempio.
Paolo Mantegazza, Il bene e il male, 1861

Volere qualcosa, in verità, significa fare un esperimento, per apprendere di che cosa siamo capaci; e qui possiamo essere ammaestrati soltanto dal successo o dall'insuccesso.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

I proseliti d'una scuola scientifica ed i piccoli seguaci dei luminari nell'arte e nelle lettere rassomigliano ai cavallini ammaestrati che ambiano [1] in giro al ritmo dell'orchestra del circo; appena questa tace, anch'essi si piantano.
Emilio Roncati, Le voci, 1923

I cristiani sono ammaestrati a farsi il segno della croce in certe occasioni, a inchinarsi e cosi via; del resto la religione è, in genere, il vero capolavoro dell'ammaestramento.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Chi è venuto al mondo per ammaestrarlo seriamente e nelle cose più importanti, può dirsi fortunato di cavarsela con la pelle salva.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

L'importante non è avere o non avere dei microbi, ma che siano ammaestrati.
Ramón Gómez de la Serna, Greguerías, 1917/60

La nostra scuola è davvero molto efficiente: riesce a trasformare dei piccoli esseri umani in tante foche ammaestrate.
Katō Shūichi, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ci sono casi in cui l’unica differenza tra uno studente modello e uno mediocre, è che quest’ultimo non è facilmente ammaestrabile.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Una scuola che si definisce e si impone come “obbligatoria” non ha da insegnare niente a nessuno; può soltanto mirare ad ammaestrare la gente – il che, a quanto pare, le riesce anche bene.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

[Experientia docet].
L'esperienza ammaestra.
Publio Cornelio Tacito, I-II sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Osservando i vostri difetti trarrete più ammaestramento ad altrui, che osservando i difetti altrui e quelli che a voi paiono pregi vostri.
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

Nell'ammaestrare l'ignorante il dotto conosce chiaro l’ignoranza propria.
Niccolò Tommaseo, Dizionarietto morale, 1867

Senza senso di moralità, non c’è uso di ragione: ammaestrare non si può senza educare. Chi male educa, male ammaestra: ammaestrar malamente è un diseducare.
Niccolò Tommaseo, Dizionarietto morale, 1867

Le tentazioni, anche se gravi e moleste, sono spesso utilissime all'uomo, perché lo umiliano, lo purificano e lo ammaestrano.
Anonimo, De Imitatione Christi (Imitazione di Cristo - attribuito a Tommaso da Kempis e altri), XV sec.

Ragionamento di una cavia: "Sono riuscita ad ammaestrare il ricercatore. Ogni volta che voglio un buon boccone, percorro esattamente il labirinto e lui mi lo porta".
Anonimo

Chi ad altri insegna, se stesso ammaestra.
Proverbio

Il vecchio è da onorare, il giovane da ammaestrare, i saggi da ascoltare e i matti da legare.
Proverbio

Note
  1. Ambio: andatura naturale di alcuni quadrupedi (per esempio giraffe, cammelli) che nel correre portano avanti contemporaneamente la zampa anteriore e quella posteriore dello stesso lato, alternandole con quelle dell’altro lato; il cavallo può esservi addestrato [Dizionario Garzanti].
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Insegnamento - Istruzione - Lezione - Maestro e Allievo

Nessun commento: