Bacco - Aforismi, frasi e proverbi

Raccolta di aforismi, frasi e proverbi su Bacco (in latino Bacchus), divinità della religione romana il cui nome deriva dal greco Βάκκχος (Bákkhos), con cui il dio greco Dioniso veniva chiamato nel momento della possessione estatica. Bacco è il dio del vino e della vendemmia, nonché del piacere dei sensi e del divertimento (baccanale).
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla mitologia, il vino, Venere e gli dèi.
Bacco: divinità di comodo, inventata dagli antichi
come scusa per ubriacarsi. (Ambrose Bierce)
Bacco
© Aforismario

Bacco. Divinità di comodo, inventata dagli antichi come scusa per ubriacarsi.
[Bacchus, A convenient deity invented by the ancients as an excuse for getting drunk].
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

La simpatia che destano gli ubriachi quando sono alieni dalla violenza. Il canto a voce spiegata, la generosità illimitata, il tu e la personalizzazione dei rapporti, il senso della giustizia e della fratellanza che esce dalle loro farneticazioni, la fiducia in una esistenza libera da ogni vincolo esterno palesata dal loro scomposto comportamento. L'uomo autentico del quale inseguiamo l'immagine fin dall'infanzia, l'homo sapiens i cui esemplari si scostano sempre di più dai canoni imposti dalla attuale società, era senza dubbio costruito a somiglianza dell'ubriaco. In antico Bacco era divinizzato: non perché dunque l'ebrietà conceda il piacere o l'oblio; ma perché svela all'uomo la sua originaria, semplice natura.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Beato il padre e la madre onde nacque | Bacco, nostro alto duce, | che noi lieti conduce | a ber l'alto licor che mai non spiacque.
Giovan Battista Giraldi Cintio, Egle, XVI sec.

Di ciò che vive | il diletto sia fine, e tra i diletti | quel di Venere e Bacco il maggior sia.
Giovan Battista Giraldi Cintio, Egle, XVI sec.

O Bacco onnipotente, | difendi la tua gente | da gli oltraggi del cielo | [...] | temp'è signor, che mostri, | se mai sempre ti piacque | il nostro non bere acque.
Giovan Battista Giraldi Cintio, Egle, XVI sec.

Bacco ha annegato più uomini di Nettuno.
Giuseppe Garibaldi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Bacco. Il misterioso dio barbaro della libertà e dell'estasi è divenuto, nella mitologia spicciola dei pagani battezzati; il dio dei briachi. Le Baccanti, che vestite con pelli di belve cantavano nelle foreste, sono oggi le prostitute di poco prezzo che hanno bevuto un po' di più. I Baccanali fastosi e mostruosi dell' impero son divenuti, ora, le ribotte di carnevale degli agenti di cambio colle loro ganze. Anche nel male e nell'errore, per fortuna, arriva il giorno della decadenza.
Domenico Giuliotti e Giovanni Papini, Dizionario dell'omo salvatico, 1923

Viva Bacco, e viva Amore: l'uno e l'altro ci consola; uno passa per la gola, l'altro va dagli occhi al cuore. Bevo il vin, cogli occhi poi... faccio quel che fate voi.
Carlo Goldoni, La locandiera, 1753

Bacco, Cupido e Venere / fanno l’uomo andare in cenere.
Carlo Goldoni, Lucrezia Romana in Costantinopoli, XVIII sec.

Che sono tutte le orge di Bacco al cospetto delle ebbrezze di colui che si abbandona sfrenatamente alla continenza!
Karl Kraus, Detti e contraddetti, 1909

Tetide che abbraccia Bacco sarebbe una splendida insegna per le nostre cantine.
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

Tra la veglia e il sonno, e anche nell'approssimarsi del divino Bacco, il ricordo di una voluttà da lungo trascorsa prende spesso uno slancio celestiale nel nostro animo.
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

Se gli togli bacco, tabacco e venere, cosa gli resta, a un uomo, prima di ridursi in cenere?
Gianni Monduzzi, Orgasmo e pregiudizio, 1997

Venere e Bacco vanno spesso insieme, a quanto dice il proverbio. Ma in me Venere è molto più gagliarda accompagnata alla sobrietà.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/88

Dionisiaco. Per noi il vino è qualcosa di molto sobrio! Cosi cerchiamo la causa del dionisiaco accanto al vino, e tutt'al più ne assumiamo l'effetto come un simbolo. Al contrario! L'effetto del vino fu l'elemento nuovo che fu possibile concepire solo come una nuova vita e una divinità nuova: dopo di ciò si intesero in modo simbolico altri fenomeni.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Chi l'acqua beve / mai non riceve / grazie da me.
Francesco Redi, Bacco in Toscana, 1685

Voi, uomini crudeli, chi vi forza a versare del sangue? Vedete quale affluenza di beni vi circonda! Quanti frutti vi produce la terra! Quante ricchezze vi danno i campi e le vigne! Quanti animali vi offrono il loro latte per nutrirvi e il loro vello per vestirvi! Cosa domandate loro di più? E quale rabbia vi porta a commettere tante uccisioni, saziati come siete di beni e rigurgitanti di viveri? Perché mentite contro vostra madre, accusandola di non poter nutrirvi? Perché peccate contro Cerere inventrice delle sante leggi, e contro il grazioso Bacco, consolatore degli uomini? Come se i loro doni profusi non bastassero alla conservazione del genere umano!
Jean-Jacques Rousseau, Emilio o Dell'educazione, 1762

Bacco, tabacco e Venere, ed altri stupefacenti, riducono l'uomo in cenere solo se egli ne usa senza innocenza; combattuto fra la convinzione che essi gli sono nocivi e il rimorso di non potersene astenere.
Umberto Saba, Scorciatoie e raccontini, 1946

Abbandonati da Venere, si cercherà volentieri di rallegrarsi con Bacco.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Vieni, signor del vino, / Bacco paffuto, e facci l’occhiolino! / S’affoghino gli affanni nei tuoi tini. / Deh, vieni, e i nostri crini / incorona di tralci, finché il / mondo / seguiterà ad andare a tutto tondo.
William Shakespeare, Antonio e Cleopatra, 1607

Senza Cerere e senza Bacco, Venere è gelata.
Publio Terenzio Afro, Andria, 166 a.e.c.

Anche le piante hanno un loro linguaggio. La vite esprime allegria e non per niente è sacra a Bacco.
Anacleto Verrecchia, Diario del Gran Paradiso, 1997

Proverbi su Bacco
  • Bacco attizza il fuoco e Venere viene al gioco.
  • Bacco, tabacco e Venere riducono l’uomo in cenere.
  • Chi non può dormire con Venere dorma con Bacco.
  • Ne uccide più Bacco che Marte.
  • Quando Bacco prende la testa lega anche i piedi.
  • Quando Bacco trionfa, il pensiero fugge.
  • Senza Cerere e Bacco è amor debole e fiacco.
  • Venere e Bacco parlano senza vergogna.
Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Mitologia - Venere - Vino - Dèi

Nessun commento: