James Joyce - Aforismi, frasi e citazioni

Selezione di aforismi, frasi e citazioni di James Joyce (Dublino 1882 - Zurigo 1941), poeta e scrittore irlandese. Le seguenti citazioni di James Joyce sono tratte da alcune delle sue opere più celebri, tra cui: Gente di Dublino (Dubliners, 1914) e Ulisse (Ulysses, 1922), considerati i suoi capolavori.
James Joyce
Gente di Dublino
Dubliners, 1914

Convennero di interrompere i loro rapporti: ogni legame, disse lui, è un legame di dolore.

Il mio corpo era come un'arpa e le parole e gesti di lei come dita sulle sue corde.
[My body was like a harp and her words and gestures were like fingers running upon the wires].

Una volta sposato sei finito.

Lei era un po' ordinaria – ogni tanto sbagliava le congiunzioni, diceva "se saprebbe". Ma che importanza aveva la grammatica se l'amava veramente?

Mentre sedeva lì, rivivendo la sua vita con lei ed evocando ora l'una ora l'altra delle immagini nelle quali adesso la concepiva, si rese conto che era morta, che aveva cessato di esistere, che era diventata un ricordo.

Moriva dal desiderio di salire in cielo attraverso il tetto e di volare verso un altro paese dove non avrebbe più sentito parlare dei suoi guai, eppure una forza lo spingeva dabbasso scalino per scalino.

Non ci sono amici come i vecchi amici.

Era stata evidentemente incapace di vivere, priva di qualsiasi forza di carattere, facile preda delle abitudini, uno dei relitti su cui è stata eretta la civiltà. 

Pensò alla vita – e come regolarmente gli succedeva quando pensava alla vita, diventò malinconico. Una tristezza dolce discese in lui. Sentì quanto era vano lottare contro la sorte – era questa la saggezza che i secoli gli avevano tramandato.

Ritratto dell'artista da giovane (Dedalus)
A Portrait of the Artist as a Young Man, 1916

Cercare adagio, umilmente, costantemente di esprimere, di tornare a spremere dalla terra bruta o da ciò ch'essa genera, dai suoni, dalle forme e dai colori, che sono le porte della prigione della nostra anima, un'immagine di quella bellezza che siamo giunti a comprendere: questo è l'arte.

Sarebbe un tormento spaventoso sopportare per tutta l'eternità anche soltanto la puntura di un insetto. Che cosa non deve essere allora sopportare per sempre i molteplici tormenti dell'inferno? Per sempre! Per tutta l'eternità! Non per un anno o per un secolo, ma per sempre. Cercate di immaginare il significato spaventoso di ciò.

Esuli
Exiles, 1918

Quando tu hai una cosa, questa può esserti tolta. [...] Ma quando tu la dai, l'hai data. Nessun ladro te la può rubare. E allora sarà tua per sempre. Questo è dare.
Si può passar sopra a un morso di lupo, ma non a un morso di pecora.
(James Joyce)
Ulisse
Ulysses, 1922 - Selezione Aforismario

Mi si dice da fonte autorevolissima che è una sostanza semplice e pertanto incorruttibile. Sarebbe immortale, mi risulta, se si eccettua la possibilità di un suo annientamento da parte della sua Causa Prima, la Quale, per quanto possa saperne, è capace di aggiungere questo al numero di tutti gli altri Suoi scherzi di cattivo genere.

L'uomo e la donna, l'amore, cos'è mai tutto questo? Un tappo e una bottiglia.

Chi ruba al povero presta al signore.

Dio fece il cibo, il diavolo i cuochi.
[God made food; the devil the cooks].

Il formaggio fa digerire tutto, tranne sé stesso.

La storia [...] è un incubo da cui cerco di destarmi.

L'amore ama amare l'amore.
[Love loves to love love].

Fragilità, il tuo nome è matrimonio.

Il sentimentale è colui che vorrebbe godere senza addossarsi l'immensa responsabilità della cosa fatta.

La donna è spesso il punto debole del marito.

Le donne sono tutte occhi, non ne vedrai mai una sedersi su una panchina dove c’è scritto Vernice fresca! Occhi che guardano anche sotto il letto in cerca di quello che non c’è. Sempre sperando in un brivido che attraversi la loro vita. Acute come spilli
[Never see them sit on a bench marked Wet Paint. Eyes all over them. Look under the bed for what's not there. Longing to get the fright of their lives. Sharp as needles they are]. 

Si può passar sopra a un morso di lupo, ma non a un morso di pecora.
[People could put up with being bitten by a wolf but what properly riled them was a bite from a sheep]. 

Quattrini e cretini non si fanno compagnia.

Ognuno ha i suoi gusti, come disse Morris quando baciò la vacca.

Qual è l’età dell’anima umana? Come essa ha la virtù del camaleonte di mutar colore a ogni nuovo vicinato, e d’esser gaia con chi gioisce e triste con chi è afflitto, così anche la sua età è mutevole come lo è il suo umore.

Sta nello spazio ciò a cui nel tempo devo arrivare, ineluttabilmente.

Uomo affamato uomo arrabbiato.

La paternità, nel senso dell'atto cosciente di mettere al mondo, è sconosciuta all'uomo.

Un uomo di genio non commette errori. I suoi errori sono voluti e sono portali di scoperta.
[A man of genius makes no mistakes; his errors are volitional and are the portals of discovery].

Ecco da cosa si vede il buon commerciante. Ti fa comprare quello che lui vuol vendere.
[That’s what good salesman is. Make you buy what he wants to sell].
Ecco da cosa si vede il buon commerciante.
Ti fa comprare quello che lui vuol vendere. (James Joyce)
Fonte sconosciuta
Selezione Aforismario

La vita è troppo breve per leggere un brutto libro.

Non parlarmi di politica, sono solo interessato allo stile.
[Don't talk to me about politics. I'm only interested in style].

Non c'è passato, né futuro; tutto scorre in un eterno presente.

Non fare domande e non sentirai bugie.

Assenza, la più alta forma di presenza.

Ciò che è tuo è mio e ciò che è mio è mio.

Cristoforo Colombo, come tutti sanno, è onorato dai posteri perché è stato l'ultimo a scoprire l'America.

L'Irlanda è l'unico paese che non ha perseguitato gli Ebrei: non li ha mai fatti entrare.

Fate attenzione alle corna del toro, agli zoccoli del cavallo e al sorriso di un inglese.

Poco importa la mia l’anima. Ciò che conta è che la mia cravatta non sia storta.

Libro di James Joyce consigliato
Ulisse 
Traduttore G. De Angelis 
Editore Mondadori, 1984 

È il racconto degli avvenimenti vissuti nel corso di una giornata da Leopold Bloom e Stephen Dedalus a Dublino, in un vagabondaggio che ripercorre le tappe dell'Odissea. Episodi, scene e fatti sono costruiti con più o meno evidente parallelismo rispetto all'opera omerica. Il romanzo però non si esaurisce in questo, vuole essere anche una "summa" di tutti gli aspetti dell'uomo moderno e dei suoi rapporti con la società.

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni di: Samuel Beckett - George Bernard Shaw - Oscar Wilde

Nessun commento: