Maggiordomo - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul maggiordomo e il domestico. Il termine "maggiordomo" deriva dal latino maior domus "(il servo) maggiore della casa", e indica chi sovrintende alla servitù e al buon andamento della casa. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sui servitori, i camerieri, le casalinghe e le baby-sitter. [I link sono in fondo alla pagina].
I ricchi han maggiordomi e non amici, noi abbiamo amici e non maggiordomi.
(Ezra Pound)
Maggiordomo
© Aforismario

La differenza tra un padrone e il suo domestico? Tutti e due fumano gli stessi sigari, ma uno solo li paga.
Tristan Bernard (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Che cosa fa un maggiordomo DOC? Risposta: fa tutto. Lui cucina, pulisce, cura il giardino striglia i cavalli, scrive lettere, stira le camicie, fissa appuntamenti, accoglie gli ospiti, riempie la vasca, fa la spesa, fa le valigie, disfa le valigie, fa le prenotazioni, annulla le prenotazioni e spesso trova anche il tempo per essere un confidente.
Mr. Butler (Simon Callow), in Bob - Un maggiordomo tutto fare, 2005

La crisi del romanzo giallo è dovuta alla quasi totale scomparsa dei maggiordomi.
Guido Clericetti, Clericettario, 1993

Per un domestico, aver studiato all'università può andar bene; ma questo tipo di istruzione è un po' troppo pedante per un gentiluomo.
William Congreve, Amore per amore, 1695

La Natura ha benignamente provveduto a che ciascuno sia un eroe per il suo domestico, altrimenti bisognerebbe che gli eroi si spazzolassero gli abiti da sé.
Joseph Conrad, L'agente segreto, 1907

Wow, inizia Tre nipoti e un maggiordomo: dal passato spuntano Cissy, Buffy e Jody, coi capelli biondi e crespi, zio Bill e il fidato French, il maggiordomo che tutti noi avremmo voluto da piccoli per giocarci insieme, e che vorremmo da grandi per intrattenere i nostri figli.
Geppi Cucciari, Meglio un uomo oggi, 2010

Il termine maggiordomo deriva dal latino major domi ed indica colui che, in una corte o in una casa signorile è a capo della servitù e dell'amministrazione interna. Interinale significa che, per il periodo in cui il padrone è lontano da casa, egli ne ricopre l'autorità. Nel passato quando un re era impedito nello svolgimento delle sue funzioni era proprio il maggiordomo che lo sostituiva, ad interim, ovviamente.
Giorgio D. S. D'Andrea, Il maggiordomo di Dehra Dun, 2014

Il maggiordomo non va confuso con una sorta di cameriere. Egli è il tramite tra il padrone e la servitù e il suo compito non è quello di svolgere le faccende domestiche bensì quello di organizzare e spronare la servitù a compiere i propri doveri in modo che la casa sia efficiente e il padrone possa raggiungere i suoi scopi.
Giorgio D. S. D'Andrea, Il maggiordomo di Dehra Dun, 2014

Ah, il rumore di piccoli passettini in giro per la casa... Non c’è niente come avere un nano per maggiordomo!
W. C. Fields (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Maggiordomo. Un termine obsoleto, dal sapore anacronistico: maggiordomo. Una figura che per lavoro è tenuta a servire gli altri, che vede ma non vede, che conosce a menadito il protocollo interno della casa e con un solo sguardo è in grado di leggere lo stato d'animo delle persone per cui lavora. Un personaggio avvezzo a rimanere nell'ombra.
Wil Haygood, The Butler. Un maggiordomo alla Casa Bianca, 2013

Non c'è eroe per il suo domestico, è una nota massima; io ho aggiunto – e Goethe lo ha ripetuto dieci anni più tardi –, non perché l'eroe non è un eroe, ma perché il domestico è un domestico.
Georg Wilhelm Friedrich Hegel, Lezioni sulla filosofia della storia, 1837 (postumo)

Un signore vuole rimanere solo. (Del resto, non c'è nessun altro nella stanza.) Allora chiama il suo maggiordomo e, non appena questi varca la soglia, gli intima: «Fuori!» Ora è finalmente solo.
Peter Handke, Il peso del mondo, 1978

Pochi uomini sono stati ammirati dai loro domestici.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/95

E ricorda / che i ricchi han maggiordomi e non amici, / e noi abbiamo amici e non maggiordomi.
Ezra Pound (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Un uomo parlerà dei suoi problemi prima al suo Dio, poi al suo avvocato, poi al suo maggiordomo, e infine − a sua moglie.
Helen Rowland, Riflessioni di una single, 1909

Per il domestico non può esistere il grand'uomo, perché il domestico ha un concetto tutto suo della grandezza.
Lev Tolstoj, Guerra e pace, 1865/69

I domestici sono nemici pagati. Io il mio non lo pago per non offenderlo.
Totò (Antonio De Curtis), in Signori si nasce, 1960

(De)formazione professionale. Aperto il primo corso per maggiordomi. È destinato a venti selezionatissimi candidati scelti nelle direzioni dei principali quotidiani e TG del Paese.
Dario Vergassola, Un annetto buono, 2009

– Un cartellino con il vostro nome indicherà il vostro posto: mettetevi pure a sedere.
– Quello è per lei?
– Oh, no signore, io sono solo un semplice maggiordomo.
– Che cosa fa esattamente?
– Maggiordomeggio.
Wadsworth e Mustard, in Signori, il delitto è servito, 1985

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Servitori - Camerieri - Casalinghe - Baby-Sitter

Nessun commento: