Burberi e Scontrosi - Frasi sulle persone Intrattabili

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sui burberi, sulla scontrosità e sull'intrattabilità del carattere. Le persone burberescontrose intrattabili si caratterizzano per la loro diffidenza e asocialità, così come per i tratti caratteriali di suscettibilità e permalosità; ciò le rende poco propense a instaurare rapporti interpersonali.
In particolare, si definisce burbero chi si mostra severo, aspro nei modi, spesso anche come atteggiamento voluto e ostentato per nascondere il fondo buono del proprio animo. Si definisce scontroso chi è restio a instaurare rapporti interpersonali, chi è poco socievole e affabile. Si dice intrattabile una persona irascibile e lunatica, con la quale è difficile trattare e ragionare.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla permalosità, la suscettibilità, i solitari, gli asociali e i misantropi. [I link sono in fondo alla pagina].
Non ti lasciar spaventare dai burberi. Nove volte su dieci sono dei timidi
che ruggiscono per non balbettare. (Ugo Ojetti)
1. Burberi
© Aforismario

Io sono buonissimo − e se avessi degli amici te lo potrebbero dire.
Adriano Celentano, in Castellano e Pipolo, Il burbero, 1986

Dai tempi dell'avvocato Carlo Goldoni ogni «burbero» dev'essere per forza «benefico». E questo, tra i luoghi comuni, è uno dei meno falsi.
Domenico Giuliotti e Giovanni Papini, Dizionario dell'omo salvatico, 1923

I fiori possono essere belli benché non odorosi, ma un fiore bello ed olezzante è bello due volte. Un uomo burbero può esser buono, ma un uomo buono e gentile è ottimo.
Paolo Mantegazza, Il bene e il male, 1861

Non ti lasciar spaventare dai burberi. Nove volte su dieci sono dei timidi che ruggiscono per non balbettare. In America ho conosciuto. un grande banchiere, temutissimo perché non stringeva mai la mano a nessuno. Una donna m'ha rivelato la verità : aveva la mano sempre sudata.
Ugo Ojetti, Sessanta, 1937

Non tutti quelli che mostrano i denti mordono.
Proverbio
Io sono buonissimo − e se avessi degli amici te lo potrebbero dire.
(Adriano Celentano - Il burbero © Castellano e Pipolo, 1986)
2. Scontrosi
© Aforismario

Tratti caratteriali, come mutevolezza d'umore, lunaticità e scontrosità, possono essere individuati come disposizioni anticipatorie, sempre pronte ad annientare la superiorità degli altri e a rendere loro impossibile di conseguire quanto vogliono.
Alfred Adler, Il carattere dei nevrotici, 1912

Un atteggiamento scontroso denuncia due importanti realtà: la prima è che si disprezza ciò che non si può avere, l'altra è la paura dell'incontro.
Aldo Carotenuto, L'anima delle donne, 2001

Persino il più scontroso degli Scrooge [1] può essere domato.
Thomas Gordon, Relazioni efficaci, 1994

L’età fa venire fuori un’infinità di contraddizioni della natura umana. Tutti i complessi che compongono la personalità traboccano dal vaso. Si diventa un’idra dalle cento teste, imprevedibili − sorridenti, bisbetici, ridanciani, scontrosi, brontoloni − , i sette nani tutti insieme.
James Hillman, La forza del carattere, 1999

Impara ad aver la meglio. Fai tacere la tua sensibilità, non essere scontroso, villano, disubbidiente. Rispetta se vuoi essere rispettato.
Jules Renard, Pel di Carota, 1894

Si apprestava a dire: «Vengo da parte del signor Tal dei Tali», ma vide un’espressione così scontrosa che, ancora prima di essere seduto, si rialzò, si mise il cappello e disse, girando la schiena: – Me ne vado da parte del signor Tal dei Tali.
Jules Renard, Diario, 1887/1910 (postumo, 1925/27)

La gente che non vive in armonia con le convenzioni del suo ambiente tende a essere pungente e sgradevole e a mancare di espansività e di buon umore. Queste stesse persone, trasportate in un altro ambiente, dove le loro idee non fossero giudicate strambe, cambierebbero radicalmente il loro carattere. Da serie, timide, poco socievoli, possono diventare allegre e piene di fiducia in se stesse; da spinose e scontrose, lisce e facili da trattare; da chiuse, socievoli ed espansive.
Bertrand Russell, La conquista della felicità, 1930

Poiché non siamo in grado di sopportare un’offesa, facciamo in modo di non riceverla. Dobbiamo vivere con persone assai tranquille e affabili e nient’affatto ansiose e scontrose; siamo portati a prendere il carattere di chi vive con noi, e come certe malattie del corpo si trasmettono per contagio, così l’animo trasmette i suoi difetti a chi gli sta vicino;
Lucio Anneo Seneca, L'ira, I sec.

Uomo scontroso, uomo merdoso.
Proverbio

3. Intrattabili
© Aforismario

Intrattabile. Chi rifiuta categoricamente di adottare una linea di condotta dalla quale niente potrebbe distoglierci.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Bambino: pestifero e ottuso. Adolescente: fatuo e intrattabile. Giovane: stupido e attaccabrighe. Adulto: imbecille e prepotente. Vecchio: pestifero, ottuso, fatuo, intrattabile, stupido, attaccabrighe, imbecille, prepotente...
Carlo Ferrario, L'allegro e il pensieroso, 2009

Il bambino che si mostra ostinatamente intrattabile intende fare una confessione e provocare un castigo. Nella punizione egli cerca al tempo stesso l’alleviamento del suo senso di colpa e l’appagamento delle sue tendenze sessuali masochistiche.
Sigmund Freud, Dalla storia di una nevrosi infantile, 1914

Non è il mezzo più idoneo ad acquistare stima, quello di incominciare mostrandosi molesto. Bisogna vederlo, uno di questi mostri intrattabili, sempre preda della sua importuna durezza! Chi per sua disgrazia dipende da lui, entra per parlargli con lo stesso animo con cui affronterebbe una tigre: armato di cautela non meno che di sospetto. Per ascendere al posto che ora occupano, costoro seppero piacere a tutti; e adesso che vi sono giunti, vogliono rifarsi molestando tutti. Mentre dovrebbero farsi amici di molti grazie alla loro carica, non lo sono di nessuno per colpa della loro asprezza o della loro albagia. È giusto castigo per simile gente il lasciarla da parte, mostrando prudenza nel non trattarla.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Certuni si lasciano guidare fino a un certo punto, oltre il quale sono intrattabili e non li si guida più: si perde d’un tratto la via del loro cuore e della loro mente; né arroganza, né flessibilità, né forza, né astuzia possono domarli: con questa differenza, che alcuni sono siffatti per ragionamento e in modo fondato, mentre altri lo sono per inclinazione e temperamento. Ci sono uomini che non ascoltano né la ragione né i buoni consigli e si smarriscono volontariamente per il timore che hanno di essere guidati.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Per farsi fama d'intrattabili, niente di meglio dell'avere apertamente ragione.
Nunzio La Fauci, Questo quasi nulla, 2008

Non mi sembra meglio preoccuparsi troppo del lignaggio o della bellezza, e purché una donna non sia intrattabile, ma possieda un carattere tranquillo e accomodante, la si potrà considerare il nostro punto di riferimento.
Murasaki Shikibu, Storia di Genji, il principe splendente, XI secolo

Chi crede di non aver più bisogno d'altri diventa intrattabile.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Non c'è nessuno più intrattabile d'un ignorante.
Proverbio

Note
  1. Ebenezer Scrooge, perfido protagonista del romanzo di Charles Dickens: Canti di Natale.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Scorbutici e BisbetichePermalosità e Suscettibilità - Solitari e Asociali - Misantropia

Nessun commento: