Fiore di Loto - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul fiore di loto, pianta acquatica le cui radici affondano nel terreno, mentre il fiore e le foglie emergono dalla superficie dell'acqua. Il nome fiore di loto indica due specie: il fior di loto americano (Nelumbo lutea) e il fior di loto asiatico (Nelumbo nucifera).
Il fiore di loto è considerato un fiore sacro per l'Induismo e il Buddhismo, mentre in India è uno dei simboli nazionali. Nel Buddhismo è il simbolo dell'essenza della vita umana (buddhità) che, pur rimanendo pulita, affonda le radici nel fango della realtà. Senza il fango il loto non può esistere, così come il Buddha si manifesta grazie agli affanni della vita quotidiana. Inoltre il loto sviluppa il frutto e il seme nello stesso periodo e quindi è il simbolo della legge buddista di causa-effetto. [Fonte Wikipedia].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sui fiori, lo stagno, il fango e il buddhismo. [I link sono in fondo alla pagina].
Dal fango delle avversità cresce il fiore di loto della gioia.
(Carolyn Marsden)
Fiore di Loto
© Aforismario

Il polline di loto, soffiato via dalla distesa | di fiori aperti e fatto girare in cerchio | nell'aria dai venti di tempesta, | prende la forma di un parasole d'oro. 
Bhāravi, Poesie, VI sec.

Il loto profumato che rallegra il cuore cresce nel fango sul ciglio della strada. Così fra i ciechi mortali
il discepolo del Buddha splende per la sua saggezza.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

Taglia ogni autocompiacimento come coglieresti un fiore di loto autunnale e percorri la via della pace
insegnata dai Beati.
Siddhārtha Gautama Buddha, ibidem

Se sottometti la compulsione del desiderio, difficile da dominare, la sofferenza scivola via come una goccia d'acqua su una foglia di loto.
Siddhārtha Gautama Buddha, ibidem

Il profumo della virtù si propaga in ogni direzione, raggiunge ogni angolo del mondo. Esso è più fine del profumo del legno di sandalo, del fiore di loto, del gelsomino.
Siddhārtha Gautama Buddha, Dhammapada (Versi della Legge), V sec. a.e.c.

Come il fiore di loto che nasce dal fango, noi dobbiamo onorare le parti più oscure di noi stessi e le esperienze più dolorose della nostra vita, perché sono ciò che ci permette di generare il nostro io più bello.
Debbie Ford (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Non dite, "Ho trovato il percorso dell'anima." Dite piuttosto, "Ho incontrato l'anima mentre cammina sul mio sentiero." Poiché l'anima percorre tutti i sentieri. L'anima non procede su una linea, e neppure cresce dritta come un giunco. L'anima si dispiega, come un loto di petali innumerevoli.
Kahlil Gibran, Il profeta, 1923

Quale fiore, se non il loto, conosce le acque ed il sole? Quale cuore, se non quello del loto, conosce la terra e il cielo? Guarda, amore mio, il fiore dorato che fluttua tra l’alto e il profondo come facciamo tu e io, fluttuanti tra un amore che è sempre stato e un amore che sempre sarà.
Kahlil Gibran, Gesù figlio dell'Uomo, 1928

Nel caso dovessi dubitare della tua autostima, ricorda il fiore di loto. Anche se esso si immerge nel fango, non consente al sudiciume che lo circonda di influenzare la sua crescita o la sua bellezza.
Suzy Kassem (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Dal fango delle avversità cresce il loto della gioia.
[From the mud of adversity grows the lotus of joy].
Carolyn Marsden e ‎Thây Phâp Niêm, The Buddha's Diamonds, 2016

Le nostre afflizioni non sono altro che illuminazione. Possiamo cavalcare in pace le onde di nascita e morte; possiamo attraversare il mare della delusione sulla barca della compassione, sorridendo senza paura. Alla luce dell'interesse vediamo il fiore nei rifiuti, i rifiuti nel fiore. È proprio sul terreno della sofferenza, sul terreno delle afflizioni, che possiamo contemplare l'illuminazione e il benessere: è esattamente nell'acqua fangosa che crescono e sbocciano i fiori di loto.
Thích Nhất Hạnh, La via della trasformazione, 2004

A volte disprezziamo il nostro corpo o lo critichiamo, ma anche i suoi aspetti negativi sono dei prodigi. Succede proprio come con uno stagno pieno di fiori di loto: tendiamo ad accettare i loti, ma non il fango dello stagno dal quale crescono. Il loto è prezioso – ma lo è anche il fango: se non ci fosse il fango non ci sarebbe alcun loto.
Thích Nhất Hạnh e Lilian Cheung, Mangiare zen: nutrire il corpo e la mente, 2015

Il loto nasce dal fango. Se non avessi mai visto un loto crescere dal fango e te ne portassero un fiore, potresti pensare che quel bellissimo fiore sia sorto dal comune fango di uno stagno? Questo fiore meraviglioso che proviene dal fango laido! Puoi forse riconoscere in esso del fango? C’è, ma trasformato. La sua fragranza, il colore roseo dei petali, vengono da quello stesso fango laido. Se nascondi questo fiore di loto nel fango, in pochi giorni scomparirà di nuovo in sua madre, e di nuovo non sarai in grado di riconoscere dove sia andato a finire quel loto. Dove? Dov'è la fragranza? Dove sono quei petali bellissimi? Tu non puoi riconoscere te stesso nel Buddha, ma tu sei lì, naturalmente su un piano più grande e più elevato, trasformato.
Osho, Discorsi, 1953/90

I fiori di loto nascosti nel fango, per quanto possano essere nascosti, al punto che tu non li hai mai visti, sono sempre fiori di loto e non diventano mai fango. Quando avrai dato loro l’opportunità di crescere, sbocceranno.
Osho, Discorsi, 1953/90

La tua natura è il divino in te. La spinta di quella natura è la spinta della vita dentro di te. Non dare retta agli avvelenatori ascolta l'impulso della natura; certo, la natura non è sufficiente, esiste anche una natura superiore, ma arriva attraverso quella inferiore. li fiore di loto nasce dal fango. Attraverso il corpo cresce. l'anima, attraverso il sesso cresce la trascendenza.
Osho, Discorsi, 1953/90

L’amore non è desiderio sessuale, è vero; ma l’amore non può esistere senza di esso: anche questo è vero. L’amore è più elevato del desiderio sessuale, questo è vero, ma se distruggi completamente quest’ultimo, distruggi la possibilità stessa che il fiore sbocci dal fango. L’amore è il fiore di loto, il desiderio sessuale è il fango dal quale sorge.
Osho, Discorsi, 1953/90

L’amore è una conseguenza del risveglio della consapevolezza. È come la fragranza di un fiore. Non cercarla nelle radici, perché non sta lì. La tua biologia sono le tue radici, la tua consapevolezza è la tua fioritura. Man mano che diventerai sempre più un loto di consapevolezza aperto, rimarrai sorpreso, sconcertato da un’esperienza incredibile, che può solo essere definita «amore».
Osho, Discorsi, 1953/90

Se non ami la tua casa, non la pulirai; se non l’ami, non la dipingerai; se non l’ami, non l’abbellirai con un giardino e con un laghetto di fiori di loto. Se ami te stesso, creerai intorno al tuo essere un giardino.
Osho, Discorsi, 1953/90

Nel mondo vivono persone appartenenti a tre tipologie: nella prima rientrano coloro che tentano di ridiventare animali; nella seconda coloro che tentano, al massimo, di diventare uomini; nella terza coloro che non intendono sentirsi soddisfatti in uno stato al di sotto del divino. Entra nella terza tipologia di persone perché, solo così, la tua vita conoscerà la fioritura suprema. Il fior di loto della vita, con tutta la sua fragranza, si arrenderà al cielo.
Osho, Discorsi, 1953/90

“O beata, quando i sensi sono assorbiti nel cuore, raggiungi il centro del loto.” Il cuore è il loto. Ogni senso è solo l’apertura del loto, i petali del loto. Come prima cosa cerca di mettere i sensi in relazione con il cuore, poi, pensa sempre che ogni senso si sprofonda nel cuore e ne viene assorbito. Solo quando queste due cose si saranno saldamente assestate i tuoi sensi inizieranno a esserti d’aiuto: ti condurranno al cuore, ed esso diventerà un loto.
Osho, Discorsi, 1953/90

In Oriente il fiore di loto è diventato un simbolo, perché l’Oriente sostiene che devi vivere nel mondo senza fartene toccare. Devi restare nel mondo, ma il mondo non deve restare in te. Devi attraversare il mondo senza che in te rimangano tracce, orme o graffi. Se nel momento della morte puoi dire che la tua consapevolezza è pura e innocente come lo era alla nascita, la tua vita è stata religiosa, spirituale. Per questo il fiore di loto è diventato un simbolo dello stile di vita spirituale: nasce dal fango, eppure non ne viene toccato. È un simbolo della trasformazione. Il fango si trasforma nel fiore più meraviglioso e fragrante che il mondo conosca.
Osho, Discorsi, 1953/90

Sii come il loto. Lascia parlare la bellezza del tuo cuore. Sii grato al fango, all'acqua, all'aria e alla luce.
Amit Ray, Nonviolence, 2012

Ogni avversità è come il fango - ci sono sempre dei semi di loto che aspettano di germogliare.
Amit Ray, Nonviolence, 2012

Chi ben conosce il comportamento delle donne sa che spesso hanno parole suadenti per l'orecchio, e il viso come un fiore di loto che sboccia nell'autunno, ma nel loro cuore vibra una lama tagliente.
Bhāgavata Purāṇa, VI-X sec.

Il fiore di loto che sboccia nel fango delle avversità è il più bello di tutti.
Anonimo

Proprio come il loto anche noi abbiamo la capacità di sollevarci dal fango, sbocciare dalle tenebre e aprirci al mondo.
Anonimo

Il cuore di una donna è sfuggente come una goccia d'acqua su una foglia di loto. 
Proverbio cinese

Non c'è loto senza stelo.
Proverbio indiano

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Fiori - Stagno - Fango - Buddhismo

Nessun commento: