Fianchi - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sui fianchi delle donne e sul fianco dell'uomo. I fianchi comprendono le parti laterali del corpo umano che vanno dalle ultime coste all'anca. In particolare, di una donna si dice che è di fianchi larghi o stretti per dire che è larga o stretta di bacino.
A questo proposito, scrive Piero Angela: "Esiste anche un altro parametro universale che entra in gioco nell'attrazione per quanto riguarda la donna: il rapporto vita-fianchi. Le ricerche fatte in proposito mostrano che ovunque gli uomini preferiscono un corpo femminile a forma di clessidra anziché di uovo o di pera. Un rapporto ottimale tra vita e fianchi risulta essere di 0,67. Vale a dire un rapporto di due a tre. Il che corrisponde alle famose misure di Marilyn Monroe, 90-60-90". [...] Ma perché la clessidra è preferita alla pera o all'uovo? Perché questa forma si addice proprio all'esigenza primaria della riproduzione. Essa segnala a un maschio che la donna in questione è giovane, fertile e sana. Infatti questo rapporto vita-fianchi è tipico di una donna giovane, e rappresenta, per così dire, il profilo dei suoi ormoni sessuali, con la collocazione dei grassi di riserva nei punti giusti. Una diversa distribuzione del grasso corporeo potrebbe invece significare qualche problema di salute". [Ti amerò per sempre, 2005].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul sedere, la pancia, le gambe e la grassezza. [I link sono in fondo alla pagina].
− È bella − mormorò Winston. − Ha i fianchi larghi almeno un metro −
disse Julia. − È il suo modo di essere bella. (George Orwell)
1. Fianchi
© Aforismario

Ogni caramella che mangiamo scende impietosa fino ai fianchi e poi ci tocca pagare la debolezza con diete e palestre a non finire.
Isabel Allende, Afrodita, 1998

Sono una Venere primitiva, una piccola dea della fecondità dal corpo nudo di alabastro, i fianchi larghi e generosi, il ventre prominente e i seni cadenti fino alle cosce rotonde, unite l’una accanto all'altra in un atteggiamento timido, un po’ buffo. Più donna che gazzella: tutto in me è un invito alla carne, non alla contemplazione.
Muriel Barbery, Estasi culinarie, 2000

Busto [...]. Corpetto con le stecche che serve a stringere i fianchi ed evidenziare il seno. Ancora oggi esso viene utilizzato, ma con una raccomandazione: come durante le crociere si fanno gli addestramenti per l'eventuale uso dei gommoni da salvataggio, così si deve fare l'addestramento per l'uso del busto. Infatti sia nell'uno che nell'altro caso basta tirare un filo sbagliato e scoppia tutto.
Giobbe Covatta, Sesso? Fai da te!, 1996

Una donna che marcia come un bersagliere non può certo competere con una donna che cammina felina, muovendo i fianchi e il sedere a destra e a sinistra, ascoltando il fruscio della stoffa che la accarezza e le fa assaporare il potere del sentirsi bella. Riprendiamoci questo potere: non si capisce perché una donna debba rinunciare a valorizzare una parte di sé, quando questa concorre a definirne l'identità.
Eliselle, 101 modi per diventare bella, milionaria e stronza, 2010

Non c'è nulla di più sensuale di una donna consapevole di essere splendida quando si muove e ondeggia i fianchi con un paio di stiletto da sogno, che la sostengono e la proiettano verso il cielo.
Eliselle, 101 modi per diventare bella, milionaria e stronza, 2010

Non è importante avere una circonferenza standard, quello che importa davvero è come si fanno muovere i fianchi. E di conseguenza, il tuo sedere. Quindi, lascialo muovere, ma con classe!
Eliselle, ibidem

Cent'anni fa la magra veniva evitata come la peste: i fianchi stretti erano segno di possibile sterilità, la magrezza lasciava intendere una salute cagionevole, e per questo erano le femmine in carne a essere preferite. Questo istinto di riproduzione è sempre stato alla base delle valutazioni sulla donna.
Eliselle, 101 modi per diventare bella, milionaria e stronza, 2010

I fianchi sono larghi perché dentro c'è una culla in avorio satinato per la nuova vita. I fianchi della donna sono portali, le maniglie per l'amore, il luogo dietro a cui i bambini possono nascondersi.
Clarissa Pinkola Estés, Donne che corrono coi lupi, 1992

Il mondo implora conforto, chiede i fianchi e i seni delle donne. Mille mani sono tese, mille voci risuonano, in cerca della nostra attenzione.
Clarissa Pinkola Estés, Donne che corrono coi lupi, 1992

Ah! Non si stancava mai di contemplare quella bocca piena di stelle, quelle guance sode e a sentir lei troppo paffute, quei fianchi colmi e a sentir lei troppo cicciuti, quelle cosce piene e a sentir lei gonfie di cellulite.
Oriana Fallaci, Insciallah, 1990

Era tonda, con la pancia tonda, le spalle tonde, i fianchi tondi, e sorrideva sempre, era sempre allegra. Per questo piaceva agli uomini. C'era sempre qualcosa nella pentola che teneva sul fuoco.
Patricia Highsmith, Piccoli racconti di misoginia, 1977

Mi manca di lei quel suo gioco di fianchi mentre cammina a due passi da me; quel suo saper come essermi strada mentre mi perdo a due passi da noi.‬
Andrea Lerario (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ho scoperto di avere le misure classiche 90-60. Ma non di seno e fianchi. Per adesso solo di pressione.
Luciana Littizzetto, La principessa sul pisello, 2002

Io quasi quasi mi faccio liposucchiare. Qui sui fianchi. Chissà cosa non viene fuori. Minimo minimo tre crème brulé, otto porzioni di tiramisù e una faraona con noci intera. Per coscia ovviamente.
Luciana Littizzetto, Col cavolo, 2004

Vide come si muoveva. La promessa del godimento stava nei fianchi, nel passo falcato, in qualcosa che emanava da lei come un'ebbrezza di dominio.
Ferruccio Masini, Aforismi di Marburgo, 1983

Ogni minimo peccato di gola resta scritto sui fianchi a caratteri di ciccia indelebile. È ingiusto che una focaccia alla panna, buona com'è, si trasformi in un rotolo di cellulite. Eppure è così.
Gianni Monduzzi, Il manuale della playgirl, 1985

Quand’ero ragazzino la moda era per i fianchi larghi: tutte le donne erano prosperose. Ora va di moda il sedere stretto: tutte ce l’hanno stretto. Che i fianchi femminili siano regolabili?
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

La donna è musica. Anzi, uno strumento musicale. Quando parla, tutto il suo scheletro entra in risonanza. Dalle vibrazioni armoniche si può dedurre se ha fianchi snelli e culo largo. Un orecchio maschile esercitato riesce persino a capire se ha caviglie e polsi sottili.
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

A che servono quei grossi bastioni di cui le nostre donne hanno cominciato a guarnirsi i fianchi, se non ad allettare la nostra voglia e attirarci a esse allontanandocene?
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/88

− È bella − mormorò Winston.
− Ha i fianchi larghi almeno un metro − disse Julia.
− È il suo modo di essere bella.
George Orwell, 1984, 1949

La vita è una donna sdraiata, con seni accostati e rigonfi, con una gran pancia liscia e molle fra i fianchi sporgenti, con braccia sottili, cosce piene e occhi socchiusi, che nella sua provocazione splendida e beffarda esige il nostro più fervido ardore.
Georges Perec, La vita, istruzioni per l'uso, 1978

Sotto molti aspetti, l'opera epuratrice della selezione naturale è costantemente contrastata nella specie umana dal progresso della civiltà. I fianchi delle donne tendono a restringersi per la sola ragione che, grazie allo sviluppo dell'ostetricia, le donne dal bacino troppo stretto possono lasciare una discendenza. Così in tutto.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1954

Ad alcune persone i fianchi si ingrossano con gli anni a causa del naturale e progressivo spostarsi dell'intelligenza dalla testa al culo.
Gualtiero Schiaffino, Verba volant, 1990

Il sesso femminile, di statura bassa, di spalle strette, di fianchi larghi e di gambe corte, poteva essere stato chiamato il bel sesso soltanto dall'intelletto maschile obnubilato dall'istinto sessuale: in quell'istinto, cioè, risiede tutta la bellezza femminile.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Non sono i suoi fianchi che sono grossi, è la sua testa che è piccola!
Alberto Sordi [1]

Le curve dei tuoi fianchi sono come monili, / opera di mani d'artista. / Il tuo ombelico è una coppa rotonda / che non manca mai di vino drogato. / Il tuo ventre è un mucchio di grano, / circondato da gigli.
Cantico dei Cantici, Antico Testamento, IV sec. a.e.c.

Afrodite aveva le tette piccole, le cosce grosse e i fianchi larghi... Eppure era la Dea della bellezza.
Anonimo

Dopo una certa età tutto inizia ad andare a rotoli, specie su fianchi e pancia.
Anonimo

Un uomo dovrebbe essere più originale di un mazzo di rose e una scatola di cioccolatini. I fiori muoiono e lo zucchero vai nei fianchi come la registrazione permanente di un crimine.
Anonimo

Donna senza fianchi, non ti lagnare che ti manchi.
Proverbio

La donna dal corpo perfetto ha tanto di fianchi quanto di petto.
Proverbio

2. Fianco
© Aforismario

Se Dio avesse creato la donna come signora dell'uomo, l'avrebbe ricavata dalla testa dell'uomo; se l'avesse creata come sua schiava, l'avrebbe ricavata dai suoi piedi; l'ha tolta invece dal suo fianco, perché fosse sempre la sua compagna di viaggio.
Agostino d'Ippona (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Dio rimise la costola nel fianco di Adamo, con un ,soffio gli spense il respiro e rimpastò l’argilla.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

Non sono al tuo fianco, [...], io sono il tuo fianco. Sei la parte mancante che torna da lontano a combaciare.
Erri De Luca, Il giorno prima della felicità, 2009

Mai come quando amiamo prestiamo il fianco alla sofferenza.
Sigmund Freud (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Si possono nutrire, fare ingrassare la pancia e i fianchi, ma non il cervello.
Friedrich Hebbel, Diari, 1835/63 (postumo 1885/87)

Un uomo senza una donna è come un fianco senza spina.
Anonimo

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Sedere o Culo - Pancia - Addominali - Grassezza e Obesità

Nessun commento: