Evadere - Frasi e citazioni sull'Evasione

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sull'evasione e sull'evadere dalla realtà. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul fuggire, sulla fuga dalla realtà, sul sognare a occhi aperti, il fantasticare e il fare castelli in aria. [I link sono in fondo alla pagina].
Tutti noi abbiamo bisogno di un'evasione. Le ore sono lunghe,
e bisogna riempirle in un modo o nell'altro fino alla morte.
(Charles Bukowski)
Evadere
© Aforismario

Laddove c’era / una possibilità di fuga / restarono tutti / nel carcere. / La possibilità di fuggire / era una libertà che nessuno / voleva perdere.
Gösta Ågren, Carcere, in Hid, 1992

Tutti noi abbiamo bisogno di un'evasione. Le ore sono lunghe, e bisogna riempirle in un modo o nell'altro fino alla morte. E, semplicemente, non si trovano tante soddisfazioni e tante emozioni in giro. Le cose diventano quasi subito piatte e insopportabili.
Charles Bukowski, Hollywood, Hollywood!, 1989

Io scrivo per evadere. Per evadere dalla povertà.
Edgar Rice Burroughs (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Prima pensavo che il bisogno di evadere fosse qualcosa che si agita nel sangue quando si è giovani, ma mi sbagliavo: questo desiderio, se è solido, resta dentro e cresce con noi nel tempo e si realizza finché le forze fisiche e mentali lo consentono. Sì, l’avventura è in primis una questione psichica: quanto la vogliamo e quanto l’amiamo? Quanti sacrifici siamo disposti a fare per goderne i piaceri? Quanto è viva la nostra pervicacia nel superare gli imprevisti, che qualche volta possono diventare brutti e fastidiosi? Quanto tempo lasceremo passare dopo la fine di un viaggio, senza essere tentati di nuovo dal desiderio di ripartire verso altri luoghi? L’amore per l’avventura non è questione d’età, ma di eventuali richiami per altre scoperte: si può cercarla e viverne intensamente a vent'anni come a trenta, a quaranta e oltre ancora. Tutto dipende da quale condizione psicologica si affrontano le esperienze che si presentano.
Giorgio Càeran (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La coscienza di "essere nel mondo" ha avuto un ritorno imperioso ed ogni volontà di evasione è soffocata dal sentimento di un quotidiano destino cui siamo, più o meno drammaticamente, vincolati.
Maurizio Calvesi, Le due avanguardie, 1984 

La vita io l'ho castigata vivendola. / Fin dove il cuore mi resse / arditamente mi spinsi. / Ora la mia giornata non è più / che uno sterile avvicendarsi / di rovinose abitudini / e vorrei evadere dal nero cerchio. / Quando all'alba mi riduco, / un estro mi piglia, una smania / di non dormire. / E sogno partenze assurde, / liberazioni impossibili.
Vincenzo Cardarelli, Alla deriva, Poesie, XX sec.

Per evadere dall'intollerabile, cerchiamoci un derivativo, una fuga, una regione dove nessuna sensazione si degni di avere un nome, né un appetito di incarnarsi, recuperiamo la quiete iniziale; aboliamo con il passato l'odiosa memoria, e soprattutto la coscienza, nostra nemica di sempre, che ha per missione d'impoverirci e logorarci.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

Un uomo solo che guarda il muro è un uomo solo. Due uomini che guardano il muro è il principio di un'evasione.
Diego Cugia, Jack Folla Alcatraz, 2000

La società moderna scredita l'evaso per evitare che qualcuno ascolti il resoconto dei suoi viaggi. L'arte o la storia, l'immaginazione dell'uomo o il suo tragico e nobile destino non sono criteri che la mediocrità moderna tolleri. Tale «evasione» è la fugace visione di splendori perduti e la probabilità di un verdetto implacabile sulla società attuale.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Nei Paesi borghesi come in terra comunista l'"evasione dalla realtà" è deplorata in quanto vizio solitario, perversione debilitante e abietta. La società moderna scredita l'evaso per evitare che qualcuno ascolti il resoconto dei suoi viaggi. L'arte o la storia, l'immaginazione dell'uomo o il suo nobile e tragico destino non sono criteri che la mediocrità moderna tolleri. Tale "evasione" è la fugace visione di splendori perduti e la probabilità di un verdetto implacabile sulla società attuale. 
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

L'animo umano ha bisogno di nutrirsi di speranza, così come lo stomaco ha bisogno di cibo. La vita invece spesso è amara e non concede scappatoie ai desideri dei mortali. Alcune verità sono senza alternative: tutti dobbiamo morire, chi è brutto non potrà mai diventare bello, chi è vecchio non potrà mai ritornare giovane e chi vive una vita opaca e senza entusiasmi sa che molto difficilmente riuscirà a cambiarla. E allora che fare? Non resta che rifugiarsi nel mistero, evadere nel trascendente. Ed ecco fiorire da ogni parte le favole, gli extraterrestri, gli oroscopi, le droghe e gli estremismi politici.
Luciano De Crescenzo, Oi dialogoi, 1985

Il galeotto | 788 | sostiene | di aver segato | le sbarre | solo | per hobby. | Così | per evasione...
Umberto Domina, La moglie che ha sbagliato cugino, 1975

La guerra consente di liberare, legittimamente, l'aggressività naturale, e vitale, che è in ciascuno di noi. È evasione dal frustrante tran tran quotidiano, dalla noia, dal senso di inutilità e di vuoto che, soprattutto nelle società opulente, ci prende alla gola. 
Massimo Fini, Elogio della guerra, 1999

La nostra ansia di evadere non è suggerita dalle pareti nude del carcere, ma dagli affreschi che lo
decorano, dalle inferriate del XVI secolo, dalle tappezzerie e dai marmi, e soprattutto dalle facce
soddisfatte degli altri carcerati.
Ennio Flaiano, Diario degli errori, 1976 (postumo)

Il fantasticare è un sintomo di mancanza di collegamento con la realtà; e non è riposante o rilassante, ma è essenzialmente un’evasione con tutte le conseguenze negative che si accompagnano all'evasione.
Erich Fromm, Psicoanalisi della società contemporanea, 1955

Profondo bisogno dell'uomo, è il bisogno di superare l'isolamento, di evadere dalla prigione della propria solitudine.
Erich Fromm, L'arte di amare, 1956

«Quello che semini, raccoglierai». La legge del Karma è inesorabile, l'evasione è impossibile.
Mohandas Gandhi, Autobiografia, 1966

Bisogna evadere dall'irrealtà.
Fausto Gianfranceschi, Il reazionario, 1996

L’amore è la più benefica, universale e santa di tutte le forze naturali, per la quale l’uomo può evadere dalla clausura dell’io per donarsi, e diventare fonte viva e luminosa di altre vite nel mondo.
Carlo Gnocchi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Non c'è via più sicura per evadere dal mondo, che l'arte; ma non c'è legame più sicuro con esso che l'arte.
Johann Wolfgang Goethe, Massime e riflessioni, 1833 (postumo)

Chi lotta duramente per racimolare l'indispensabile, ha bisogno di evadere dalla sua miseria conquistando qualcosa di superfluo.
Giovannino Guareschi, Vita con Giò, 1995 (postumo)

Che l'umanità in genere sarà mai in grado di fare a meno dei Paradisi Artificiali, sembra molto improbabile. La maggior parte degli uomini e delle donne conduce una vita, nella peggiore delle ipotesi così penosa, nella migliore così monotona, povera e limitata, che il desiderio di evadere, la smania di trascendere se stessi, sia pure per qualche momento, è, ed è stato sempre, uno dei principali bisogni dell'anima.  
Aldous Huxley, Le porte della percezione, 1954
Il cattivo umore è l'evadere dalla realtà; il buon umore è l'accettarla.
(Malcolm Muggeridge)
Nelle sue manifestazioni ogni natura ha un'inclinazione al suo contrario, quasi come per una necessità di evasione.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

Non tutte le prigioni sono munite di sbarre: ve ne sono molte altre meno evidenti da cui è difficile evadere, perché non sappiamo di esserne prigionieri. Sono le prigioni dei nostri automatismi culturali che castrano l'immaginazione, fonte di creatività.
Henri Laborit, Elogio della fuga, 1976 (prefazione)

Evadere da un gregge non rende immuni dal pericolo di finire in un altro gregge.
Claudia Magnasco, In solita solitudine, 2015

Viviamo nell'epoca del divertimento elevato a sistema, dello svago e dell'evasione come senso della vita. L'esistenza contemporanea è finalizzata alla vacanza, viene fatta consistere nella vacanza quale condizione permanente in cui far dimorare il desiderio.
Vito Mancuso, Io amo, 2014

La personalità romantica è pervasa di sottile sfiducia nell'intellettualismo, e questo sentimento sfocia di frequente in quell'atto immorale che va sotto il nome di sogno a occhi aperti. Contrariamente a quanto si crede, il sognare a occhi aperti non è un processo intellettuale, ma piuttosto un mezzo di evasione dall'intellettualismo. 
Yukio Mishima, Confessioni di una maschera, 1949

Metà della vita la passiamo a costruire prigioni. E l’altra metà a studiare evasioni.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Evadere è un espediente inutile per trovare al di fuori quel che cerchiamo invano dentro di noi.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Il cattivo umore è l'evadere dalla realtà; il buon umore è l'accettarla.
Malcolm Muggeridge, alla BBC, 1970

La meditazione non è un'evasione; è un incontro sereno con la realtà.
Thích Nhất Hạnh, citato su The Road to Inner Freedom, 1982

Di pena in pena attraversa le sue isole l'amore / e stabilisce radici che poi irriga il pianto, / e nessuno può, nessuno può evadere i passi / del cuore che corre silenzioso e carnivoro.
Pablo Neruda, Cento sonetti d'amore, 1959

Questo è essere zingari. Questa è la zingarata: una partenza senza meta e senza scòpi, un'evasione senza programmi che può durare un giorno, due o una settimana.
Philippe Noiret, in Mario Monicelli, Amici miei, 1975

Perché un'esperienza abbia un valore metafisico deve sfuggire al tempo. Nella vita pratica ciò pare che accada soltanto nell'attimo isolato - evasione dal tempo -.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

La morte non è la più perfetta delle evasioni?
[La mort n'est-elle pas la plus parfaite des évasions?].
Francine Ouellette, Au nom du père et du fils, 1984

Gli ideali sono delle buone evasioni. Gli idealisti sono i più sottili fra gli egoisti.
Osho Rajneesh, Il libro dei segreti, 1976

Manie e passioni innocue, in molti casi, anzi forse nella maggioranza dei casi, non sono una fonte fondamentale di felicità, ma un mezzo di evadere dalla realtà, o di dimenticare momentaneamente qualche cruccio troppo grave per essere affrontato. 
Bertrand Russell, La conquista della felicità, 1930

Il fantasticare è un’evasione dal duro carcere della realtà. Naturalmente la latitanza è breve.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Non bisognerebbe mai escludere dalla propria vita la possibilità di evaderne.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Che un santone, un sacerdote o una qualsiasi specie di prete deliri – come spesso accade a questi tipi umani – non c’è da meravigliarsi: la follia, in fondo, fa parte dell’umanità. Ma quando si vedono masse sterminate dare credito a questi deliri e conferire autorevolezza a coloro che ne sono affetti, ci si rende drammaticamente conto di trovarsi rinchiusi in un enorme manicomio dal quale è praticamente impossibile evadere, perché i suoi confini coincidono con i confini della terra stessa.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Fantasie. Sono i nostro attimi di libertà dagli imperativi concreti delle cose di tutti i giorni, perché privarcene? Purché la fantasia, il sogno, non prevarichino e non diventino evasione dalla responsabilità di vivere.
Maria Venturini, Dizionario delle felicità, 1998

Molto dannosa all'uomo è la fuga da sé, evadere, come sistema di vita. Il dolore "evaso" senza approfondimento può essere nocivo perché rimane nel subconscio e causa disturbi gravi. Il dolore va analizzato, non fuggito.
Amadeus Voldben (Amedeo Rotondi), Pensieri per una vita serena, 2008 (postumo)

Si parla sempre soltanto di gente che vuole irrompere nelle case; ma c'è più gente al mondo che ne vorrebbe evadere.
Thornton Wilder (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La prigione da cui è più difficile evadere è la propria mente.
Anonimo

Note

Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: FugaFuga dalla Realtà - Sognare a occhi aperti - Fantasticare e Fare castelli in aria 

Nessun commento: