Cane e Padrone - Aforismi, frasi e proverbi

Raccolta di aforismi, frasi e proverbi sul rapporto tra il cane e il suo padrone (o proprietario). In appendice, sono riportati anche: una raccolta di slogan contro l'abbandono dei cani, e il celebre epitaffio composto dal poeta George Gordon Byron in occasione della morte del suo amatissimo cane. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sui cani, i cuccioli, sul confronto tra cani e gatti e sul rapporto tra esseri umani e animali. [I link sono in fondo alla pagina].
Il mio obiettivo nella vita è diventare la persona migliore
che il mio cane pensa già che io sia.
Cane e Padrone
© Aforismario

Mostrami il tuo cane e ti dirò chi sei.
Riccardo Bacchelli, Giorno per giorno dal 1922 al 1966, 1968

I cani hanno padroni, i gatti hanno servitori.
Dave Barry [1]

Il tempo che impiega un cucciolo a imparare dove deve fare i bisogni è direttamente proporzionale al costo del tappeto dei suoi padroni.
Arthur Bloch, Leggi di C. H. Fish sul comportamento animale, La legge di Murphy II, 1980

Il cane privato del collare vaga per le strade assolate di agosto, avanti e indietro, avanti e indietro smarrito, ad uno ad uno guarda i radi passanti, frastornato riconosce le vie già percorse, sfinito si arresta e alzando il muso ulula, interminabile lamento. Non dubita neppure per un attimo del padrone, dubita di proprie colpe involontarie, con l'ululo senza fine chiede per esse perdono e implora l'invisibile di venire riammesso alla scomparsa felicità.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

La grande gioia di avere un cane è quella di poterti rendere ridicolo davanti a lui: non soltanto non ti rimprovererà, ma anche lui farà lo stesso.
Samuel Butler, Taccuini, 1912

Addio dunque, gentile cagnolino che non scodinzoli più, che non avrai più una cuccia, temo, né il prato, né la palla, né il padrone. Tu morrai in crudele solitudine senza saper d’essere un Eroe della Storia, un Simbolo del Progresso, un Pioniere degli Spazi. Ancora una volta l’uomo ha approfittato della tua innocenza, ha abusato di te per sentirsi ancora più grande e darsi un mucchio di arie.
Dino Buzzati, su Corriere della Sera, 1957 (in riferimento a Laika, cane inviato nello spazio)

I padroni sono distratti quando i cani cagano sul marciapiede.
Rinaldo Caddeo, Etimologie del caos, 2003

Per questo i cani piacciono tanto: quando vedono il loro padrone, pare che impazziscano dalla gioia. E naturalmente non si può fare a meno di voler loro bene. 
Dale Carnegie (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

È necessario che i cani e i gatti siano i padroni dei loro padroni, perché talvolta coloro che hanno delle bestie sono davvero più bestie di loro. 
Georges Courteline, La filosofia di Georges Courteline, 1922

Il cane più mite assale furibondo il rivale, non solo per strappargli un osso, ma anche se sente che il padrone lo trascura e gli preferisce l'altro.
Helene Deutsch, Psicologia della donna, 1948/54

Più diminuiscono i padroni e più aumentano i cani
Ennio Flaiano, Frasario essenziale, 1959/72 (postumo, 1986)

Quel cane che va in motocicletta col suo padrone e tiene le zampe ben ferme sul manubrio, guardando avanti a sé, senza distrarsi, ci fa ridere perché è convinto di essere un uomo. Questa convinzione è diffusa tra i cani che, specie nelle città, tendono ad una condotta antropomorfa: camminano sui marciapiedi, salutano dando la zampa, partecipano a concorsi, si nutrono razionalmente, coltivano il senso della proprietà difendendo i loro giocattoli e le loro poltrone, esigono le loro passeggiate, trattano con distacco i domestici. Naturalmente, sono un po’ razzisti. L’unica attività che non li interessa è la politica. Durante i comizi, lo spettacolo più comune che è dato osservare è questo: cinque o sei cani che, nello spazio lasciato libero dalla folla, giocano spensieratamente, si annusano, si mordono, tentano di sopraffarsi, spesso in maniera indecente, insensibili ai concetti elevati che l’oratore intanto va sviluppando: Libertà, Democrazia, Giustizia, Una Migliore Amministrazione. Gli applausi e le grida non li turbano, sanno di che si tratta. Ma ecco, scoppia un tumulto. Prima ancora che la polizia intervenga, i cani scappano come frecce, sono già fuori tiro. Con tanti cani che vanno ai comizi, avete mai sentito dire di uno che sia stato preso e picchiato?
Ennio Flaiano, Diario notturno, 1956

Il cane è il miglior amico dell’uomo e il padrone ci soffre.
Corrado Guzzanti [1]

Guarda il tuo cane negli occhi e non potrai affermare che non ha un'anima.
Victor Hugo (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Un padrone che scacci via il suo asino o il suo cane, perché ormai inservibili, rivela un animo meschino.
Immanuel Kant, Lezioni di etica, 1775/80 (postumo)

Chi non ha tenuto con sé un cane, non sa cosa sia amare ed essere amato.
Mariano José de Larra, Il paggio di don Enrique il Dolente, 1834

La devozione emotiva di un cane per il suo padrone cos'altro è se non un qualcosa che assomiglia a quel tipo di amore tutto desiderio struggente e ansia di tenerezza, che è l'amore romantico?
Doris Lessing, Memorie di una sopravvissuta, 1974

Il cane di città è un intellettuale integrato; conosce i semafori, attraversa la strada con competenza pedonale, non di rado si attiene alle strisce. Nella sua dissennata devozione per l’essere umano, procede con cautela, mai discostandosi troppo dal «padrone».
Giorgio Manganelli, Improvvisi per macchina da scrivere, 1973/88 (postumo 2014)

Il guinzaglio è una corda che permette al cane di condurre a passeggio il padrone.
K. Moy [1]

Non mi piace neanche il cane, il pigro e scodinzolante parassita, che solo come servo degli uomini è diventato «cane», e che essi sogliono per di più elogiare dicendo che è fedele al padrone e lo segue come la sua ombra.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

Non è che non mi piacciono i cani; è che finiscono con l'assomigliare ai padroni.
Marco Oliverio (Aforismi inediti su Aforismario)

Argo, il fido can, poscia che visto ebbe, dopo dieci anni e dieci, Ulisse, gli occhi nel sonno della morte chiuse.
Omero, Odissea, VI sec. a.e.c.

Cani si nasce, padroni si diventa.
Patrick Pageat [1]

Uno crede di portare fuori il cane a fare pipì mezzogiorno e sera. Grave errore: sono i cani che ci invitano due volte al giorno alla meditazione.
Daniel Pennac, La fata carabina, 1987

Il mio cane è un disastro come cane, ma come persona è insostituibile.
Johannes Rau [1]

Dal punto di vista del cane, il suo padrone è un cane astuto e allungato in modo anomalo.
Mabel Louise Robinson [1]

Anche l’uomo, come il cane, è fedele. Al proprio cane.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Possedevo un cane che mi avevano regalato cucciolo [...]. Cane, non bello, ma raro nella sua specie, del quale avevo fatto il mio compagno, il mio amico, e che certamente meritava quel titolo meglio della maggior parte di quanti l’hanno assunto.
Jean-Jacques Rousseau, Le confessioni, 1782/89

Cane. Vorrebbe sfogare i suoi istinti (appena coperti) e, al tempo stesso, conservarsi l'amore del padrone. Ma l'una cosa e l'altra non può. Trema. Ha senso di colpa. Guarda i suoi occhi; so che li guardi volentieri, che li capisci, che ti sono anche troppo fraterni...
Umberto Saba, Scorciatoie e raccontini, 1946

Bell’animale il cane! Fedele fino all'imbarazzo al suo padrone umano e, all'occasione, aggressivo o opportunista con tutti gli altri, compresi i propri simili. Del resto, soltanto un essere scodinzolante capace di amore incondizionato, di cieca fedeltà e di dedizione assoluta poteva diventare “il migliore amico dell’uomo”.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

Detesto le persone che hanno un cane. Sono dei vigliacchi che non hanno il coraggio di mordere la gente da sé.
August Strindberg, Diario di un pazzo, 1895

Quante persone sono come i cani, che vanno in cerca di un padrone!
Anne-Sophie Swetchine [1]

Cane: animale che conduce il proprio padrone al guinzaglio.
Renato Taddei [1]

Se ogni cane ha bisogno di un padrone, ogni uomo ha bisogno di un cane, anche se non lo sa.
Marco Valcarenghi [1]

Se non hai un cane – almeno uno – non c'è necessariamente qualcosa di sbagliato in te, ma ci può essere qualcosa di sbagliato nella tua vita.
Vincent Van Gogh (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il mio piccolo vecchio cane − un cuore che batte ai miei piedi.
Edith Wharton, citato su The Placidian, 1931

Autori sconosciuti
  • Dio, ti prego, fammi essere la metà dell'uomo che il mio cane crede io sia.
  • Il mio obiettivo nella vita è diventare la persona migliore che il mio cane pensa già che io sia.
  • Padrone felice, cane felice.
  • Posso addestrare qualsiasi cane in cinque minuti. Addestrare il padrone richiede più tempo.
  • Se hai un cane, hai un amico a vita.
  • Un cane può esprimere di più con la sua coda in pochi secondi, che il suo proprietario con la sua lingua in delle ore.
  • Uno dei motivi per cui un cane può essere di conforto è che quando ti senti giù, lui non cerca di capire il perché.
"Un illustre membro della società umana", Edwin Landseer, 1838
Epitaffio per un cane
Testo in italiano dell'epitaffio fatto incidere dal celebre poeta inglese George Gordon Byron sulla tomba del suo amatissimo cane presso l'Abbazia di Newatead, in Scozia. Il cane era un terranova di nome Boatswain morto a causa della rabbia.
"Qui sono sepolti i resti / di chi possedeva bellezza senza vanità, / forza senza insolenza, / coraggio senza ferocia, / e tutte le virtù dell’uomo senza i suoi vizi. / E questa lode / che non sarebbe che una mendace adulazione / se di resti umani si trattasse / non è che un giusto omaggio / alla memoria di Botswain / che nacque a Terranova nel maggio 1801 / e morìa Windsor il 18 novembre 1815".

Proverbi su Cane e Padrone
  • A buon cane non manca padrone.
  • Bisogna rispettare il cane per il padrone.
  • Chi tocca il cane, tocca il padrone.
  • Il cane rode l'osso perché la carne la mangia il padrone.
  • Il padrone ce l'hanno i cani.
Proverbi africani
  • Quando un cane morde il padrone vuol dire che ha la rabbia.
  • Il cane non dimentica il padrone.
  • Il cane conosce il suo padrone, ma non il padrone del suo padrone.
  • Il cane resta presso il padrone che lo nutre.
  • Il padrone del cane non obbedisce alla voce del suo cane.
  • Se percuoti il cane, percuoti il suo padrone
  • Solo il padrone può riprendersi l'osso dalla gola del cane.
Non si tradisce un amico, non si abbandona un cane.
Slogan contro l'abbandono dei cani
  • Abbandonare un animale è un crimine
  • Boia chi li molla
  • Cerco un padrone di razza. Il bastardo l'ho già avuto
  • Chi abbandona un cane tradisce un amico*
  • Gli animali non sono giocattoli
  • Ho sedotto e abbandonato, ma non il mio cane
  • Il tuo cane farebbe di tutto per non lasciarti solo
  • Il vero bastardo sei tu che l'abbandoni
  • L'abbandono di un animale è un reato penale
  • Non abbandonare i tuoi amici
  • Non abbandonare il tuo cane, lui non lo farebbe mai
  • Non mi abbandonare. Mi fido di te
  • Non si tradisce un amico, non si abbandona un cane*
  • Questa estate io non ti abbandono
  • Se lo abbandoni lo condanni a morte
  • Se lo abbandoni muore
  • Tu di che razza sei? Umana o disumana?
  • Un amico non si abbandona mai
Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Cane - Cucciolo - Cane e Gatto - Umani e Animali

Nessun commento: