Versi poetici - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sui versi poetici. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla poesia, i poeti e il confronto tra poesia e prosa. Inoltre, puoi trovare poesie brevi e poesie su vari argomenti. [I link sono in fondo alla pagina].
Pubblicare un volume di versi è come lasciar cadere un petalo di rosa
dal Gran Canyon e poi attenderne l'eco. (Don Marquis)
Versi poetici
© Aforismario

Per scrivere in prosa bisogna avere assolutamente qualcosa da dire. Per scrivere in versi non è indispensabile.
Louise-Victorine Ackermann Choquet, Pensieri di una solitaria, 1882

Ho letto alcuni versi liberi, e mi chiedo chi li abbia messi in libertà.
John Barrymore [1]

Un tizio vive e fa bei versi. Ma se un tizio non vive per fare bei versi, come sono brutti i bei versi del tizio che non vive per fare bei versi.
Roberto Bazlen, Note senza testo, 1970 (postumo)

Quando si ha davvero la stoffa, allora il primo verso può venire dall'orario ferroviario e il secondo da una strofa del libro di preghiera e il terzo da una barzelletta, e il tutto è pur sempre una poesia. E quando invece la stoffa non c'è, allora tutte le rime e le strofe che i mariti possono indirizzare alle mogli e le madri ai loro figli e i nipoti alle loro prozie in poltrona o nella pace della sera non servono a niente, e anche il profano si accorgerà subito che questa non è più lirica.
Gottfried Benn, Doppia vita, 1950

Rima. Accordo sonoro posto alla fine di versi per lo più bruttissimi.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Un volume di versi non è altro che una successione di esercizi magici.
Jorge Luis Borges, Storia della notte, 1977

Non possiamo pretenderei poeti solo perché scriviamo versi per mestiere. La poesia è tutt'altro.
Georges Brassens, Le strade che non portano a Roma, 2008 (postumo)

Per scrivere bene, in versi come in prosa, niente eguaglia l'avere davvero qualcosa da dire.
[Pour bien écrire, en vers comme en prose, rien n'est tel que d'avoir vraiment quelque chose à dire].
Paul Brulat, Pensieri, 1919

Questioni metriche: se il creato sia in versi liberi o in endecasillabi regolari...
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Ogni pubblico dicitore di versi è un reo confesso.
Gesualdo Bufalino, ibidem

Amo i miei versi: come tutti i padri che amano il figlio prodigo, il figlio peggiore.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Vi sono versi che fanno piangere. Come quando torna in mente un tic, un'inflessione di voce d'una persona cara e perduta. Tale effetto mi fa una terzina di Dante: "Così la neve al sol si dissigilla ...".
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

I poeti non sopportano le lodi che vengano tributate in loro presenza ai versi di un altro poeta: come ogni donna trova intollerabile che si elogi davanti a lei la bellezza di un' altra.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Molti poeti risultano tali assai meglio quando scrivono in prosa che quando compongono versi. La poesia è infatti un dono che fa tranquillamente a meno della metrica e della rima.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Scrivere versi per far innamorare una donna. Far innamorare una donna per scrivere versi. I poeti giocano con i sentimenti altrui, quasi mai con i propri:
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

La celebrità concessa senza indugi agli autori di smilzi volumetti di versi. Importanza per il poeta di non scrivere troppo. Con la scrittura in prosa si è più esigenti: il narratore è misurato solo al terzo romanzo.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

L'arte non fa che versi; solo il cuore è poeta
[L'art ne fait que des vers; le coeur seul est poète].
André Chénier [1]

Volete essere molto conosciuti? − Fate dei debiti; − Volete rimanere sconosciuti? − Scrivete versi.
Jean Louis Auguste Commerson, Pensieri di un imballatore, 1851

I versi sono piccole prigioni cellulari in cui il pensiero è messo in gabbia.
Jean Louis Auguste Commerson (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Le cose più preziose nei versi e nella vita: quelle mancate.
Marina Cvetaeva, Indizi terrestri, 1917-1919

Il verso è tutto.
Gabriele D'Annunzio, Il piacere, 1889

È sufficiente l'impatto di un verso per far esplodere i detriti che seppelliscono l'anima.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Nei versi migliori il significato è a malapena un breve lampo notturno.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Che buon tempo! Star lì a fare la fatica di far versi quando ce ne sono tanti già belli e fatti.
Carlo Dossi, Note azzurre, 1870-1907 (postumo, 1912/64)

In certi versi noi riusciamo ad ammirare le parole per il loro fascino personale, per il loro suono, per se stesse, più che per il senso che esse danno al discorso. Non le parole sono in funzione del discorso, ma il discorso in funzione delle parole.
Andrea Emo, Quaderni, 1927-1981 (postumo 2006)

I versi d’occasione fanno il poeta ladro.
Ennio Flaiano, Diario notturno, 1956

I versi del poeta innamorato non contano
Ennio Flaiano, Diario degli errori, 1976 (postumo)

Scrivere versi liberi è come giocare a tennis senza la rete.
Robert Frost [1]

I versi che cantano l'amore felice sono stati scritti più tardi, in un'ora triste o disperata e con lo scopo di lenirla.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

Tutti i versi sono già stati scritti. Dunque parliamo di poesia.
Joan Fuster, ibidem

Tutto sommato, i poeti più significativi sono quelli che si sono accontentati di fare versi alla luna.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

La teoria del «verso libero» è l'alibi estetico della poltroneria. Il verso è sempre libero per i poeti veri, qualunque sia il metro che eleggono, ed esso si frange, si snoda, si snellisce, s'afforza, s'affiochisce e dilegua per seguire i moti interiori dello spirito in armonia col vago ondeggiare dell'ispirazione. 
Alfredo Galletti, La poesia e l'arte di G. Pascoli, 1918

Sono uno straniero in questo mondo... sono un poeta che compone in versi ciò che la vita offre in prosa e mette in prosa ciò che la vita compone in versi.
Kahlil Gibran, Segreti del cuore, 1947 (postumo)

Se Galileo avesse scritto in versi che il mondo si muove, l'Inquisizione non l'avrebbe preso nemmeno in considerazione.
Thomas Hardy (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Io non credo in quei poeti dalle cui menti, si dice, i versi prorompono già compiuti, come dee corazzate. Io so quanta vita interiore e quanto sangue rosso vivo ogni singolo verso genuino deve aver bevuto, prima di poter alzarsi in piedi e camminare da solo.
Hermann Hesse, Hermann Lauscher, 1900

Il verso è sacro se risulta da una conflagrazione. Non bisogna allora temere l’incomprensibile. Tutta L’abilità sta nel sapere se un verso è o non è sacro. Il verso sacro è custodito in virtù della sua musica bella e non maccheronica [...]. Il verso sacro è ben riuscito, musicale, eufonico, euforico, luccicante e tale che lo zotico più miserabile, ascoltandolo, dice: «Ah! com’è bello!» e non «Cosa significa?».
Max Jacob, Consigli a un giovane poeta, 1922

Il verso è il parlare in sogno della lingua.
Max Kommerell [1]

Certuni si guardano dall'amare e dal comporre versi come da due debolezze che non osano confessare, una del cuore, l’altra della mente.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Si possono citare dei brutti versi quando sono di un grande poeta.
Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos, Le relazioni pericolose, 1782

I suoi versi dovevano avere molto calore. Li usavano nella stufa per ardere.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

Uno dei maggiori frutti che io mi propongo dai miei versi è di commuover me stesso in rileggerli, come spesso mi accade, meglio che in legger poesie altrui.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

L’uso ha introdotto che il poeta scriva in verso. Ciò non è della sostanza né della poesia, né del suo linguaggio, e modo di esprimer le cose. Vero è che questo linguaggio e modo, e le cose che il poeta dice, essendo al tutto divise dalle ordinarie, è molto conveniente, e giova moltissimo all'effetto, ch’egli impieghi un ritmo ec. diviso dal volgare e comune, con cui si esprimono le cose alla maniera ch’elle sono, e che si sogliono considerare nella vita. Lascio poi l’utilità dell’armonia ec. Ma in sostanza, e per se stessa, la poesia non è legata al verso.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

In molti lo scrivere versi è una malattia puberale dello sviluppo.
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

I versi non si fanno con le idee, ma con le parole.
Stéphane Mallarmé [1]

Pubblicare un volume di versi è come lasciar cadere un petalo di rosa dal Gran Canyon e poi attenderne l'eco.
[Publishing a volume of verse is like dropping a rose petal down the Grand Canyon and waiting for the echo].
Don Marquis, Sun Dial, 1936

I versi sono miei, ma se li reciti male diventano tuoi.
Marziale [1]

Fare versi è un hobby innocente. Ma non è innocente farne una professione, spacciare quel trastullo per qualcosa di sostanziale, ingannare con esso il popolo ingenuo e suggestionarlo con un po' di musichetta fino a fargli perdere il giudizio.
Multatuli, Idee, 1862/77

Non ho niente contro i versi in sé per sé. Se si vuole schierare le parole, sia pure! Ma non dite nulla che non sia vero.
Multatuli, Idee, 1862/77

L'uomo o impazzisce o scrive versi.
Quinto Orazio Flacco, Satire, 41/30 a.e.c.

Una poesia è l’espressione di idee o di sentimenti in un linguaggio che nessuno usa, poiché nessuno parla in versi.
Fernando Pessoa, Il libro dell'inquietudine, 1982 (postumo)

Portate, venti, questi dolci versi Dentro all'orecchie della Ninfa mia: / Dite quant'io per lei lacrime versi, / E lei pregate che crudel non sia.
Angelo Poliziano, Stanze per la giostra, XV sec.

Dedicare, come fanno tutti, / dei versi ai finanzieri? trasformarmi in un buffone / Nella vile speranza di vedere, sulle labbra d'un ministro, / infine nascere un sorriso che non sia sinistro? / No, grazie.
Edmond Rostand, Cyrano de Bergerac, 1897

Presso un buon editore di Sercy / far pubblicare i propri versi a pagamento? No, grazie!
Edmond Rostand, Cyrano de Bergerac, 1897

Giovani, si leggono più volentieri i versi che le prose; a una certa età, avviene l'inverso. Quando regna la fantasia, ne seduce la forma; quando predomina la riflessione, ne conquista il contenuto.
M. F. Sauvage, Pensieri morali e letterari, 1876 (postumo)

Scrivete pure dei versi: presto ci sarà un'amnistia.
Maria Luisa Spaziani, Aforismi, 1993

Per sapere qualcosa di te / rileggerò i miei versi.
Maria Luisa Spaziani, Aforismi, 1993

l versi furono inventati per aiutare la memoria. Conservarli nell'arte drammatica è una cosa da barbari.
Stendhal, Sull'amore, 1822

Chi compone versi non riconosce alcun giudice competente per i suoi scritti: chi non fa versi, non se ne intende; chi ne fa, è suo rivale.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Nessun poeta scrive versi perché deve. Nessun grande poeta, almeno. Un grande poeta fa poesia perché sceglie di farlo.
Oscar Wilde, Il critico come artista, 1889

Scrivere versi è come cantare sotto la doccia. Un fatto intimo.
Mo Yan, su Corriere della sera, 2009

L'orecchio ama l'armonia, e l'armonia dei versi è senza nessun paragone più gradevole di quella della prosa.
Vasilij Žukovskij (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: PoesiaPoeti - Poesie brevi - Poesie d'Amore

Nessun commento: