Giudici - 100 Aforismi, frasi e proverbi

Raccolta di aforismi, frasi e proverbi sui giudici (dal latino iudex, da ius "diritto" e dicere "dire", letteralmente: colui che dice il diritto. In senso generico, si definisce "giudice" chi ha l’autorità e la competenza di emettere giudizi, pareri e decisioni in merito a determinate questioni. In senso giuridico, il giudice è un pubblico ufficiale che, in un processo, è investito dell’autorità di giudicare in base alle norme vigenti del diritto.
Come introduzione a questa raccolta di citazioni, riportiamo un'osservazione del magistrato italiano Piercamillo Davigo: "Il giudice e l'organo centrale del processo, è il centro verso cui tutto confluisce. È il giudice che prende le decisioni: rispetto a lui, l'attività del pubblico ministero è servente. Per la Costituzione italiana è soggetto soltanto alla legge. E, proprio per questo, non deve essere oggetto né di premi né di punizioni. C'è un'espressione latina che sintetizza efficacemente questo aspetto: sine metu sine spe, senza timore e senza speranza, che riecheggia l'antico regolamento di disciplina militare, cioè non per timore di punizione o per speranza di ricompensa, ma per la coscienza di adempiere al proprio dovere. Di qui deriva la "cifra" del giudice: l'indipendenza. Che non è un suo privilegio: è più comodo eseguire un ordine che assumere la responsabilità di un provvedimento. L'indipendenza del giudice rappresenta una garanzia per le parti che compaiono davanti a lui, e quindi, in ultima analisi, una garanzia per i cittadini. [Processo all'italiana, Laterza, 2012].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sugli avvocati, la giustizia, la legge, il processo, i colpevoli e gli innocenti.
Un giudice senza umanità è un giudice senza giustizia. (Libero Bovio)
Giudice
© Aforismario

Cita l'anima tua al tuo stesso tribunale, e sii tuo giudice.
Agostino d'Ippona [1]

Se una volta il giudice era considerato la bocca della legge, oggi viviamo un tempo in cui la bocca del giudice sembra essere diventata essa stessa la legge.
Domenico Airoma, su Il Foglio, 2017 [cfr. citazione di Montesquieu].

Si può sfuggire all'arbitrio del giudice solo rifugiandosi sotto il dispotismo della legge.
Honoré de Balzac, Massime e pensieri di Napoleone, 1838 

Un cuore di bimbo per Dio, un cuore di fratello per il prossimo, un cuore di giudice per me stesso.
Louis Baunard (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Questi giudici sono doppiamente matti! Per prima cosa, perché lo sono politicamente, e secondo sono matti comunque. Per fare quel lavoro, devi essere mentalmente disturbato, devi avere delle turbe psichiche. Se fanno quel lavoro è perché sono antropologicamente diversi dal resto della razza umana.
Silvio Berlusconi, intervista con Boris Johnson, su The spectator, 2003

Nella giustizia c’è sempre pericolo: se non per la legge, certo per i giudici.
Henry Bordeaux, La petite mademoiselle, 1905

La colpevolezza è il rapporto dell'atto con la coscienza. Il giudice conosce il primo termine del rapporto, solo Dio conosce il secondo.
Henri Boucher, Pensieri e riflessioni, 1866

Un giudice senza umanità è un giudice senza giustizia. 
Libero Bovio, Don Liberato si spassa, 1937

La corruzione è la nostra unica speranza. Finché c’è quella, i giudici sono più miti, e in tribunale, perfino un innocente, può cavarsela.
Bertolt Brecht, Madre Coraggio e i suoi figli, 1939

Molti giudici sono incorruttibili, nulla può indurli a fare giustizia
Bertolt Brecht [1]

Al giudice occorre più coraggio ad essere giusto apparendo ingiusto, che ad essere ingiusto apparendo giusto. 
Piero Calamandrei, Elogio dei giudici scritto da un avvocato, 1935

Bisognerebbe che ogni avvocato per due mesi all'anno facesse il giudice; e che ogni giudice, per due mesi all'anno, facesse l'avvocato. Imparerebbero così a comprendersi e a compatirsi: e reciprocamente si stimerebbero di più
Piero Calamandrei, Elogio dei giudici scritto da un avvocato, 1935

L’interpretazione delle leggi lascia al giudice un certo margine di scelta: entro questo margine chi comanda non è la legge inesorabile, ma il mutevole cuore del giudice.
Piero Calamandrei, ibidem

Il giudice è il diritto fatto uomo.
Piero Calamandrei, ibidem

L'aforisma, caro ai vecchi dottori, secondo il quale res iudicata facit de albo nigrum et de quadrato rotundum, fa oggi sorridere: eppure, a pensarci bene, dovrebbe far tremare. Il giudice ha infatti, come il mago della favola, il sovrumano potere di operare nel mondo del diritto le più mostruose metamorfosi, e di dare alle ombre parvenze eterne di verità: e poiché nel suo mondo sentenza e verità debbono alla fine coincidere, egli può, se la sentenza non si adegua alla verità, ridurre la verità alla misura della sua sentenza.
Piero Calamandrei, Elogio dei giudici scritto da un avvocato, 1935

Temo il giudice troppo sicuro di sé, che arriva subito alla conclusione e che capisce alla prima, senza perplessità e senza pentimenti.
Piero Calamandrei, ibidem

All’avvocato, quando tratta col giudice, non disdice l’umiltà: che non è né viltà né piaggeria di fronte all’uomo, ma reverenza civica all’altezza della funzione.
Piero Calamandrei, ibidem

L'avvocato deve sapere in modo così discreto suggerire al giudice gli argomenti per dargli ragione, da lasciarlo nella convinzione di averli trovati da sé. 
Piero Calamandrei, Elogio dei giudici scritto da un avvocato, 1935

L'avvocato che si lagna di non essere capito dal giudice, biasima non il giudice, ma sé stesso. Il giudice non ha il dovere di capire: è l'avvocato che ha il dovere di farsi capire.
Piero Calamandrei, ibidem

Inutile la chiarezza, se il giudice, vinto dalla prolissità, si addormenta. Più accetta la brevità, anche se oscura: quando un avvocato parla poco, il giudice, anche se non capisce quello che dice, capisce che ha ragione.
Piero Calamandrei, Elogio dei giudici scritto da un avvocato, 1935

Il segreto della giustizia sta in una sempre maggior umanità e in una sempre maggiore vicinanza umana tra avvocati e giudici nella lotta contro il dolore.
Piero Calamandrei, ibidem

Io sono uno di quelli che continuano a credere che per farsi dar ragione dal giudice non ci sia altro da fare che rispettare le regole della procedura: indossare la toga e rivolgersi a lui a voce alta, in udienza, in modo che tutti sentano; e non andare a trovarlo a casa per parlargli a quattr'occhi, o attenderlo nel corridoio per bisbigliargli quattro parolette nell'orecchio.
Piero Calamandrei, Elogio dei giudici scritto da un avvocato, 1935

Nel giudice non conta, l'intelligenza, la quale basta che sia normale per poter arrivare a capire, come incarnazione dell'uomo medio, quod omnes intellegunt: conta soprattutto la superiorità morale, la quale dev'esser tanta da far sì che il giudice possa perdonare all'avvocato di esser più intelligente di lui.
Piero Calamandrei, ibidem

Solo là dove gli avvocati sono indipendenti, i giudici possono essere imparziali; solo là dove gli avvocati sono rispettati, sono onorati i giudici; e dove si scredita l’avvocatura, colpita per prima è la dignità dei magistrati, e resa assai più difficile ed angosciosa la loro missione di giustizia.
Piero Calamandrei, Elogio dei giudici scritto da un avvocato, 1935

Come perdona facilmente il giudice che è stato colpevole!
Pedro Calderon de la Barca [1]

Diritto e giustizia fioriscono dove la loro tutela non solo è affidata a giudici e carabinieri, ma ciascuno vi contribuisce: la nazione sente e pensa come gl'individui.
Cesare Cantù, Attenzione!, 1871

Lasciate che coloro cui spetta il compito di applicare la legge facciano il loro sporco lavoro. Lasciate che ci pensino gli avvocati. Formulano leggi affinché altri avvocati le dissezionino dinanzi ad altri avvocati detti giudici, in modo che altri giudici possano affermare che i primi giudici si erano sbagliati e in modo che la Corte di Cassazione possa dire che si erano sbagliati anche i secondi. Naturale che esiste la legge. Ci siamo dentro fino al collo. Ma in pratica serve soltanto a dare lavoro agli avvocati.
Raymond Chandler, Il lungo addio, 1953

Il cuore è un eccellente avvocato, ma un pessimo giudice. La mente è un eccellente giudice, ma un mediocre avvocato.
Malcolm de Chazal, Senso plastico, 1945/47

Esistono due tipi di giustizia: gli avvocati che conoscono bene la legge e gli avvocati che conoscono bene il giudice.
Coluche, Le Chômeur, 1986

Ergersi a giudici presuntuosi nel nostro mondo governato dal caos mi pare un'assurdità. La morale migliore per noi, miseri mortali, consiste senz'altro nell'essere caritatevoli gli uni con gli altri.
Alexandra David-Néel, Pensieri, 1889-1969

Dormirei meglio se fossi boia, piuttosto che giudice.
Jaques Deval, Taccuino di un autore drammatico, 1952

Se il giudice fosse giusto il criminale non sarebbe colpevole.
Fëdor Dostoevskij, I fratelli Karamazov, 1878/80

Ricorda che non puoi in alcun modo essere giudice. Giacché nessuno può esser su questa terra giudice d'un malfattore, se prima non abbia egli stesso acquisito coscienza che anche lui è altrettanto un malfattore quanto quello che gli sta innanzi e che lui, per l'appunto, rispetto al delitto di colui che gli sta innanzi, è forse prima di ogni altro colpevole.
Fëdor Dostoevskij, I fratelli Karamazov, 1878/80

Il giudice nelle cui vene non scorre sangue umano, giudica il peccatore con rigore inesorabile.
Ludwig Feuerbach, XIX sec. [1]

Il Buon Dio è miglior giudice di noi
Charles de Foucauld, Lettere a Mme de Bondy, XX sec.

Il giudice non deve esaminare se le leggi sono corrette, deve solo applicarle equamente.
[Le juge n'a pas à rechercher si les lois sont justes, il n'a qu'à les appliquer justement].
Anatole France, Les juges intègres, 1904

Al processo della gallina, la volpe non dovrebbe far parte della giuria.
Thomas Fuller, Gnomologia, 1732

La differenza tra un cattivo giudice e uno buono è che il primo si limita a giudicare e a condannare, mentre il secondo cerca anche di capire. E questa è già una forma di perdono.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Oltre che nel cuore dell'imputato, un buon giudice deve saper leggere nel proprio.
Roberto Gervaso, ibidem

Il giudice che condanna un innocente o è convinto della sua colpevolezza, o è ancora più colpevole della vittima.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Più che la Verità, il giudice deve cercare le verità, perché ogni uomo ha la sua.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Un giudice può anche sbagliare, ma solo la buona fede ne riscatta gli errori.
Roberto Gervaso, ibidem

Il male che facciamo non può restare impunito perché la nostra coscienza è un detective, un giudice, un carnefice implacabile.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Un giudice che non sa punire finisce per diventare complice del delinquente.
Johann Wolfgang Goethe [1]

Il buon giudice non deve piegare le leggi alle proprie condizioni, ma piegare la proprie condizioni in conformità delle leggi.
Antonio de Guevara, XVI sec. [1]

Ogni uomo è giudice di sé stesso e si punisce a dovere.
Patricia Highsmith [1]

Ogni legge che lascia il meno d'arbitrio ai giudici e ai tribunali è la più perfetta.
James Harrington, Aforismi politici, 1659

La coscienza è un giudice sempre pronto a emettere sentenze.
Emilio Herrera [1]

Abbiamo bisogno di persone che testimonino contro il nostro giudice interiore, che tengano i registri delle nostre manchevolezze e trasgressioni. Abbiamo bisogno di qualcuno che ci convinca che non siamo così cattivi come pensiamo di essere.
Eric Hoffer (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'orrore della legge fa la maestà del giudice.
Victor Hugo, L'uomo che ride, 1869

Ho un padrone: è il dovere; ho un giudice: sono io.
Victor Hugo, Oceano, XIX sec. (postumo 1989)

Grattate il giudice, e troverete il boia.
Victor Hugo [1]

Il solo ammonimento ai giudici di giudicare secondo scienza e coscienza, non basta. Ci vorrebbero norme per stabilire quanto piccola può essere la conoscenza e quanto grande la coscienza.
Karl Kraus (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Dovere dei giudici è render giustizia; loro mestiere è differirla. Alcuni conoscono il loro dovere e fanno il loro mestiere.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Pietosa condizione è quella di un uomo innocente che precipitazione e procedura hanno accusato di un delitto; quella del suo giudice può esserlo di più?
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

L'integrità è la prima virtù di un giudice, essa può prendere il posto di tutte le altre.
[L'intégrité est la première vertu d'un juge, elle peut lui tenir lieu de toutes les autres].
Louis Joseph Mabire, Dizionario di massime, 1830

Nei nostri tribunali sta scritto che tutti sono eguali davanti alla legge; ma siccome i giudici non possono leggere quelle parole, perchè sono scritte dietro le loro spalle, non hanno l'obbligo di ricordarsene sempre.
Paolo Mantegazza, L'arte di prender marito, 1894

Che cosa può sperare l'innocenza, quando coloro che si ergono a suoi giudici sono corrotti!
Philip Massinger, XVII sec. [1]

Davanti al giudice non si può dire: «parliamo d'altro».
Fausto Melotti, Linee, 1975/78

Un giudice che ha venduto la propria imparzialità ai partiti è un giudice che, prima di processare gli altri, dovrebbe essere processato lui e cacciato in galera. 
Indro Montanelli, a Dovere di cronaca, Rete 4, 1988

Che possano esistere uomini che scelgono come professione di giudicare altri uomini, mi è sempre parso mostruoso.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

I giudici della nazione sono solo la bocca che pronuncia le parole della legge.
Les juges de la nation ne sont que la bouche qui prononce les paroles de la loi.
Charles-Louis de Montesquieu, Lo spirito delle leggi, 1748

Siamo tutti cattivi giudici di noi stessi.
Davide Morelli (Aforismi inediti su Aforismario)

Ea quae fiunt a iudice si ad eius non spectant officium non subsistunt.
[Ciò che un giudice compie al di fuori di quanto spetta al proprio ufficio non ha valore giuridico].
Dino del Mugello, Regole del diritto, 1298 (attribuito)

Quod quis mandato facit iudicis, dolo facere non videtur, cum habeat parere necesse.
[Quando qualcuno fa qualcosa per ordine di un giudice, non deve essere considerato fatto con dolo, avendo il dovere di obbedire].
Dino del Mugello, Regole del diritto, 1298 (attribuito)

Il peggior criminale che abbia mai camminato su questa terra è moralmente superiore al giudice che lo condanna alla forca. 
George Orwell, La strada di Wigan Pier, 1937

Il giudice non deve solo essere, ma anche apparire indipendente.
Sandro Pertini (attribuito)

I giudici affamati firmano la sentenza, e dei disgraziati vengono impiccati perché i giurati vadano a mangiare.
Alexander Pope, The rape of the lock, 1712

Non è vero, in modo assoluto, che in Italia non esiste giustizia. È invece vero che non bisogna mai chiederla al giudice, bensì al deputato, al ministro, al giornalista, all'avvocato influente, eccetera. La cosa si può trovare: l'indirizzo è sbagliato.
Giuseppe Prezzolini, Codice della vita italiana, 1921

Fanno meno danno i delinquenti, che un cattivo giudice.
Francisco de Quevedo, Politica di Dio e governo di Cristo, 1626/36 [2]

A che serve che la legge sia eguale per tutti, se il giudice non lo è?
Markus M. Ronner [1]

La coscienza è il miglior giudice che un uomo onesto possa avere.
José de San Martín, XIX sec. [1]

Per essere giudici imparziali di tutto ciò che succede, dobbiamo volgerci a considerare la condizione di noi uomini, ed è ingiusto chi rinfaccia ai singoli una colpa che è di tutti.
Lucio Anneo Seneca, L'ira, I sec.

Un uomo può vedere come va il mondo anche se non ha occhi. Prova a guardare con le orecchie. Guarda il giudice, come se la prende con quel povero ladruncolo. Ascolta. E adesso scambiali di posto, e... Opp-là! Qual è il giudice? Qual è il ladro?
[A man may see how this world goes with no eyes. Look with thine ears: see how yond justice rails upon yond simple thief. Hark, in thine ear: change places, and, handy-dandy, which is the justice, which is the thief?].
William Shakespeare, Re Lear, ca. 1606

Iudex damnatur, cum nocens absolvitur.
[Quando viene assolto un colpevole, è condannato il giudice].
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

I giudici devono giudicare senza ritardo, senza parzialità, senza favoritismi, senza corruzione, con mani pulite e incorrotte.
James Stuart (re Giacomo I d'Inghilterra), XVII sec. [1]

Chi vi chiama a consiglio o a giudice, badate non voglia farvi servitore e strumento.
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

Il giudice è l‘interprete della giustizia.
Tommaso d'Aquino, Somma teologica, 1265/74 (incompiuto)

Molti giudici sono così fieri della loro incorruttibilità che dimenticano la giustizia.
Oscar Wilde (attribuzione incerta - fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il maggior errore del giudice è di credersi immune dalla responsabilità del delitto per il quale un altro è condannato; è di credersi membro di una società migliore, di una società di eletti.
Gustavo Zagrebelsky, Intorno alla legge, 2009

Non cercare di divenire giudice, che poi ti manchi la forza di estirpare l'ingiustizia; altrimenti temeresti alla presenza del potente e getteresti una macchia sulla tua dirittura.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Guai a quei Paesi dove i giudici devono essere giudicati!
Talmud, II-V sec.

Chi può dare vent'anni a uno che ne ha quaranta? Un giudice.
Anonimo

Il giudice più severo: Massimo Della Pena.
Anonimo

Osceno è tutto ciò che provoca un'erezione a un giudice.
Anonimo

Un buon avvocato conosce la legge. Un avvocato in gamba conosce il giudice.
Anonimo

Un bravo avvocato conosce la legge. Un avvocato in gamba conosce il giudice. Un grande avvocato conosce l'amante del giudice.
Anonimo

I giudici sono soggetti soltanto alla legge.
AA. VV., Costituzione della Repubblica Italiana (Art. 101), 1947

Proverbi sui Giudici
  • Buon avvocato non si fece mai portare davanti a un giudice.
  • Chi compra il giudice vende la giustizia.
  • Da giudice che pende, giustizia invan si attende.
  • Da giudice pazzo, sentenza lesta.
  • È meglio una mano del giudice che un braccio d'avvocato.
  • Giudice ignorante presto fa sentenza.
  • I buoni giudici devono avere grandi orecchi e piccole mani.
  • Il buon giudice ha bocca piccola, orecchie grandi e vestiti senza tasche.
  • Il buon giudice tosto intende e tardi giudica.
  • Il giudice deve avere due orecchie.
  • Il buon giudice fa lunga udienza e lunga sentenza.
  • Il buon giudice ascolta le due campane.
  • Il giudice retto si lava ogni mattina le due orecchie.
  • Nessuno può essere giudice di se stesso.
  • Non si può essere giudice e parte.
Nemmeno il più saggio dei giudici sa giudicare un litigio fra parenti.
Proverbio cinese

Il giudice, pronunciata la sentenza, non è più tale.
Detto giuridico

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Su diversi siti in lingua italiana, la frase di Francisco de Quevedo si trova tradotta così: "Cento delinquenti fanno meno male di un giudice cattivo". Tuttavia, leggendo il testo originale, ci si accorge che il numero "cento" è un'aggiunta arbitraria di chi ha tradotto la frase in italiano: "Menos mal hacen los delincuentes, que un mal juez". Tra l'altro, la frase fa riferimento a un "cattivo giudice" e non a un "giudice cattivo", c'è una certa differenza.
  3. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Avvocati - Giustizia - Legge - ProcessoColpevoli e Innocenti

Nessun commento: