Rettili - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi e citazioni sui rettili (dal latino reptilis "strisciante"). Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sui serpenti, i coccodrilli, le lucertole, i camaleonti, le tartarughe  e i dinosauri. [I link sono in fondo alla pagina]
Molti credono che i rettili e gli anfibi siano animali primitivi, lenti, stupidi
e aggressivi; in realtà sono molto sofisticati, astuti, affettuosi
e incredibilmente belli. (David Attenborough)
Rettili
© Aforismario

Siamo parte di un unico processo di affermazione della vita, e le sue leggi che attraversano ineluttabilmente il nostro patrimonio biologico ancestrale fa di noi i ricapitolatori e gli esecutori dell’evoluzione. Portiamo in noi il cervello dei rettili, alla base degli emisferi cerebrali, al di sotto della corteccia. Portiamo in noi la spinta a delimitare il nostro territorio, la gelosia sessuale. E, con lo sviluppo della nostra psiche, l’invidia ci porta a confrontarci con chi ci è vicino, a desiderare ciò che lui possiede.
Francesco Alberoni, Valori, 1993

Tutte le infinite sensazioni e percezioni degli esseri viventi, da quelle del protozoo, dell’insetto, del rettile, e poi via via fino alle nostre concezioni storiche e a quelle che produrremo nel futuro, sono altrettante emergenze evolutive.
Francesco Alberoni, Valori, 1993

L’animale ci può apparire brutto. Soprattutto certi tipi di animali come i rettili, gli insetti. Mostruoso, diciamo, orribile, viscido, ripugnante. Cosi segnaliamo fra noi e questi animali una distanza profonda, un ripudio che affonda le sue radici negli strati più arcaici della evoluzione, geneticamente condizionati.
Francesco Alberoni, Valori, 1993

Uno dei fenomeni più importanti dei nostri tempi è la capacità di apprezzare, di trovare belli, ammirevoli gli animali - insetti, rettili, scimmie - che, per millenni, abbiamo visto brutti o mostruosi. è il prodotto dello studio della zoologia, della biologia, una conseguenza dell’atteggiamento scientifico che ne ha scoperto la complessità, il miracoloso adattamento all'ambiente.
Francesco Alberoni, Valori, 1993

Molti credono che i rettili e gli anfibi siano animali primitivi, lenti, stupidi e aggressivi; in realtà sono molto sofisticati, astuti, affettuosi e incredibilmente belli.
[Reptiles and amphibians are sometimes thought of as primitive, dull and dimwitted. In fact, of course, they can be lethally fast, spectacularly beautiful, surprisingly affectionate and very sophisticated].
David Attenborough, Il meraviglioso mondo dei rettili e degli anfibi, 2013

L'amore è come un rettile, gli tagli la coda e gliene cresce un'altra.
Sarà Christopher Baer (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Gli zoo ingannano i loro visitatori per il modo in cui sono collocate le diverse specie. Gli uccelli sono naturalmente nel reparto uccelli, mentre i coccodrilli vengono sempre segregati nel reparto rettili con le altre bestie squamose, sprovviste di penne. In questo modo, il visitatore torna a casa totalmente persuaso che i coccodrilli sono rettili, mentre gli uccelli rappresentano un gruppo completamente diverso caratterizzato dal volo e dal piumaggio — tratti "non-rettiliani". Ma i corpi di un tacchino e un coccodrillo, messi l'uno accanto all'altro sul tavolo di un laboratorio, sarebbero in grado di evidenziare quanto torto hanno gli zoo, nel momento in cui venissero aperti i rispettivi stomaci. L'anatomia dei loro ventrigli è una prova robusta della stretta parentela tra i due animali e del fatto che essi andrebbero messi insieme nella classificazione zoologica, se non nei giardini zoologici.
Robert T. Bakker, The Dinosaur Heresies, 1986

Non dimentichi mai che lo spirito umano è sorto come arma di morte e come tremendo strumento di vendetta, non già come flemma dei democratici: serviva alla lotta contro i coccodrilli dei mari
preistorici e contro i rettili squamati delle caverne - non come piumino da cipria!
Gottfried Benn, Lettera a Gertrud Hindemith, 1930

Rettile. Una cosa che vive grazie alla vergogna di una donna.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

L'uomo che non cambia mai le sue opinioni è come l'acqua stagnante, e alleva i rettili della mente.
[The man who never alters his opinions is like standing water, and breeds reptiles of the mind].
William Blake, Il matrimonio del Cielo e dell'Inferno, 1790/93

Vi sono molti uomini, che rassomigliano molto a certi rettili, i quali nelle tenebre hanno un grande splendore, che tosto scompare allo sparir di quelle.
Matthieu Bonnafous, Riflessioni filosofico-morali, 1816

La leggenda biblica della mela e del paradiso terrestre porta tutti i segni di una certa ammirazione per i rettili, che, nel caso, hanno plagiato la prima coppia della nostra specie.
Giorgio Celli, L'avvocato degli animali... e del cane, 2004

Da dove ci viene l'ossessione del Rettile? Non si tratterà della nostra paura di un’ultima tentazione, di una caduta prossima e, questa volta, irreparabile, che ci farebbe perdere persino la memoria del Paradiso?
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Magari si potesse risalire oltre il concetto, scrivere direttamente con i sensi, registrare le infime variazioni di ciò che si tocca, fare quel che farebbe un rettile se si mettesse all'opera!
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Al Jardin des Plantes ho contemplato a lungo gli occhi di un alligatore, il suo sguardo immemoriale. Quello che mi seduce nei rettili è la loro ebetudine impenetrabile, che li apparenta alle pietre: si direbbe che vengano da prima della vita, che la precedessero senza annunciarla, che anzi la fuggissero...
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Il bacio ha avuto origine il giorno in cui il primo rettile maschio leccò il primo rettile femmina, insinuando con eleganza che la trovava succulenta quanto il piccolo rettile che si era fatto per cena la sera prima.
[The kiss originated when the first male reptile licked the first female reptile, implying in a subtle way that she was as succulent as the small reptile he had for dinner the night before].
Francis Scott Fitzgerald, Taccuini, 1945 (postumo)

Il rettile più ripugnante dimostra l'esistenza di Dio non meno della stella più luminosa.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Los Angeles, ogni giorno caldo e sole. Oggi? Caldo e sole. Domani, per il resto della settimana? Caldo e sole. Ogni singolo giorno: caldo e sole. E loro lo adorano: "Non è grandioso? Caldo e sole tutti i giorni!". Cosa sei, una cazzo di lucertola? Solo ai rettili può piacere un tempo del genere. Io sono un mammifero, posso permettermi: cappotti, sciarpe, cappuccini e donne dalle rosee guance.
Bill Hicks, Revelations, 1992

I rettili sono ripugnanti a causa del loro corpo freddo, colorito pallido, scheletro cartilaginoso, pelle immonda, aspetto feroce, occhio calcolatore, odore sgradevole, voce stridula, tana squallida e terribile veleno; per questa ragione il Creatore non ha esercitato il suo potere per crearne una moltitudine.
Linneo. XVIII sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Nelle malattie mentali la parte primitiva del nostro essere, la parte strisciante, preistorica, viene a galla e così ci troviamo ad essere rettili, mammiferi, pesci, ma non più esseri umani.
Alda Merini, L’altra verità, 1997

Ho sempre amato i rettili, mi piacciono le lucertole... ma mi riuscirebbe difficile raccogliere un serpente e giocarci. Mi rendono nervoso. C'è qualcosa di profondamente radicato nella natura umana che reagisce con virulenza ai serpenti. Credo che il serpente incarni tutte le nostre paure. Hanno una pelle davvero splendida, probabilmente è per questo che sono tanto affascinanti.
Jim Morrison (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

I rettili rappresentano un completo anacronismo. Se domani sparissero tutti i rettili del mondo l'equilibrio della natura non ne sarebbe minimamente turbato. Sono una specie del tutto arbitraria. Se esistono creature capaci di sopravvivere a un'altra guerra mondiale o a un completo avvelenamento del pianeta, quelle sono loro.
Jim Morrison, ibidem

Tutte le qualità di cui un uomo è cosciente, - specialmente se egli presuppone che siano visibili ed evidenti anche per il suo ambiente, - sono sottoposte a tutt'altre leggi di sviluppo di quelle altre qualità che gli sono ignote o mal conosciute e che, grazie alla loro squisitezza, si nascondono anche all'occhio del più fine osservatore e sanno occultarsi come dietro il nulla. È quel che succede per le delicate sculture sulle squame dei rettili: sarebbe errato supporvi un ornamento o un'arma; le si vedono infatti soltanto al microscopio, con un occhio, quindi, così artificialmente affinato quale animali del genere, - per i quali quelle potrebbero eventualmente significare un ornamento o un'arma, - non possiedono! Le nostre visibili qualità morali, e soprattutto quelle da noi credute tali, hanno il loro corso - e quelle invisibili, del tutto omonime, che in rapporto ad altri non sono per noi né un ornamento, né un'arma, hanno anch'esse il loro corso: un corso probabilmente del tutto diverso, con linee, e sculture, che potrebbero forse costituire il piacere di un dio col suo divino microscopio. Abbiamo per esempio la nostra diligenza, la nostra ambizione, la nostra sagacia: sono note a tutto il mondo; probabilmente abbiamo oltre a ciò ancora una nostra diligenza, una nostra ambizione, una nostra sagacia; ma per queste nostre scaglie di rettile il microscopio non è stato ancora inventato. Ed ecco che gli amici della moralità istintiva diranno: "Bravo! Se non altro, lui ritiene possibili virtù inconsapevoli; questo ci basta!". O gente di poche pretese!
Friedrich Nietzsche, La gaia scienza, 1882

I rettili mi sembravano appartenere ad un mondo primitivo, pauroso, ostile, interessato esclusivamente al cibo ed alla riproduzione, incapace di sentimento. In questo stesso zoo, ho assistito ad una scena che mi ha fatto mutare opinione. Un guardiano apre la gabbia dell'iguana, una specie di drago pustoloso, con una cresta di spine che lo rendono simile ad un mostro della preistoria; l'animale gli si fa incontro, come un cane affettuoso. L'uomo è pieno d'attenzioni nei suoi confronti e l'iguana strofina la testa sotto la mano del guardiano che lo accarezza.
Jean Prieur, Gli animali hanno un'anima, 1990

Quando un uomo ama solo mangiare e dormire, quale superiorità ha sui rettili?
Saˁdi, XIII sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Nei rettili tutto è ammirevolmente proporzionato.
Voltaire, Dizionario filosofico, 1764

I rettili sono timidi. Non appena un serpente (almeno in Europa) vede un uomo, la prima cosa che fa è nascondersi in un buco come un coniglio o una lucertola.
Voltaire, Dizionario filosofico, 1764

Ogni sorta di bestie e di uccelli, di rettili e di esseri marini sono domati e sono stati domati dalla razza umana, ma la lingua nessun uomo la può domare: è un male ribelle, è piena di veleno mortale.
Giacomo, Lettera, Nuovo Testamento, I sec.

Dio disse: "Facciamo l'uomo a nostra immagine, a nostra somiglianza e domini sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo, sul bestiame, su tutte le bestie selvatiche e su tutti i rettili che strisciano sulla terra".
Genesi, Antico Testamento, VI-V sec a.e.c.

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Serpenti - Lucertole - CamaleontiCoccodrillo - TartarugheDinosauri

Nessun commento: