Abel Dufresne - Pensieri, massime e caratteri

Selezione di aforismi, frasi e citazioni di Abel Dufresne (Étampes 1788-1862), magistrato, letterato e pittore francese. Le seguenti riflessioni di Abel Jean Henri Dufresne sono tratte da due libri introvabili anche in lingua francese: Pensieri, massime e caratteri (Pensées, maximes et caractères, 1826) e Il piccolo libro sull'amore (Le petit livre sur l'amour, 1856).
I rimpianti non servono a niente, abbandonarvisi vuol dire perdere il
tempo presente per un passato che non ci appartiene più. (Abel Dufresne)
Pensieri, massime e caratteri 
Pensées, maximes et caractères, 1826 - Selezione Aforismario

I rimpianti non servono a niente, abbandonarvisi vuol dire perdere il tempo presente per un passato che non ci appartiene più.
[Les regrets n'avancent à rien; s'y livrer, c'est perdre le temps présent pour un passé qui n'est plus à nous].

Il brutto è che le massime si scrivono per gli altri e raramente per sé stessi.

L'adulazione è una speculazione sulla vanità. Quando fallisce, l'adulatore non ritrae che quanto ha messo di suo, cioè il disprezzo.

La noia è la malattia delle persone felici; i disgraziati non si annoiano, hanno troppo da fare.

Le persone insignificanti seguono la moda, le presuntuose l'esagerano, quelle di buon gusto scendono a patti con lei.

Il piccolo libro sull'amore
Le petit livre sur l'amour, 1856

L'amore è un romanzo del cuore la cui storia appartiene soltanto agli amanti.
[L'amour est un roman du cœur dont le récit n'appartient qu'aux amants]. 

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni di: Adrien DecourcelleXavier ForneretCharles Lemesle

Nessun commento: