Sdegno - Aforismi, frasi e proverbi

Raccolta di aforismi, frasi e proverbi sullo sdegno e sul disdegno. Entrambi i termini indicano risentimento misto a disprezzo che insorge verso persone o cose da cui si sente gravemente offeso il proprio senso morale.
Come scrive Carlo Lapucci: "Lo sdegno e` un moto di disprezzo rivolto contro chi offende i propri più gelosi sentimenti o il proprio codice morale. È quindi un risentimento naturale, e può essere positivo al punto di venir chiamato nobile sdegno, che spesso porta ad allontanarsi dall'oggetto del disprezzo (sdegnano anche gli uccelli quando trovano il nido contaminato), a rifiutare il rapporto con persone indegne della fiducia e dell’amicizia. ‘‘Alma sdegnosa, / benedetta colei che in te s’incinse’’ (Dante, Inferno 8.44), dice Virgilio a Dante per lodare il suo sdegno. Può essere anche negativo e colludere con la superbia e la presunzione. Proprio perché è una reazione a un’offesa personale tende ad essere violento e assumere la forma dell’ira". [Dizionario dei proverbi italiani Mondadori 2007].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'indignazione, la collera e il disprezzo. [I link sono in fondo alla pagina].
La Speranza ha due bellissimi figli. I loro nomi sono "Sdegno" e "Coraggio";
Sdegno per come stanno le cose, e Coraggio per cambiarle.
Sdegno
© Aforismario

Fama di loro il mondo esser non lassa; / misericordia e giustizia li sdegna: / non ragioniam di lor, ma guarda e passa. 
Dante Alighieri, Inferno, Divina Commedia, 1304/21

I cuori di grande capacità disdegnano le mezze misure.
Augusta Amiel-Lapeyre, Pensieri selvaggi, 1909

Lo sdegno che si accompagna a un rifiuto ne segnala il carattere reversibile.
Amedeo Ansaldi, Manuale di scetticismo, 2014

Nessuno è di fronte alle donne più arrogante, aggressivo e sdegnoso dell'uomo malsicuro della propria virilità. 
Simone de Beauvoir, Il secondo sesso, 1949

Al dolore rispondo con le grida e con le lacrime, alle bassezze con lo sdegno, alle turpitudini con la nausea. In questo consiste la vita.
Anton Čechov, La corsia n°6, 1892

L'indignazione fa parte di me stessa, delle mie stesse vene. Anzi, chi non ha sdegno non ha ingegno.
Camilla Cederna (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La calunnia disdegna i mediocri e si afferra ai grandi. 
Francesco Crispi, Pensieri e profezie, 1920 (postumo)

Il coraggio disdegna essere guidato dalla viltà.
Giuseppe Garibaldi, Clelia o Il governo dei preti, 1870

La folla segue chi, disdegnandola, la lusinga.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Lo sdegno è rivolta della coscienza; la rabbia, dell'istinto.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Il saggio sdegna, non di ridere, ma di deridere. 
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Quanto è alta cosa lo sdegno, tanto è bassa cosa la collera.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

Quando pure o la necessità o lo sdegno vi induce a dire ingiuria a altri, avvertite almanco a dire cose che non offendono se non lui; verbigrazia, se volete ingiuriare una persona propria, non dite male della patria, della famiglia o parentado suo; perché è pazzia grande volendo offendere uno uomo solo, ingiuriarne molti.
Francesco Guicciardini, Ricordi, 1512/30

Dal pigro e grave sonno, ove sepolta / sei già tanti anni, omai sorgi e respira; / disdegnosa le tue piaghe mira, / Italia mia, non men serva che stolta.
Giovanni Guidiccioni, Sonetti, XVI sec.

Una lunga, tediosa / pioggia guasta la rosa, / ed il pianto distrugge / chi non curò sdegnosa / l'amor, che ora le sfugge.
Ono No Komachi, IX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Nessuno può vantarsi o sdegnarsi con verità dicendo: io non posso essere più infelice di quel che sono.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Nella sua grandezza il genio disdegna le strade battute e cerca regioni ancora inesplorate.
Abraham Lincoln (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Là dove vi è sdegno eccessivo verso gli altri, là vi è profondo sdegno verso sé stessi.
Davide Lopez, Il mondo della persona, 1991

Si reagisce con sdegno solo davanti a fatti o dichiarazioni che non hanno importanza. Il mondo è clonato anche mentalmente e nessuno ha l'energia per reagire e prevenire un'ulteriore perdita di significato. 
Gerard Rancinan, su Sette, 2011

Disdegnando d'essere l'edera parassita, / anche se non si è quercia o tiglio, / salire non molto in alto, forse, ma da solo.
Edmond Rostand, Cyrano de Bergerac, 1897

È provato che l’umiltà servì sempre da scala all’ambizione, quando questa è giovane, e chi sale le volge sempre il volto; ma poi, raggiunto l’ultimo gradino, volta il dorso alla scala, e guarda in alto sdegnoso ormai degli umili gradini grazie ai quali è salito fin lassù.
William Shakespeare, Giulio Cesare, ca. 1599

Nelle società in cui non si offre alcuna vera alternativa morale e i contropoteri potenziali sono coinvolti in larga parte negli apparati di potere, accade che ormai nessuno provi sdegno per i cinismi del potere.
Peter Sloterdijk, Critica della ragion cinica, 1983

Lo sdegno sovente è desiderio deluso.
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

Sdegno e coraggio di vivere sono stati la traccia della mia vita. Volontà di vivere nonostante tutto, stringendo i pugni, nonostante il tempo, nonostante la morte.
Giuseppe Ungaretti, Note a L'allegria, XX sec.

Non dire: "Ho peccato, e che cosa mi è successo?", perché il Signore è paziente. Non esser troppo sicuro del perdono tanto da aggiungere peccato a peccato. Non dire: "La sua misericordia è grande; mi perdonerà i molti peccati", perché presso di lui ci sono misericordia e ira, il suo sdegno si riverserà sui peccatori.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

La Speranza ha due bellissimi figli. I loro nomi sono "Sdegno" e "Coraggio"; Sdegno per come stanno le cose, e Coraggio per fare in modo che non rimangano come sono.
Anonimo

La speranza ha due bellissimi figli: lo sdegno e il coraggio. Lo sdegno per la realtà delle cose, il coraggio per cambiarle.
Anonimo (attribuito ad Agostino d'Ippona - vedi "Citazioni errate" su Aforismario)

Proverbi sullo Sdegno
  • A grande sdegno gran pentimento.
  • Chi non ha sdegno non ha ingegno.
  • Chi spesso si sdegna non regna.
  • La fine dello sdegno è l’inizio del pentimento.
  • Lo sdegno è cattivo consigliere.
  • Lo sdegno ferisce gli altri con l'ago e sé stesso col pugnale.
  • Lo sdegno impedisce all'uomo di vedere la verità.
  • Lo sdegno toglie il lume agli occhi.
  • Lo sdegno vero e` muto.
  • Quando lo sdegno e la vendetta si accoppiano, nasce la ferocia.
  • Sdegno cresce amore.
  • Sdegno d’amante poco dura.
  • Sdegno d'uomo mite divien furore.
  • Sdegno di donna è peggiore di quello dell’uomo.
  • Sdegno e vergogna son pieni d’ardire.
  • Sdegno non sa tener la lingua a segno.
  • Sdegno senza forza non vale una scorza.
  • Sdegno senza forza presto si smorza.
  • Sullo sdegno si beve male e si dorme peggio.
Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Indignazione - Collera - Disprezzo

Nessun commento: