Avversari Politici - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sugli avversari politici. Come introduzione a questa raccolta, riportiamo un'osservazione di Piero Angela: "A proposito di litigiosità, mi ha raccontato un ex ministro, un personaggio appartenente alla “società civile” prestato temporaneamente alla politica, che un suo collaboratore gli segnalò un giorno un‟idea che aveva letto in un documento scritto da un politico dell‟opposizione, e che gli sembrava buona per la riforma che si accingevano a fare. “Eccellente idea! La proponiamo subito.” Ma non fece in tempo a proporla perché gli arrivò immediatamente una telefonata nella quale gli si diceva che non era proprio il caso, perché non si poteva proporre un‟idea degli avversari. L‟avversario, infatti, deve sempre dire cose sbagliate, ha sempre torto, le cose che dice non devono stare né in cielo né in terra. Almeno in apparenza. È evidente che non è facile dialogare in queste condizioni, e cercare di costruire qualcosa insieme, ogni tanto. È una litigiosità che vediamo bene nei dibattiti televisivi, attraverso un dialogo perennemente distruttivo. Ciò significa, tra l‟altro, andare contro a quella che oggi alcuni autorevoli studiosi [...] vedono come una nuova strategia necessaria per far fronte ai pericoli della globalizzazione: cioè, in un certo senso, serrare i ranghi e creare un fronte comune. Cercare condivisioni, piuttosto che divisioni, e costruire una efficace collaborazione tra imprese, governo e società civile, rinsaldando i legami sociali. Insomma un “nuovo spirito di alleanza” per non soccombere alla concorrenza". [A cosa serve la politica?, 2011].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sugli avversari, i politici, l'antifascismo e l'anticomunismo. [I link sono in fondo alla pagina].
Fregare un avversario alle elezioni è il piacere più grande che un uomo
possa concedersi senza togliersi i pantaloni. (Gerald Baliles)
Avversari Politici
© Aforismario

L'aspetto più deludente della politica non è l'avversario che impone la sua politica, ma il tuo partito che subisce l'azione perché non sa fare altro.
Giovanni Abrami, Tanto per dire..., 2010

Il nostro problema è una classe politica avvitata su se stessa. Ed estremamente litigiosa, come si vede in certi dibattiti televisivi che diventano spesso degli incontri di pugilato, con il pubblico che applaude in studio: “Uno a zero!”, “Due a zero!”. L‟obiettivo diventa sostanzialmente quello di abbattere l‟avversario, di mostrare quanto è incapace e inaffidabile, dissotterrando vecchie storie, elencando solo i dati a proprio favore, litigando su ogni cosa. Il pubblico sa che quando sono presenti in studio certi personaggi la temperatura salirà, e lo scontro è assicurato. In altri casi la polemica è più contenuta, ma è molto difficile che affiorino in modo costruttivo, con la ricerca di soluzioni, i grandi problemi.
Piero Angela, A cosa serve la politica?, 2011

La libertà è di tutti o di nessuno. Non si può frazionare o razionare. Nel dibattito e nel contrasto delle idee, ogni interlocutore sostenendo le proprie afferma implicitamente la libertà dei suoi contraddittori. In questo senso la lotta è sempre impegnata in favore degli stessi avversari.
Rodolfo Arata, in AA.VV., Che cos'è la libertà di pensiero, su La Fiera Letteraria, 1973

Fregare un avversario alle elezioni è il piacere più grande che un uomo possa concedersi senza togliersi i pantaloni.
Gerald Baliles (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Demagogo. Un avversario politico.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Le così spesso derise regole formali della democrazia hanno introdotto per la prima volta nella storia delle tecniche di convivenza, volte a risolvere i conflitti sociali senza ricorrere alla violenza. Solo là dove vengono rispettate queste regole l’avversario non è piú un nemico (che deve essere distrutto) ma un oppositore che domani potrà prendere il nostro posto.
Norberto Bobbio, Il futuro della democrazia, 1984

I moderati sono le femmine della politica: desiderano subire una piacevole violenza. L’idea di venire salvati da un avversario sta loro sempre in fondo al cuore.
Abel Bonnard, I moderati, 1936

La Chiesa cattolica rivolge la propria indulgenza agli assassini che dicono di pentirsi, e detesta le persone dabbene che non frequentano i luoghi del culto. Ma anche i partiti politici sorridono agli avversari e disprezzano i cittadini che non si curano di politica.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Non sono fatto per la politica, poiché sono incapace di volere o accettare la morte dell'avversario.
Albert Camus, Taccuini, 1935/59 (postumo 1962/89)

I comunisti sono capaci di tutto. I loro avversari di tutto il resto.
Charlie Chaplin (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Dichiarare obsolete le convinzioni dell'avversario è il modo in cui il democratico difende le proprie.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Per risultare intelligenti in politica, basta imbattersi in un avversario più stupido.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

I conflitti moderni hanno origine più dal desiderio di sopprimere il conflitto che dal proposito di battere l'avversario. Nel nostro tempo, bottino, ideologia o sete d'avventura hanno causato meno guerre del sogno idilliaco della pace.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

L’uomo di potere teme il qualunquista più dell’avversario politico. Con il secondo sa come difendersi, gli basta definirlo fascista o comunista. Col primo, invece, ha dei problemi: più che chiamarlo qualunquista non sa cosa dire.
Luciano De Crescenzo, Ordine e disordine, 1996

Il più grande onore per un uomo, la prova che egli ha compiuto realmente la sua missione storica, è di essere vinto da avversari che egli stesso ha suscitati, inventati, creati, la cui esistenza sarebbe impensabile senza di lui. Forse la creazione di questi avversari nuovi (gli unici atti poi a divenire eredi) è la vera missione di un uomo storico. Solo i mediocri sono quelli che soccombono ad avversari vecchi, a loro preeistenti.
Andrea Emo, Quaderni, 1927-1981 (postumo 2006)

In Italia le penne sono sempre state sporche. In alcuni casi luride. Motivo? Semplice. Tanto per cominciare, la tradizione. La nostra stampa (quotidiana e periodica) non è nata per informare, bensì per polemizzare. Chi aveva soldi e interessi da difendere, finanziava un giornale, magari con l'intento di farsi eleggere in Parlamento. E farsi eleggere in Parlamento significava, allora come oggi, abbassare gli avversari per innalzare se stessi. Per fare ciò era necessario assoldare giornalisti disponibili. Disponibili a che? A insultare tutti, tranne il padrone che pagava. Così nacquero la penne sporche, che hanno avuto molti figli e molti nipoti. Che a loro volta si riproducono perché, in fondo, il sistema non è cambiato.
Vittorio Feltri, prefazione a Tito Giliberto, Penne sporche, 1993

L'uomo onesto non viene privato del potere, perché gli manchino le conoscenze specifiche necessarie,
ma perché non è all'altezza degli intrighi dei suoi avversari.
Franz Fischer, Aforismi, 1979

Niente è più facile che vedere, alla fine di una discussione, i due avversari fare a chi sragiona di più.
Ferdinando Galiani (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Gli avversari non si devono lusingare ma schiacciare.
Charles de Gaulle (attribuito)

In politica, non basta aver fiuto. Bisogna che non ne abbiano gli avversari.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

La politica è l'arte d'impedire agli avversari di fare la loro.
Roberto Gervaso, ibidem

La prima virtù d'un politico è non averne troppe; la seconda, neutralizzare quelle degli avversari.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

In politica, per aver ragione, basta che l'avversario sembri aver torto.
Roberto Gervaso, ibidem

Più che nel custodire i propri, il segreto d'un politico consiste nel conoscere quelli degli avversari.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

La virtù del dubbio e la sospensione del giudizio, la capacità di dar ragione all'avversario è la migliore preparazione all'intransigenza e all'intolleranza operosa.
Piero Gobetti, La rivoluzione liberale, 1924

Miei avversari non sono gli uomini, sono i problemi.
Michail Gorbaciov (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Com'è possibile che discuta con gli avversari chi è a mille miglia di distanza da loro?
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Non cerco di convincere di errore il mio avversario, ma di unirmi a lui in una verità più alta.
Henri Lacordaire [1]

"Che miserabili furfanti" - disse dei suoi avversari; "Per tua fortuna." - gli risposi. - "Abbi il potere e li avrai dalla tua parte."
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Gli avversari sono sempre stati dati in pasto alla giustizia. Nei circhi romani li mangiavano per procura i leoni.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

Ci si conserva onesti il tempo necessario che basta per poter accusare gli avversari e prendergli il posto.
Leo Longanesi, Parliamo dell'elefante, 1947

Quando non si sa che cosa rispondere alla dialettica d’un avversario, gli si grida che i suoi argomenti sono rozzi. Oppure che il suo è un discorso provocatorio. Ma che cos’è la dialettica, se non provocazione?
Cesare Marchi, Impariamo l'italiano, 1984

Cerca di valutare il temperamento dell'avversario per saperti regolare; se è aggressivo, preparati a far fuoco e fiamme come lui; se è tranquillo puoi prendertela più comoda.
Giulio Mazzarino, Breviario dei politici, 1684 (postumo)

Non farti sentire a chieder notizie dei tuoi avversari e dei loro fautori; sono cose da indagare a fondo, ma in segreto.
Giulio Mazzarino, ibidem

Esagera le malefatte del tuo avversario, e le terribili conseguenze se restano impunite. Per non sembrare personalmente interessato, depreca le pene troppo severe e fa' appello alla clemenza nei suoi confronti (bada che questo ti riesca poco convincente). Rivanga ogni aspetto del suo passato che si possa interpretare male. E poi, cogliendo l'occasione, lo spingi in giudizio nelle peggiori condizioni per difendersi.
Giulio Mazzarino, Breviario dei politici, 1684 (postumo)

Una tattica per silurare le candidature più temute dagli avversari politici è di farle proprie.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Saremo generosi con gli avversari inermi; saremo inesorabili con gli altri.
Benito Mussolini, Scritti e discorsi, 1914-1939

Su una lunghezza d'onda la lode della «democrazia» significa eliminazione degli avversari, su un'altra lunghezza d'onda «democrazia» significa mentire con così grande successo che gli avversari finiscono con l'accettare le nostre bugie.
Donald Nicholl, Il pensiero contemporaneo, 1952

Come in pubblicità si possono esaltare le caratteristiche negative di un prodotto per aumentarne il desiderio, così in politica si possono svalutare quelle positive dell’avversario per apprezzare le proprie.
Giacomo Papi, su Il Post, 2017

In politica, gli amici sono spesso più ingombranti degli avversari.
[En politique, les amis sont souvent plus encombrants que les adversaires].
Charles Régismanset, Nuove contraddizioni, 1939

Non giudico un regime dalle critiche calunniose dell'avversario, ma dalle lodi ingenue del partigiano.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1954

Nelle lotte elettorali di tutti i tempi e di tutti i luoghi è sempre avvenuto e sempre avverrà che gli elementi peggiori di ciascun partito pensino di sopraffare gli avversari con la violenza e con la corruzione, quando i mezzi legittimi di vittoria mancano, o siano insufficienti, o appaiano di esito incerto. E quanto più agevole e fruttifero si presenta l'impiego dei mezzi elettorali malsani, tanto più forte deve essere la tentazione di adoperarli.
Gaetano Salvemini, Il ministro della malavita, 1910

È il peggior spreco di intelligenza e di sentimento cercare di convincere degli avversari che non pensano neppure lontanamente a sostenere la loro stessa opinione.
Arthur Schnitzler, Il libro dei motti e delle riflessioni, 1927

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: AvversariPoliticiAntifascismo - Anticomunismo

Nessun commento: