Robert Burton - Citazioni da Anatomia della Malinconia

Selezione di aforismi, frasi e citazioni di Robert Burton (Lindley 1577 - Oxford 1640), saggista inglese. Robert Burton è noto per essere l'autore del libro: Anatomia della malinconia (The Anatomy of Melancholy), pubblicata nel 1621 con lo pseudonimo di Democritus junior. 
Robert Burton, che in vita curò ben sei edizioni della sua opera, affermò di scrivere sulla malinconia per tenersi occupato ed evitare egli stesso di cadere nella malinconia: "Se qualcuno ha obiezioni da muovere sull'argomento della mia opera o sul modo di trattarlo e ne chiederà ragione, posso addurne più d'una. Scrivo sulla malinconia, adoperandomi per evitarla. Non c'è causa maggiore di malinconia dell'ozio, «nessun rimedio migliore dell'attività», come sostiene Rhazes". E aggiunge: ""Io sono stato non poco tormentato da questa malattia; devo dire la mia Signora Malinconia, la mia Egeria o il mio malus genius?".
Su questo libro ha scritto Emil Cioran: "The Anatomy of Melancholy. - Il più bel titolo mai trovato. Che cosa importa poi che il libro sia più o meno indigesto!".
Robert Burton
Anatomia della malinconia
The Anatomy of Melancholy, 1621

Se in terra c'è un inferno, si trova certamente nel cuore di un uomo melanconico.
[If there be a hell upon earth, it is to be found in a melancholy man's heart].

Gli uomini sono malvagi, maliziosi, traditori, e insignificanti, non si amano l'un l'altro né amano sé stessi, non sono ospitali, caritatevoli o socievoli come dovrebbero essere, ma falsi, dissimulatori, doppiogiochisti, disposti a tutto per raggiungere i loro fini, senza pietà, senza compassione, e per trarre un beneficio non esitano a procurar danno al prossimo. 

Chi vive secondo le prescrizioni del medico, vive infelicemente. 

Ciò che non può essere curato deve essere sopportato.

È chiaro quanto di più crudele è la penna che la spada.

È proprio vero, stylus virum arguit, il nostro stile ci illumina.

I confronti sono odiosi. 
[Comparisons are odious].

La cucina è diventata un'arte, una scienza nobile; i cuochi sono dei gentiluomini.

La lussuria ci tormenta da una parte, l'invidia, l'ira, l'ambizione, dall'altra. Siamo lacerati dalle nostre passioni, come da tanti cavalli selvaggi; uno nell'indole, l'altro nel comportamento; uno è malinconico, l'altro matto, ma chi di noi cerca aiuto, riconosce il suo errore, o sa di essere malato?

L'ozio è un'appendice della nobiltà.
[Idleness is an appendix to nobility].

La speranza e la pazienza sono due rimedi sovrani per ogni cosa, i rifugi più sicuri, i cuscini più soffici a cui appoggiarsi nelle avversità.
Se in terra c'è un inferno, si trova certamente nel cuore di un uomo melanconico.
Robert Burton - foto: Malinconia, Domenico Fetti, ca. 1618
Mi è difficile pensare al nome di un uomo interessante che non beva.

Nessuna regola è così generale da non ammettere qualche eccezione.
[No rule is so general, which admits not some exception].

Nessun uomo mortale può evitare il dolore e la malattia, e il dolore è un compagno inseparabile della malinconia.

Non possiamo dire altro che ciò che è stato detto. I nostri poeti rubano da Omero...

Ogni uomo ha un angelo buono e cattivo che lo segue da vicino per tutta la vita.

Perché lo sbadiglio di un uomo provoca un altro sbadiglio?

Tabacco, divino, raro, sovraeccellente tabacco, tanto superiore a tutte le loro panacee, oro potabile, pietra filosofale, sovrano rimedio di tutte le malattie.

Tutte le nostre oche sono cigni.

Tutti i poeti sono pazzi.
[All poets are mad].

Tutti gli uomini sono trascinati da passioni, turbamenti, lussuria, piaceri ecc.; generalmente odiano quelle virtù che dovrebbero amare e amano i vizi che dovrebbero odiare. Quindi, più che malinconici, essi sono completamente pazzi, dei bruti privi di ragione.

Un colpo con una parola colpisce più profondamente di un colpo con una spada.

Un usignolo muore per la vergogna se un altro uccello canta meglio.

Una religione è tanto vera quanto un'altra. 

Una coscienza a posto è una festa continua.
[A good conscience is a continual feast].

Libro di Robert Burton consigliato
Anatomia della malinconia 
Curatore J. Starobinski 
Traduzione: G. Franci e F. Fonte Basso 
Editore Marsilio, 2003 

L'opera di Robert Burton è un affresco enciclopedico di ciò che è stato detto e scritto sulla malinconia, a cominciare dagli autori più antichi. La malinconia, in questo testo, è una malattia universale e l'angoscia esistenziale del malinconico diventa l'emblema della condizione umana: l'anatomia della malinconia è dunque anatomia dell'uomo e anatomia del mondo.

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni di: Francis BaconJohn DrydenGeorge Herbert

Nessun commento: