Big Bang - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul Big Bang, locuzione inglese che significa "grande esplosione". In astrofisica, con "big bang" si indica la teoria, proposta verso il 1946 da George Gamow, secondo la quale l’universo si sarebbe formato circa 15 miliardi di anni fa in seguito a una grande reazione esplosiva a partire da uno stato iniziale, caratterizzato da temperatura e densità elevatissime, da cui avrebbero avuto origine le particelle costituenti la materia.
Su Aforismario trovi altre raccolte correlate a questa sull'universo, il cosmo, il sistema solare e le stelle.
Gli scienziati hanno scoperto che qualche istante prima del Big Bang
riecheggiò un suono. Qualcosa tipo: «Oops». (Cully Abrell)
Big Bang
© Aforismario

Miliardi di stelle in miliardi di galassie che si espandono nello spazio-tempo, in un grandioso volo cosmico iniziato con ogni probabilità con una gigantesca esplosione, all'incirca diciotto miliardi di anni fa. Se potessimo, come alla moviola, fermare l'azione e tornare indietro nel passato vedremmo queste stelle convergere verso un solo punto. Un punto di partenza iniziale estremamente denso e caldo, dove non vi erano ancora atomi, ma probabilmente solo una concentrazione di particelle elementari e di radiazione, esplosa con il famoso Big Bang. 
Piero Angela, Nel cosmo alla ricerca della vita, 1980

Il Big Bang (che appare ormai sempre più confermato dai dati sperimentali) può essere considerato un po' il nostro antenato più lontano, il primo ceppo dell'albero genealogico del Cosmo, che attraverso ramificazioni successive ha portato alla nascita di tutto ciò che vediamo nello spazio, e anche alla nascita di questa fogliolina che è la vita sulla Terra. 
Piero Angela, Nel cosmo alla ricerca della vita, 1980

Dopo un fantastico viaggio nel cosmo iniziato con il Big Bang, tutti questi atomi che vediamo in natura sono stati cucinati nelle supernove, poi compressi, aggregati, bolliti, raffreddati. E infine riuniti insieme per costruire questi straordinari esseri viventi (e pensanti) che vediamo intorno a noi. Sono atomi, in fondo, che ora tornano a guardare verso lo spazio da dove sono venuti e a contemplare la propria origine. In un certo senso è l'Universo che comincia a guardare se stesso. 
Piero Angela, Nel cosmo alla ricerca della vita, 1980

Le galassie sono come «ghiaia» lanciata nello spazio dal Big Bang: se l'attrazione gravitazionale non è sufficiente se ne voleranno via per sempre, altrimenti potranno essere «richiamate» e collassare verso il punto iniziale.
Piero Angela, Viaggi nella scienza, 1982

Gli scienziati hanno scoperto che qualche istante prima del Big Bang riecheggiò un suono. Qualcosa tipo: «Ops!».
Cully Abrell (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Sul big bang in realtà non si sa niente, a parte il fatto che fu di lunedì mattina.
Franco Arminio, Miniature, 2002

Ci siamo liberati di dei e dee, di miti e superstizioni per credere in atomi e Big Bang.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

La teoria del Big Bang, al contrario di altre cosmologie, ha bisogno di Dio, ecco perché è quasi una verità di Stato.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Se il Big Bang ci apparisse in sogno, sarebbe meno ridicolo.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Dio era allergico alla polvere cosmica. Al primo starnuto fu il big bang.
Ennio Cavalli (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Se da Big Bang togli big e lo traduci, dire il Grande Bang lo fa cessare immediatamente di essere capito, dunque di essere mai avvenuto. È una pura presenza linguistica, un colpo di gong - BIG BANG! !!...- che svanisce.
Guido Ceronetti, Insetti senza frontiere, 2009

Se il destino dell'universo è stato deciso in un singolo momento nell'istante del Big Bang, quello è stato il momento più creativo di tutti.
Deepak Chopra (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La cosmologia moderna, essenzialmente, non si è spostata di un millimetro dalle passate. Ha sostituito dio con un gran botto chiamato big bang. Siamo passati da figli di dio a figli di un botto.
Carlo Dante, Minime pervenute, 2010

Il mistero del principio dell'Universo è insolubile per noi.
Charles Darwin, Autobiografia, Autobiografia

Che il Big Bang sia frutto di un'incazzatura di Dio lo confermano tutti i pianeti che ha fatto girare.
Paolo Dune, Al di qua dell'aldilà, 1998-2016

Lo sviluppo dell’universo fin dalle sue più lontane origini è considerato come un susseguirsi di rotture di simmetria. Mentre emerge dal momento della creazione durante il big-bang, l’universo è completamente simmetrico e indifferenziato. Raffreddandosi a temperature sempre più basse, esso spezza una simmetria dopo l’altra, consistendo l’esistenza di una sempre maggiore diversificazione della struttura. Anche il fenomeno della vita si adatta in modo naturale a questa rappresentazione. Anche la vita è una rottura di simmetria.
Freeman J. Dyson, Infinito in ogni direzione, 1988

Quanto lontano possa andare la vita dipende non solo dall'adattabilità biologica ma anche dalla cosmologia fisica. Se l’universo fisico è finito nello spazio e nel tempo, i possibili obiettivi della vita devono essere finiti. In questo caso, l’universo che incomincia la sua esistenza con un big-bang termina la sua esistenza con un big-crunch, un grande collasso, un crollo universale nel calore mortale, con il cielo che diventa sempre più caldo finché alla fine precipita su di noi trascinandoci in una singolarità spazio-temporale a temperatura infinita.
Freeman J. Dyson, Infinito in ogni direzione, 1988

L'applauso per il Big Bang si poté sentire soltanto quindici miliardi di anni dopo l'esplosione.
Jostein Gaarder, Maya, 1999

Armata della più avanzata matematica e di una buona dose d'immaginazione, una generazione di fisici teorici ha concepito l'idea che l'universo debba aver subìto una trasformazione, dopo un decimo di miliardesimo di secondo dal Big Bang. In quell'istante, l'intera struttura dello spazio-tempo si è cristallizzata in una nuova forma, in seguito a una transizione di fase, proprio come l'acqua si trasforma in ghiaccio sotto a zero gradi.
Gian Francesco Giudice, su la Repubblica, 2012

Quando si parla del big bang si pensa all'inizio dell’universo. Ma in realtà non sappiamo se sia stato veramente un inizio o piuttosto un cambiamento delle condizioni fisiche dell’universo causate da un’esplosione di energia che ha dato luogo all'espansione di un universo infinito nel tempo e nello spazio. Non sappiamo nemmeno se questo che osserviamo sia veramente l’universo, cioè tutto ciò che esiste, oppure se esistano altri universi. Sono domande a cui è probabilmente impossibile dare una risposta.
Margherita Hack, Dal sistema solare ai confini dell’universo, 2009

Si potrebbe ancora immaginare che Dio creò l'universo nell'istante del big bang, o addirittura successivamente, in modo tale da dare l'apparenza che ci fosse stata una grande esplosione primigenia, mentre non avrebbe alcun senso supporre che l'universo sia stato creato prima del big bang. Un universo in espansione non preclude un creatore, ma pone dei limiti circa il tempo in cui egli potrebbe aver compiuto questo lavoro!
Stephen Hawking, Dal big bang ai buchi neri, 1988

Tornando a ritroso al passato più remoto, tutta la materia e l’energia dell’universo sarebbero state concentrate in una regione minuscola di densità e temperatura inimmaginabili, e se si risale all'indietro a sufficienza, ci sarebbe stato un istante in cui tutto ebbe inizio: l’evento che oggi chiamiamo big bang.
Stephen Hawking e Leonard Mlodinow, Il grande disegno, 2010

La teoria del big bang postula che circa 13,7 miliardi di anni fa la parte dell’universo che possiamo vedere attualmente avesse un diametro di qualche millimetro soltanto. Oggi l’universo è enormemente più grande e più freddo, ma possiamo osservare le tracce di quel periodo primordiale nella radiazione cosmica di fondo a microonde che permea tutto lo spazio.
Stephen Hawking e Leonard Mlodinow, Il grande disegno, 2010 (Glossario)

Il più grande spettacolo dopo il Big Bang / siamo noi... io e te!
Jovanotti (Lorenzo Cherubini), Il più grande spettacolo dopo il Big Bang, 2011)

Oggi i teorici del Big Bang vedono un universo molto simile a quello che concepivano gli studiosi medievali: un cosmo finito, creato ex nihilo, dal nulla, e la cui perfezione si trova nel passato mentre ora sta degenerando verso una fine definitiva.
Eric J. Lerner, Il big bang non c'è mai stato, 1991

Che cosa c'era prima del Big Bang? Be', vedete... non c'è nessun prima, perché prima del Big Bang il tempo non esisteva. Il tempo è solo il risultato dell'espansione dell'universo.
Nemo Nobody (Jared Leto), in Mr. Nobody, 2009

Se la teoria delle stringhe è corretta, l'universo ha nove dimensioni spaziali e una dimensione temporale. Possiamo immaginare che all'inizio tutte le dimensioni fossero collegate tra loro. Durante il Big Bang tre di queste dimensioni, conosciute come altezza, larghezza e profondità, e un'altra dimensione, che noi conosciamo come tempo, si dilatarono. Le altre sei dimensioni rimasero intrecciate tra loro. E se vivessimo in un universo a una dimensione come distinguere l'illusione dalla realtà? Il tempo è conosciuto come una dimensione di cui viviamo l'esperienza in un'unica direzione. E se una delle altre dimensioni non fosse spaziale, ma temporale?
Nemo Nobody (Jared Leto), in Mr. Nobody, 2009

Che l'universo abbia avuto un'origine è più una verità di fede che una deduzione necessaria dai dati sperimentali, e il fatto non è per nulla accertato da tutti i cosmologi, benché esso rappresenti in qualche modo l'ortodossia scientifica.
Piergiorgio Odifreddi, Il Vangelo secondo la Scienza, 2008

L'essenza della teoria del Big Bang sta nel fatto che l'Universo si sta espandendo e raffreddando. Si noterà che non ho detto nulla riguardo a una "esplosione". La teoria del Big Bang descrive come il nostro universo evolve, non come esso iniziò.
P. J. E. Peebles, su  Indiana, 2001

Se si pensa che, dalle prime forme di vita apparse sulla terra, sono stati necessari qualcosa come tre miliardi e seicento milioni di anni di complicatissimi processi evolutivi per arrivare a ottenere come risultato un cattolico, un prete o un qualsiasi baciapile, si può dire che la natura, con l’umano, abbia voluto semplicemente scherzare, oppure – eventualità da non escludere – che si tratti del piú clamoroso abbaglio che le sia mai capitato di prendere dall'avvento del Big Bang in qua.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

È assurdo pensare che le leggi della fisica siano state sistemate da un orologiaio svizzero per durare in eterno quando sappiamo che l’universo ha avuto origine da un big-bang. Le leggi devono aver avuto un qualche inizio. Quindi non devono essere sempre state esatte al cento per cento. Ciò significa che sono conseguenti, e non primarie… Di tutti gli strani aspetti dell’universo, nessuno è più strano di questi: il tempo è trasceso, le leggi sono mutevoli, e il coinvolgimento dell’osservatore ha la sua importanza.
John Wheeler (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il Big-Bang non è l’origine.
Antonino Zichichi, Perché io credo in Colui che ha fatto il mondo, 1999

All'inizio era il nulla. Poi qualcosa andò storto.
Anonimo

Nuova ipotesi scientifica sul Big Bang: Dio digitò: "Pkunzip universo".
Anonimo

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Universo - CosmoSistema Solare - Stelle

Nessun commento: