Roger Munier - Aforismi, frasi e citazioni

Selezione di aforismi, frasi e citazioni di Roger Munier (Nancy 1923 - Vesoul 2010), scrittore, traduttore e critico francese. L'essenza dell'opera letteraria di Roger Munier è composta da frammenti e annotazioni che, sulla linea di confine tra filosofia e poesia, tentano un nuovo approccio della realtà.
Come nota Adriano Marchetti: "La forma varia dalla poesia breve alla prosa lirica, dalla lunga meditazione all'aforisma, ma al suo fondo resta perlopiù ancorata [...] ad alcuni assi privilegiati: l’enigma della bellezza sensibile, il disvelamento dell’essere, la stupefazione, l’attesa del senso, il mistero dell’identità, la morte e il nulla. Roger Munier cerca una parola nuova per il pensiero all'intersezione della filosofia e della poesia. «In fondo manca una sola parola che tutte le altre cercano di sostituire, febbrilmente.»". [Moralisti francesi classici e contemporanei, Rizzoli, 2008].
Le seguenti citazioni di di Roger Munier sono tratte da Il meno del mondo (Le moins du monde, 1982) e Proverbi (Proverbes, 1992).
Roger Munier
Il meno del mondo
Le moins du monde, 1982
Selezione Aforismario

Aforisma: perché sviluppare, e anche come? Non si prolunga il lampo.

C'è la bellezza e c'è il senso. Il senso non va sempre con la bellezza, né la bellezza con il senso. 

Ciò che non ha nome è tale perché ha tutti i nomi.

Col dolore si fa pochissima arte. E niente del tutto con il proprio.

Colui che trova è sulla via. Per aver trovato. Non per ciò che ha trovato.

Il fondo dell’enigma indicherebbe che non ci sono enigmi né suspense? Che proprio in ciò consiste l’enigma?

Il mondo, quando lo penso, è il mondo in cui io non sono.
[Le monde, quand je le pense, est le monde où je ne suis pas].

Il pensatore non è creatore. È veggente.

Il vero silenzio è una parola. Una parola che svanisce.
[Le vrai silence est une parole. Une parole qui s'évanouit].

Il vuoto è in noi. Non è necessario produrlo. Basta trovarlo.

In una cosa, il solo e unico fatto che essa è, non ha eguali, non ha inizio né fine.

L’uomo è ciò che non si spiega. In tutti i sensi del termine.

La carezza accarezza l’altro corpo. Ma chi accarezzerà la carezza? La carezza non è accarezzata. La parola non è parlata. L’amore non è amato.

La parola è la cosa – perché no? Perché la cosa in fondo non è che un abuso di linguaggio. Non ci sono cose. Ci sono solo parole.

La vita non è una corrente continua. Bisogna nascere a ogni istante.

La vita non si riproduce. Si dissemina.

L'intelligenza non è che memoria. Dolente e radiosa memoria.

L'irrealtà del mondo è nella sua folgorante realtà.

L'uomo è ciò che non si spiega. In tutti i sensi del termine.

L'uomo non è la misura delle cose. È soltanto il loro inquieto pilota.

Non è il sonno a provocare il sogno. È il sogno che chiama il sonno.

Non esiste un centro. C’è soltanto un luogo infinito sparso, un infinito ambito.

Non si ama sé stessi. Si difende la propria identità. E talvolta contro sé stessi.

Non si esce dal mondo eludendolo. Se ne esce aggravandolo.

Santità del desiderio. Vizio e disordine sono unicamente là dove non c’è più realmente desiderio.

Tutta una vita per imparare ad ascoltare questo mormorio del vento nelle foglie, questo fruscio di ogni foglia, foglia contro foglia, poi di tutto l’albero fremente…
Aforisma: perché sviluppare, e anche come?
Non si prolunga il lampo. (Roger Munier)
Proverbi
Proverbes, 1992 - [Traduzione dal francese di Aforismario]

C'è qualcun altro, un terzo, nello specchio, chi guarda colui che vede.

Di tutte le cose, la luce è la più invisibile.
[De toutes choses, la lumière est la plus invisible].

Dio non è la voce delle cose, no. ma forse il loro silenzio.
[Dieu n'est pas la voix des choses, non. Mais peut-être leur silence].

Esercizio: prova a sentire ciò che senti quando non senti niente.
[Exercice: tâcher de ressentir ce qu'on ressent quand on ne ressent rien].

L'acqua senza forma, prende tutte le forme, si accontenta di tutto.
[L'eau sans forme, prend toutes les formes, se contente de toutes].

Non cercare chi sei. Precediti.

Si ha davvero "l'eternità davanti a sé".
[On a vraiment «l'éternité devant soi»].

Note
  1. Le citazioni di Roger Munier tratte da Il meno del mondo sono state tradotte dal francese da Adriano Marchetti in Moralisti francesi classici e contemporanei, Rizzoli, 2008.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni di: Robert Sabatier - Jude Stéfan - Bertrand Vac

Nessun commento: