Drago - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sui draghi, con particolare riferimento al drago delle favole. Il drago (detto anche dragone) è un animale favoloso dall'aspetto di rettile, ali di pipistrello, corpo scaglioso e spinato sul dorso, con due zampe d’aquila e bocca che emette fuoco.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulle favole e le fiabe, i dinosauri, l'unicorno e le fate.
Le favole non dicono ai bambini che i draghi esistono.
Perché i bambini lo sanno già. Le favole dicono ai bambini
che i draghi possono essere sconfitti. (G. K. Chesterton)
Drago
© Aforismario

Cos'è una favola, senza un drago da uccidere?
Mary Alice, in Desperate Housewives, 2004-2012

Visti dall'alto i draghi del potere ti accorgi che son draghi di cartone.
Edoardo Bennato, Ma che sarà, 1980

I cavalieri antichi, per l’amore di una damigella, erano disposti a uccidere un drago. Io, al massimo, potrei tirare un calcio a un tacchino, ma per quella tizia dovrei aver perso la testa.
Romano Bertola, Le caramelle del diavolo, 1991

Drago. L'attrazione principale nel serraglio delle fantasie antiche. Sembra però che ne sia ormai fuggito.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

L'eroe della storia è colui che nella città punta la lancia nella gola del drago, e nella solitudine tiene con sé il leone nel pieno delle sue forze, accettandolo come custode e genio domestico, ma senza nascondersi la sua natura di belva.
Italo Calvino, Il Castello dei destini incrociati, 1973

Il drago supremo è dentro di te, è il tuo ego che ti blocca.
Joseph Campbell [1]

Il drago senza san Giorgio non sarebbe stato nemmeno grottesco.
[The dragon without St. George would not even be grotesque].
Gilbert Keith Chesterton, L'uomo che fu Giovedì, 1908

Le favole non dicono ai bambini che i draghi esistono. Perché i bambini lo sanno già. Le favole dicono ai bambini che i draghi possono essere sconfitti.
[Fairy tales do not give the child his first idea of bogey. What fairy tales give the child is his first clear idea of the possible defeat of bogey].
Gilbert Keith Chesterton, Enormi sciocchezze, 1909

Nell'oscuro Medioevo si lottava contro il drago mentre nell'illuminato Ventesimo Secolo si lotta contro la droga. Che progresso!
Guido Clericetti, Clericettario, 1993

La mia intimità è protetta dai draghi della mia stessa mitologia.
Salvador Dalí, La droga sono io, 1995 (postumo)

La felicità è come quei palazzi delle fiabe le cui porte sono custodite dai draghi: dobbiamo lottare per conquistarla.
Alexandre Dumas (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Se non puoi sopportare il caldo, non stuzzicare il drago.
Scott Fahlman [1]

Le fiabe sono più che vere: non perché ci dicono che i draghi esistono, ma perché ci dicono che i draghi possono essere sconfitti.
Neil Gaiman (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario - cfr. citazione di G. K. Chesterton)

Dove si sono rintanati i draghi? Perché non escono dai loro antri per divorare questa umanità sputtanata?
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

Ogni drago genera un San Giorgio che lo uccide.
Kahlil Gibran, Sabbia e spuma, 1926

Scoppiò una guerra nel cielo: Michele e i suoi angeli combattevano contro il drago. Il drago combatteva insieme con i suoi angeli, ma non prevalsero e non ci fu più posto per essi in cielo. Il grande drago, il serpente antico, colui che chiamiamo il diavolo e satana e che seduce tutta la terra, fu
precipitato sulla terra e con lui furono precipitati anche i suoi angeli.
Giovanni, Apocalisse, I sec.

I draghi sono draghi proprio perché gli uomini non possono nulla contro di loro.
Godor, in Kentaro Miura, Berserk, 1988/...

La fiducia è come un drago dove, per ogni testa mozzata, altre due teste ricrescono.
Criss Jami [1]

La fame di un drago è lenta a svegliarsi, ma difficile da saziare.
Ursula K. Le Guin [1]

Le persone che negano l'esistenza dei draghi vengono spesso mangiate dai draghi.
Ursula K. Le Guin, ibidem

Chiunque si identifichi con la psiche collettiva o, in termini mitologici, si lasci divorare dal mostro, e si annichilisca in esso, arriva al tesoro vigilato dal drago, ma vi arriva contro la sua volontà e con tutto danno per se stesso. 
Carl Gustav Jung, La struttura dell'inconscio, 1916

Il Drago è ovunque. Il Drago è in ogni cosa. Le sue squame brillano nella corteccia degli alberi. Il suo ruggire si sente nel vento. E la sua forcuta lingua colpisce come il fulmine.
Mago Merlino (Nicol Williamson), in John Boorman, Excalibur, 1981

Il bene e il male sono molto più complessi di una principessa e di un drago... il drago non è l'eroe della sua stessa storia?
Erin Morgenstern (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Se uno vuol diventare eroe, occorre che prima il serpente sia divenuto drago, altrimenti gli manca il giusto nemico.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano, 1878

Chi è il grande drago, che lo spirito non vuoi più chiamare signore e dio? "Tu devi" si chiama il grande drago. Ma lo spirito del leone. dice "io voglio".
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Norvegia. Il paese delle fiabe e delle leggende. Si dice che in queste terre, per tenere buoni i draghi, gli venissero offerte delle giovani vergini. Ma nessuno crede più che certe creature esistano. Nemmeno i draghi.
Leo Ortolani, Rat-Man, 1989/...

Le nostre paure più profonde sono come draghi, a guardia del nostro tesoro più profondo.
Rainer Maria Rilke (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Puoi salvare una donna da un drago − perché il drago puoi ucciderlo − ma non puoi salvare una donna da sé stessa.
Laura Schlessinger [1]

Chi ha bisogno di leggere sulla vita reale quando ci sono i draghi!
Maggie Stiefvater [1]

Il fuoco non uccide un drago.
Daenerys Targaryen, Daenerys Targaryen, in Il Trono di Spade, 2011

Un drago non è una fantasia oziosa. Quali che possano essere le sue origini, nella realtà o nell'invenzione, nella leggenda il drago è una potente creazione dell'immaginazione umana.
John Ronald Reuel Tolkien, Beowulf. I mostri e i critici, conferenza alla British Academy, Londra, 1936

Non ridere mai dei draghi vivi.
John Ronald Reuel Tolkien [1]

Parla educatamente con un drago infuriato.
John Ronald Reuel Tolkien [1]

C'era un uomo in Cina che amava le immagini raffiguranti i draghi. Tutti i suoi vestiti e i suoi mobili erano decorati con questo motivo. Il dio dragone si accorse di questo amore profondo, così, un giorno, un drago vero si presentò alla sua finestra. Si dice che l'uomo sia morto di paura... A parole costui era di certo molto coraggioso, ma si rivelava tutt'altra persona al momento di agire.
Yamamoto Tsunetomo, Hagakure, 1709/16 (postumo 1906)

In ogni cuore c'è un eroe che aspetta che il drago esca.
Rick Yancey [1]

Anni or sono, quando l'uomo era giovane e il drago già vecchio, il più saggio della nostra razza ebbe pietà dell'uomo. Egli radunò tutti i draghi facendo giurare loro di vegliare sull'uomo, sempre. E al momento della sua morte, la notte divenne viva con quelle stelle. Fu così che nacque il Paradiso dei Draghi. Ma quando moriamo, non tutti i draghi sono ammessi in questo luogo lucente. No, dobbiamo guadagnarlo. E se non lo facciamo il nostro spirito sparisce come se non fossimo mai esistiti.
Draco, in Rob Cohen, Dragonheart - Cuore di drago, 1996

Vi era un gran drago e i Babilonesi lo veneravano. Il re disse a Daniele: "Non potrai dire che questo non è un dio vivente; adoralo, dunque". Daniele rispose: "Io adoro il Signore mio Dio, perché egli è il Dio vivente; se tu me lo permetti, o re, io, senza spada e senza bastone, ucciderò il drago". Soggiunse il re: "Te lo permetto". Daniele prese allora pece, grasso e peli e li fece cuocere insieme, poi ne preparò focacce e le gettò in bocca al drago che le inghiottì e scoppiò; quindi soggiunse: "Ecco che cosa adoravate!".
Libro di Daniele, Antico Testamento, II sec a.e.c.

Preferirei abitare con un leone o con un drago, piuttosto che abitare con una donna malvagia.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Proverbi sul Drago
  • L'avaro è il drago che custodisce i tesori per gli altri.
  • Meglio capo di lucertola che coda di dragone.
  • Meglio testa di pidocchio che coda di drago.
  • Serpens nisi serpentem comederit non fit draco. [Se il serpente non mangia il serpente non diventa drago]. [2]
Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. "Se il serpente non mangiasse il serpente non si farebbe drago": se chi vuole diventare potente non elimina i propri simili che sono concorrenti, non raggiunge il potere, la supremazia. Una superstizione vuole che il drago provenga dalla trasformazione di un serpente che si ciba dei suoi simili. [Carlo Lapucci, Dizionario dei proverbi italiani © Mondadori 2007].
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Favole e Fiabe - Dinosauri - Unicorno - Fate

Nessun commento: