Grotte e Speleologia - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sulle grotte e sulla speleologia. La parola "grotta" deriva dal latino volgare grupta, corruzione del latino classico crypta, a sua volta dal greco κρύπτη kryptē "nascosto", "coperto", e indica una cavità naturale sotterranea o nei fianchi di un monte, di solito a sviluppo orizzontale, formatasi prevalentemente in rocce calcaree per l'azione chimica dell'acqua.
La pratica di esplorare grotte e caverne è detta speleologia, disciplina che studia le cavità sotterranee naturali, dal punto di vista geologico, fisico, biologico e paleontologico.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla caverna, il rifugio, la montagna e le rocce.
Poche attività sono più coinvolgenti e mozzafiato del sondare le profondità
oscure attraverso pareti di roccia mai raggiunte dall'uomo. (Bear Grylls)
Grotte e Speleologia
© Aforismario

Approfondire, non vuol dir senz'altro, veder più chiaro. Anzi, come per grotte, farsi più addentro nell'oscuro. Resta però sempre la speranza di riuscire dall'altra parte a nuovo cielo.
Ugo Bernasconi, Parole alla buona gente, ca. 1933 (postumo 1987)

Finiranno per far credere che i dipinti delle grotte preistoriche sono stati finanziati dai capitalisti dell’epoca.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

A volte, camminare in questa città è come andare in una grotta cieca, nel gelo che fa da parete e gocciola pianto nelle ossa, gli uomini come te bendati non hanno occhi per te; la grotta è percorsa da mostri rombanti e tu pensi «perché li scanso? è già tutto buio intorno a me». Eppure ti sforzi di non sbagliare per quel tenace istinto di vivere eppoi ti domandi: perché sono qui?
Magda De Grada, Novembre, da La città grigia, 1955

A diciotto anni le nostre convinzioni sono le colline da cui vigiliamo; a quarantacinque sono le grotte in cui ci nascondiamo.
Francis Scott Fitzgerald, Bernice Bobs her Hair, 1920

Lo spirito addolorato trova pace nella solitudine. Rifugge dalla gente, come un cervo ferito diserta il gregge e vive in una grotta fino alla guarigione o alla morte.
Kahlil Gibran, Le ali spezzate, 1912

Sei perfetta, o Terra, e maestosa! Ho camminato sui tuoi altipiani, ho scalato le tue rocciose vette, sono sceso nelle tue valli; Sono entrato nelle tue grotte. Sugli altipiani ho trovato i tuoi sogni; sulle montagne il tuo orgoglio; nelle tue valli sono stato testimone della tua calma; sulle rocce, della tua determinazione; nelle grotte della tua riservatezza.
Kahlil Gibran, Pensieri e meditazioni, 1960 (postumo)

Entrare in una grotta è come aprire le porte di un nuovo mondo: si tratta di un ambiente ricco di sorprese nascoste, a tratti claustrofobico e poi vasto, vuoto e pieno, totalmente disabitato e improvvisamente affollato di pipistrelli. Le grotte sono generate dall'azione della natura e tuttavia sembrano sussurrare in silenzio, sono fredde ma ci fanno sudare, sono inospitali ma irresistibili. In verità l'uomo ha appena iniziato a esplorare ciò che sta sotto la terra e ha scoperto solo una minima parte del mondo sotterraneo.
Bear Grylls, Avventure estreme, 2012

Poche attività sono più coinvolgenti e mozzafiato del sondare le profondità oscure attraverso pareti di roccia mai raggiunte dall'uomo. 
Bear Grylls, Avventure estreme, 2012

La sensazione di essere costretti all'interno di uno spazio ridotto e sotto il peso di millenni di roccia può essere emozionante e stimolante per alcuni, terrorizzante e paralizzante per altri. Ma la conoscenza scioglie la paura, quindi se imparate a conoscere le grotte e i loro pericoli, oltre alle precauzioni che è necessario adottare, potrebbero diventare l'avventura della vostra vita.
Bear Grylls, Avventure estreme, 2012

Le grotte sono luoghi straordinari ma possono anche essere pericolose, quindi la prima regola è essere sicuri di ciò che si sta facendo e la seconda è non avventurarsi mai da soli. Assicuratevi di essere accompagnati da un esperto oppure specializzatevi adeguatamente, perché le cose possono andare male e il risultato potrebbe essere una morte lenta e molto poco spettacolare. 
Bear Grylls, Avventure estreme, 2012

All'interno di una grotta un errore può significare grossi guai. 
Bear Grylls, ibidem

Credo che uno degli incubi peggiori sia trovarsi nella profondità di una grotta, con la torcia esaurita e senza riuscire a ritrovare la via d'uscita. Se a questo aggiungete l'arrivo dell'alta marea, capite bene cosa intendo quando dico che le grotte non perdonano. Viceversa, se tutto va bene, l'esplorazione sotterranea può essere una straordinaria avventura.
Bear Grylls, Avventure estreme, 2012

Un mondo unico, da millenni privo di luce. Uno spazio chiuso dove evolve una fauna che non esiste in nessun altro luogo, dove le regole di vita non sono le stesse che alla superficie della Terra. Un’oasi inospitale dove si agitano dei curiosi insetti senza occhi, dei crostacei dalle lunghe zampe, delle sanguisughe diafane, dei ragni mai veduti. E specialmente dei milioni di bacteri - una massa brunastra gelatinosa - galleggianti sull'acqua, unica sorgente di vita in questo universo senza luce, dall'aria irrespirabile, saturato di gas venefici e puzzolenti. Nessun mostro gigantesco, qui, ma una straordinaria fauna di minime dimensioni.
Françoise Harrois-Monin, La caverne des petits monstres, su L’Express, 1992

Anche nelle rocche delle idee e delle fedi si formano grotte dove si annidano gli uomini.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Se ti trovi con un lupo in una grotta, non manifestargli il tuo disprezzo.
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Il luogo mitico non è quello individualmente unico, tipo santuario o simili, ma bensì quello di nome comune, universale, il prato, la selva, la grotta, la spiaggia, la radura, che nella sua indeterminatezza evoca tutti i prati, le selve, ecc. e tutti li anima del suo brivido simbolico.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

I primi scopritori di grotte furono, ovviamente, gli animali capaci di orientarsi bene al buio. L'uomo delle caverne, ormai privo di quel dono, non poteva inoltrarsi troppo in profondità. Doveva tenersi vicino all'imboccatura. Non difettava di coraggio, semmai di una lampada. 
David E. Portner, Grotte, 1995

Sebbene le grotte abbiano sempre irresistibilmente attirato gli uomini, la loro scoperta ed esplorazione ha potuto aver luogo in modo sistematico solo nel corso del nostro secolo. E continua tuttora, poiché le grotte da scoprire sono assai più numerose di quelle già scoperte. 
David E. Portner, Grotte, 1995

Le grotte ormai ben identificate, rese accessibili e messe in sicurezza contro eventuali crolli, sono diventate meta del turismo di massa. I visitatori si muovono su appositi trenini, le grotte vengono attrezzate con impianti di risalita, passerelle, corrimano, terrazze panoramiche e via dicendo
David E. Portner, Grotte, 1995

Le nostre grotte stanno diventando Disneyland. Alla nostra sensibilità estetica e al nostro spirito di osservazione non viene più proposto nulla che abbia preservato il suo carattere naturale. Talvolta non manca nemmeno qualche stupida musichetta. Perché il silenzio è qualcosa che Disneyland non può tollerare. È essenziale che sia tutto vivace e colorato... e che i fenomeni naturali perdano la loro innata dignità... 
David E. Portner, Grotte, 1995

Non cercate la perfezione in una ragazza (un proverbio romano suona: «Vino di grotta e fica di zoppa»).
Dino Risi, I miei mostri, 2004

Se ti perdi in una grotta, non scavare troppo freneticamente: potrebbe accadere che il soffitto ti crolli addosso, proprio nel momento in cui intravedi la debole luminosità di un'uscita.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

La grotta è lo sbadiglio della montagna.
Ramón Gómez de la Serna, Greguerías, 1917/60

La speleologia è la scienza che studia il mondo sotterraneo. È una scienza relativamente giovane, forse per l'atavico timore che l'uomo moderno ha sempre avuto per le caverne, ritenute regno di streghe e di draghi. Nell'antichità invece le grotte furono frequentate dall'uomo preistorico, che le adoperò come abitazione, riparo momentaneo nei suoi lunghi spostamenti e come luoghi di culto.
Francesco Stoppa e Roberto Veraldi, Darwin tra scienza, storia e società, 2010

Il mondo sotterraneo è quindi un ecosistema monco, mancano le piante verdi, capaci di organicare la materia partendo da composti inorganici, (prevalentemente acqua, anidride carbonica e sali). Solo alcuni ferrobatteri sono capaci di sfruttare il limo delle grotte per costruire sostanza organica, diventando indispensabili per la vita nelle grotte.
Francesco Stoppa e Roberto Veraldi, Darwin tra scienza, storia e società, 2010

Chi non ha modo di conoscere la speleologia da vicino ha sempre un concetto errato dell'andare in grotta Per gli addetti ai lavori non ci sono dubbi nel ritenere la speleologia un'attività tecnico atletica, con una notevole componente culturale.
Stefano Torri, I racconti di un montanro, 2013

Gli esperti calcolano che quello che si conosce sulle grotte è poco più della metà di quanto ancora si può scoprire.
Stefano Torri, ibidem

Per quanto riguarda la parte fisica, la speleologia e una delle poche attività sportive che muove tutti i muscoli Braccia, spalle, muscoli addominali, gambe, tutto viene impegnato nella progressione in grotta.
Stefano Torri, I racconti di un montanro, 2013

Per accedere alle grotte non occorre andare lontano. Le nostre montagne, le nostre Prealpi sono piene di grotte come lo sono di impianti sciistici. Basta qualche ora di macchina e un non lungo percorso a piedi per raggiungerle.
Stefano Torri, I racconti di un montanro, 2013

Contrariamente a quanto si crede le strutture più impegnative da superare non sono i pozzi ma i cunicoli. Un pozzo, se superato con la dovuta tecnica, può essere impressionante, ma non difficile. Per superare i cunicoli e le strettoie, che sono la loro massima esasperazione, occorre essere veramente esperti. Il problema è quello di sentire la strettoia, di ridurre gli attriti, di scivolare in avanti, di mantenersi calmi anche quando ci si sente stringere inesorabilmente. Per fare questo occorrono qualità ed esperienza che non è da tutti il possedere.
Stefano Torri, I racconti di un montanro, 2013

Anche in speleologia, è vero, di ogni grotta conosciuta esiste la pianta, la sezione e la descrizione dettagliata del percorso per la visita. Il materiale relativo alle singole grotte è raccolto in un Catasto Grotte esteso all'intero territorio nazionale. Inoltre i pozzi e i passaggi più impegnativi sono armati con spit che consentono, agganciandovi la corda, di superare in sicurezza ogni difficoltà. Ma allora anche qui non esiste niente di nuovo? Non è vero, gli esperti sostengono, con giusta ragione, che la quasi totalità delle grotte conosciute hanno sempre una continuazione, basta andarla a cercare. Correnti d'aria interne, ispezioni Ira massi di frana accatastati, attenta e minuziosa ricerca negli angoli più interni di una grotta, consentono di individuare nuove prosecuzioni. In genere sono cunicoli da disostruire mediante scavo, da percorrere strisciando nel fango e nell'acqua, ma tutto questa dà la possibilità di accedere a nuove sale e a nuovi cunicoli, che non hanno mai conosciuto la presenza dell'uomo. Questa è l'ultima possibilità, per l'uomo comune, di andare dove nessuno è mai andato, di arrivare dove nessuno è mai arrivato. Si può ben dire, senza tema di essere smentiti speleologia ultima avventura.
Stefano Torri, I racconti di un montanro, 2013

Take nothing but pictures. Leave nothing but footprints. Kill nothing but time.
[Non prendete nulla, solo fotografie. Non lasciate nulla, solo impronte. Non uccidete nulla, solo il tempo].
Motto della Grotta di Baltimora

Una formica nera, sopra una pietra nera, dentro una grotta nera, in una notte nera, Dio la vede.
Proverbio arabo

Chi abita in un nido conosce i venti, chi abita in una grotta conosce le piogge.
Proverbio cinese

Cercare la felicità fuori di noi è come aspettare il sorgere del sole in una grotta rivolta a Nord.
Proverbio tibetano

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: CavernaRifugio - Montagna - Rocce

Nessun commento: