Voluttà - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sulla voluttà e sulle persone voluttuose. Il termine "voluttà" significa piacere, godimento intenso provocato dal soddisfacimento di un bisogno o di un desiderio. Spesso, per voluttà s'intende il godimento sessuale. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul piacere, il godere, la delizia e la gioia. [I link sono in fondo alla pagina].
Chi considera la voluttà un peccato mortale, non ne è degno.
(Hermann Kesten)
Voluttà
© Aforismario

La voluttà è esca degli uomini cattivi; perché gli uomini maligni si pigliano alle voluttà come i pesci all'amo.
Piovano Arlotto, Motti e facezie, ca. 1480 (postumo 1514/15)

La voluttà unica e suprema dell'amore sta nella certezza di fare il male. − E l'uomo e la donna sanno fin dalla nascita che nel male si trova ogni voluttà.
Charles Baudelaire, Razzi, 1855/62 (postumo 1887/1908) 

Perché i democratici non amino i gatti è facile da indovinare. Il gatto è bello; rivela idee di lusso, di pulizia, di voluttà, ecc.
Charles Baudelaire, Razzi, 1855/62 (postumo 1887/1908) 

La musica alle nature voluttuose apre i mondi sensitivi più che i mondi spirituali.
Maria Bellonci, Lucrezia Borgia, 1931

Le anime forti respingono la voluttà, come il nocchiero evita gli scogli.
Napoleone Bonaparte, Aforismi e pensieri politici, morali e filosofici, XIX sec.

Non conosco voluttà più pungente del leggere, non già un libro da cima a fondo, ma, pescando a caso, qui una pagina lì un rigo, ritti in piedi, dinanzi alle cascate prodigiose d'una biblioteca.
Gesualdo Bufalino, Il malpensante, 1987

Gli orgasmi senili, per rari e difficoltosi che siano, sono di specie migliore che non le rapide effusioni di gioventù. Sismi ondulatorii più che sussultorii, prodighi d’una protratta, quasi femminea, voluttà.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

L'amore si dissimula. La voluttà si simula.
Achille Campanile, In campagna è un'altra cosa, 1931

Una prova dell'ignoranza dei fisiologi è che non considerano mai la bocca come organo della voluttà.
Guido Ceronetti, Il silenzio del corpo, 1979

Non vi è santità senza una voluttà della sofferenza e senza una raffinatezza sospetta. La santità è una perversione senza eguali, un vizio del cielo. 
Emil Cioran, Lacrime e santi, 1937/86

Quando lo spirito si libera dell’essere, la voluttà non ha più preferenze tra piacere e dolore. Li premia entrambi. La strana perfezione delle sensazioni sospende le differenze. Piacere e dolore diventano sinonimi.
Emil Cioran, Il crepuscolo dei pensieri, 1940

Per necessità ingannevole, è il piacere che ci permette di eseguire una certa prestazione che in teoria disapproviamo. Senza la sua collaborazione la continenza, guadagnando terreno, sedurrebbe perfino i topi. Ma proprio nella voluttà comprendiamo quanto illusorio sia il piacere. Per suo tramite il piacere raggiunge l'acme, il massimo di intensità; ed ecco che proprio nel momento del suo maggior successo, subitamente si apre alla irrealtà, e si accascia nel suo stesso niente. La voluttà è il disastro del piacere.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

I grandi lettori sono gente voluttuosa, pigra, abulica, gente che semplicemente fugge la responsabilità.
Emil Cioran, Quaderni, 1957/72 (postumo 1997)

Se potessimo provare una segreta voluttà tutte le volte che veniamo completamente ignorati, avremmo la chiave della felicità.
Emil Cioran, Taccuino di Talamanca, 1966 (postumo, 2000)

Passare per idiota agli occhi di un imbecille è voluttà da finissimo buongustaio.
Georges Courteline, La filosofia di Georges Courteline, 1922

Non aspirava se non ad essere egli medesimo l'eterna voluttà del Divenire...
Gabriele D'Annunzio, Il trionfo della morte, 1894

Come tutti i fiumi sboccano nel mare, così ogni voluttà sbocca nell'amarezza.
Gabriele D'Annunzio (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Questo secolo di pedagogia proletaria predica la dignità del lavoro, come uno schiavo che calunnia l'ozio intelligente e voluttuoso. 
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Una presenza voluttuosa comunica il suo splendore sensuale a ogni cosa.
Nicolás Gómez Dávila, ibidem

C'è una voluttà nell'estremo grado dell'umiliazione e dell'avvilimento.
Fëdor Dostoevskij, Il giocatore, 1866

La giovanezza essendo a la voluttà inclinata non si piglia se non con l'esca del piacere: perché fugge i rigidi maestri.
Marsilio Ficino, Sopra lo Amore, XV sec.

Non provo mai noia. Ogni momento ha qualcosa che mi attira. Niente è da buttar via. La luce, l’aria, le ore che si seguono. Calma, bellezza, profonda voluttà del Tempo.
Ennio Flaiano, Diario degli errori, 1976 (postumo)

Aveva [...] un inconscio bisogno di amare senza speranza per potersi poi compiangere, per la voluttà di un doppio intenerimento, verso una bella creatura e verso se stesso.
Antonio Fogazzaro, Piccolo mondo antico, 1895

Nell'obbedire all'onore, quand'anche ci comanda d'essere sciaguratissimi, si sente pur sempre una delicatissima e magnanima voluttà che ci compensa di tutti i dolori.
Ugo Foscolo, Epistolario, 1794/1824

La voluttà è il premio della natura per le fatiche della procreazione e della nascita.
Sigmund Freud (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ci sono peccati che si confessano con la stessa voluttà con cui si commettono.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

A volte, soffriamo con la stessa voluttà con cui godiamo.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Si pensa al peggio con sgomento, ma anche con sadica voluttà.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Non è la fecondazione che l'animale cerca, è semplicemente la voluttà. Cerca la voluttà – e trova la fecondazione per caso fortuito.
André Gide, Corydon, 1911/24

La lingua è per tutti un organo della voluttà, e non solo quando pronuncia in modo sempre stupendamente nuovo la parola «amore».
Georg Groddeck, Il libro dell'Es, 1923

Da ogni appagamento si genera la nausea perché la voluttà si trova per l’appunto soltanto nella tensione delle forze.
Friedrich Hebbel, Diari, 1835/63 (postumo 1885/87)

Se si potesse scorrere via nella corrente, dissolversi in un’effusione e disperdersi con la carne e le ossa in un abbraccio voluttuoso!
Friedrich Hebbel, Diari, 1835/63 (postumo 1885/87)

La saggezza della voluttà dei sensi è il non reprimere.
Hugo von Hofmannsthal, Il libro degli amici, 1922

La voluttà ama i mezzi, non il fine.
Hugo von Hofmannsthal, ibidem

Il complimento è un po' come il bacio attraverso il velo, la voluttà pur nascondendovisi vi mette la sua dolce punta.
Victor Hugo, I miserabili, 1862

Beati coloro che coltivano la voluttà dell'attesa. 
Jean Josipovici, Citera, 1989

La voluttà abbandona le tensioni dell'intelletto che non tarderanno a riprendere il sopravvento.
Jean Josipovici, Citera, 1989

Chi considera la voluttà un peccato mortale, non ne è degno.
Hermann Kesten, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Che voluttà, mettersi con una donna nel letto di Procuste della propria visione del mondo!
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

La voluttà è la dote della donna.
Karl Kraus, Pro domo et mundo, 1912

Indolenza e voluttà nascono con l’uomo e finiscono solo con lui; né felici né tristi eventi possono separarlo da esse: per lui costituiscono o il frutto della buona fortuna, o un risarcimento della cattiva.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

La voluttà uccide la saggezza e la vita.
Henri Lacordaire (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Perché devesi sprezzar la voluttà? Per esser quasi sempre accompagnata dal dolore.
Ortensio Lando,

L'alcol cambia un uomo. Ma il suo effetto è effimero come quello della voluttà.
Roger Lemelin, I Plouffe, 1948

Chi non raffrena la voluttà, colle bestie s'accompagni.
Leonardo da Vinci, Codici, XV-XVI sec. (postumo)

Tra la veglia e il sonno, e anche nell'approssimarsi del divino Bacco, il ricordo di una voluttà da lungo trascorsa prende spesso uno slancio celestiale nel nostro animo.
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

L'amore platonico deve essere puro da ogni voluttà terrena; è questa la sua grandezza, è questa l'acqua lustrale che lo battezza e lo santifica. 
Paolo Mantegazza, Le estasi umane, 1887

Nessuna poesia senza voluttà.
Multatuli, Idee, 1862/77

Strano che la vera e propria origine della crudeltà sia la voluttà.
Novalis, Frammenti, 1795-1800

La religione cristiana è essenzialmente la religione della voluttà... Più' ci si sente peccatori, più si è cristiani.
Novalis (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Bandire il voluttuoso dall'arte come dalla vita, essere tragicamente.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

È sommamente voluttuoso abbandonarsi alla sincerità, annullarsi in qualcosa di assoluto, ignorare ogni altra cosa; ma appunto - è voluttuoso - cioè, bisogna smettere.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

Il fascino della virtù è nella voluttà di poterla indurre al vizio.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Se si ama il proprio dolore, esso diviene voluttà.
Donatien Alphonse François de Sade, Aline e Valcour o Il romanzo filosofico, 1795

C'è forse mai amore senza almeno un bacio, e un bacio d'amore senza voluttà?
George Sand, lettera ad Albert Grzymala, 1838

Si provi a immaginare l'atto della generazione non accompagnato da bisogno né da voluttà, ma come una questione di pura riflessione razionale: potrebbe, allora, il genere umano sussistere? O forse, piuttosto, ciascuno non avrebbe tanta compassione della generazione futura da risparmiarle volentieri il peso dell'esistenza o per lo meno da non volersi assumere la responsabilità di imporglielo a sangue freddo?
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Com'è affascinante il volto tuo che sorride, | quando siamo insieme secondo il nostro piacere! || Arrossata dalla voluttà e dall'amore | sei ancor più bella di prima!
Thammathibet, In lode di Kaki, XVIII sec.

Si possono trovare nella storia alcuni grandi personaggi che si lasciarono governare dalla voluttà o dall'amore; non ne so trovare alcuno che abbia fatto il vagheggino. Ciò che è merito principalissimo in certi uomini non può sussistere in alcuni altri nemmeno come difetto.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Nessun pesce abbocca con tanta voluttà all'esca come il vanitoso all'adulazione.
Anacleto Verrecchia, La stufa dell'Anticristo, 2010

Morte e voluttà si mirarono congiunte e i loro due volti fecero un volto solo.
Anonimo [antica iscrizione latina].

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Piacere - GodereDelizia - Gioia

Nessun commento: