Uggioso - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul tempo uggioso, sulle giornate uggiose e su ciò che provoca uggia. Il termine "uggioso" deriva da "uggia", che in senso concreto significa ombra, mancanza di luce e di sole; e in senso figurato noia, tedio, sensazione di fastidio e di irrequietezza. In alcuni casi, il termine uggioso può riferirsi anche a persona, per indicare un individuo irritante o noioso.
Scrive Niccolò Tommaseo nel suo Nuovo Dizionario dei Sinonimi della Lingua Italiana del 1838: "Se quest'articolo t'uggisce, o lettore, sappi che tu non sei il solo. Uggia, nel proprio, vale l'ombra non sana, gettata dagli alberi, che intristisce i sottoposti germogli. Di cosa che produca importuna tristezza, si disse e si dice in Toscana, che la fa uggia, che viene in uggia, che l'uomo l'ha in uggia, ch'è uggiosa. L'uggia, dunque, è una specie di tedio, congiunto a un principio di tristezza e di avversione alla persona o alla cosa. V'è chi s'uggisce a star solo, v'è chi s'uggisce a stare in compagnia: e l'uggia sociale è più grave di molto: è una specie d'epidemia contagiosa, di cholera morbus. V'è dei giorni più uggiosi degli altri, o per la natura del tempo o per mala disposizione dell'uomo. V'è dei libri uggiosi, e non pochi; dei discorsi uggiosi; degli uomini uggiosi. E gli uomini sono uggiosi o perché sgarbatamente malinconici, o perché sgarbatamente allegri, o perché insistenti, o perché impazienti, o perché stucchi. Stucco, si dice in Toscana d'uomo che di tutto si stucca, a cui nulla va a verso, soverchiamente delicato nel mangiare, nel vestire, nella pulizia di casa, e in altre simili cose. Chi è troppo stucco, con le sue pretensioni vi fa venir l'uggia, è uomo uggioso: ma non è uggioso di natura, si che non si possa correggere".
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'ombra, le nuvole, la noia e il tedio. [I link sono in fondo alla pagina].
Ma che colore ha una giornata uggiosa
ma che sapore ha una vita mal spesa. (Lucio Battisti e Mogol)
Uggioso
© Aforismario

Sogno di abbracciare un amico vero / che non voglia vendicarsi su di me di un suo momento amaro / e gente giusta che rifiuti d'esser preda / di facili entusiasmi e ideologie alla moda / Ma che colore ha una giornata uggiosa / ma che sapore ha una vita mal spesa.
Lucio Battisti e Mogol, Una giornata uggiosa, 1980

Anche questo tempo invernale freddo, uggioso può essere un invito ad abitare con se stessi e cercare il silenzio e la buona solitudine, un'occasione per pensare, per leggere e non sciupare la vita in un viavai frenetico.
Enzo Bianchi, su Twitter, 2018

L'uggia del "non accade nulla" viene sempre sconfitta dal disgusto di ciò che finalmente accade.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Vi sono libri di scarso valore e di nessunissimo impegno che nei momenti di trascuratezza mentale o di uggia la nostra mano estrae dagli scaffali e sottopone agli occhi, per un ignobile rilassamento dello spirito. Poiché quei momenti sono assai più frequenti di quel che si voglia, accade proprio ai libri di poco conto di ricevere una insulsa e indebita attenzione. Non accade soltanto con i libri.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Io gli uomini in casa non ce li posso vedere. Meglio vagabondi che uggiosi.
Carlo Cassola, Fausto e Anna, 1975

Più sguarnito, più diseredato del troglodita, il civilizzato non ha un momento per sé, i suoi svaghi stessi sono febbrili e opprimenti: un forzato in ferie, che soccombe all'uggia dell'inattività e all'incubo delle spiagge.
Emil Cioran, La caduta nel tempo, 1964

Il peggio non è l'uggia o la disperazione ma il loro incontro, la loro collisione. Essere schiacciati fra l'una e l'altra!
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Chi non ha visto piovere a Londra, non ha visto Londra; ed io ebbi questo piacere la mattina che andai a vedere il tunnel sotto il Tamigi. Capii allora come con quel tempo, si possa esser presi dalla tentazione di tirarsi una pistolettata. Le case sgocciolano, come se sudassero; l’acqua non par che scenda soltanto dal cielo, ma che trapeli dai muri e dalla terra; i colori cupi delle case diventan più cupi, e pigliano un’apparenza oleosa; le imboccature dei vicoli sembrano imboccature di grotte; tutto par sucido, logoro, muffoso, sinistro; l’occhio non sa dove rivolgersi, che non incontri qualcosa di sgradevole; si senton dei brividi che fan l’effetto dell’assalto improvviso d’un malanno; si prova un senso molesto di stanchezza, un’uggia d’ogni cosa, una voglia inesprimibile di sparire come un lampo da questo mondo noioso.
Edmondo De Amicis, Ricordi di Londra, 1874

Si sentiva rotta la persona come se avesse fatto quella notte venti leghe a piedi per domare un'agitazione febbrile, cresciuta invece con la spossatezza del corpo. Gli venne l'idea di uscire per una lunga corsa sui bastioni ma poi non ne fece nulla. Rimase un pezzo seduto sul letto a guardar dalla finestra il cielo freddo, uggioso come di febbraio, i tetti lucidi, e contro le scure finestre opposte, i fili tremoli della piova che sussurravano sulle tegole come uno strascico di veli leggeri e schiamazzavano nel cortile sotto i canali.
Antonio Fogazzaro, Malombra, 1881

Mi vedo invecchiare come una pioggia uggiosa.
Dacia Maraini, Dimenticato di dimenticare, 1982 

Io quando lavoro mi annoio anche se è divertente. È la parola lavoro che mi uggia. Sono capace di divertirmi con un hobby noioso, purché sia un hobby.
Marcello Marchesi, Diario futile, 1963

Tutta l’amarezza ritardata della mia vita sveste, ai miei occhi senza sensazione, l’abito di allegria naturale di cui fa uso nelle evenienze prolungate di ogni giorno. Noto che, pur tante volte allegro, tante volte contento, sono sempre triste. E ciò che in me verifica questo è dietro di me, come se si sporgesse sul mio appoggiarmi alla finestra, e osserva da sopra le mie spalle, o persino da sopra la testa, con occhi più intimi dei miei, la pioggia lenta, ormai un po’ ondulata, che filigrana di movimento l’aria grigia e uggiosa.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Il futuro, emotivamente parlando, è più importante del passato, e anche del presente. «Tutto è bene quel che finisce bene» è una massima del comune buon senso. «Tante mattine uggiose si trasformano in splendide giornate» è ottimismo, laddove il pessimismo dice il contrario. E così, emotivamente, il nostro punto di vista sull'universo, o buono o cattivo, dipende dal futuro, da ciò che sarà.
Bertrand Russell, Perché non sono cristiano, 1927

Quando son festa e giochi tutto l'anno, passare il tempo solo negli svaghi è tanto uggioso quanto lavorare. 
William Shakespeare, Enrico IV, 1598

Dopo 1'acqua e l'uggia di questi giorni passati, il sereno squillante del cielo mi pareva il sorriso di una nuova amante : il sole che invermigliava le foglie secche e colava a chiazze sui tronchi delle querce e sul!'erba smorta : una promessa di vita gloriosa, dolce in eterno.
Ardengo Soffici, Giornale di bordo, 1915

L'umor nero o brioso dell'uomo io credo derivi in buona parte dalla tetraggine o dalla letizia degli oggetti che primi gli feriscono il senso. Io per me, la resistenza che io provo a manifestare con atti e con parole la gioia degli affetti e la pace de'pensieri, l'attribuisco in parte ai vetri tondi che rendevano uggiosa la casa, fabbricata da mio avo, in cui nacqui.
Niccolò Tommaseo, Sull'educazione, 1834

Lo zelo uggioso bada più alla soddisfazione propria che al bene dei prossimi.
Niccolò Tommaseo, Dizionarietto morale, 1867

Né troppo pigiare sulle regole generali, né troppo sulle eccezioni, è buona via e d’insegnare e d’apprendere. Quelli che non veggono altro che il generale principio, sono talvolta caponi; quelli che non veggono altro che le eccezioni, sono sovente insolenti e uggiosi.
Niccolò Tommaseo, Dizionarietto morale, 1867

- Piove! - era la parola uggiosa che correva su tutte le bocche, con accento di malumore.
Giovanni Verga, Nedda, 1874

Otto cose fanno trista la casa: moglie uggiosa, tetto da cui piove, camino che fa fumo, finestra senza vetri, serva gravida, latrina puzzolente, scala rotta e vicino tartaglione.
Proverbio italiano

Se Maggio è rugginoso, l'uomo è uggioso.
Proverbio italiano

Troppo lieto è pericoloso, troppo triste è uggioso.
Proverbio italiano

Al povero don Uggia che non gli funzionava il confessionale.
Proverbio italiano [1]

Note
  1. Quando uno non ha voglia di fare una cosa (ne ha, appunto, uggia) e trova scuse poco buone. Si racconta, a proposito di confessionali inefficienti, che avendo fatto fare i confessionali nuovi, un prete li volle provare e, messo il sacrestano dalla parte del penitente, apri lo sportelletto e domandò: – Figliolo, chi è che mi porta via sempre i quattrini dalla cassetta delle elemosine? Il sacrestano si alzo` subito dicendo: – Ma questo confessionale non funziona: non si sente niente... Proviamo a cambiare di posto. Il sacrestano, passato dalla parte del prete, chiese a questo che s’era inginocchiato come penitente: – Figliolo, chi è che ogni tanto mi va a letto con la moglie? –È vero, saltà su il prete, hai ragione: questo confessionale non funziona.[Carlo Lapucci, Dizionario dei proverbi italiani © Mondadori 2007].
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Ombra - Nuvole - Noia - Tedio

Nessun commento: