William Makepeace Thackeray - Aforismi, frasi e citazioni

Selezione di aforismi, frasi e citazioni di William Makepeace Thackeray (Calcutta 1811 – Londra 1863), scrittore inglese, noto soprattutto per le sue opere satiriche, e in particolare per il romanzo La fiera delle vanità  (Vanity Fair, 1848), che descrive i tratti della società inglese a lui contemporanea.
William Makepeace Thackeray
A Shabby Genteel Story
1840

Vi sono alcune bassezze che sono troppo basse anche per un uomo − la donna, la sola amabile donna, può arrischiarsi a commetterle.

Le memorie di Barry Lyndon
The Memoirs of Barry Lyndon, 1844

Ah! Il primo amore, come lo si ricorda bene! Quale nobile scoperta è quella di un ragazzo quando si accorge di essere davvero e sinceramente innamorato!

Dai tempi di Adamo in poi, si può dire che non vi sia mai stato nel mondo un guaio in cui non fosse mescolata una donna.

Il pigro senza ambizione si rifiuta interamente alla lotta e decreta a sé stesso il nome di filosofo.

La fiera della vanità
Vanity Fair, 1848 - Selezione Aforismario

Alla Fiera della Vanità i peccati dei Grandi vengono giudicati con soverchia indulgenza.

Aver sempre ragione, farsi sempre strada, calpestare tutto, non aver mai dubbi: non sono queste le grandi qualità con cui la stoltezza governa il mondo?

Chi fu il balordo che disse: "Le belle parole non condiscono le rape"? In società, metà delle rape sono servite e insaporite con quest'unica salsa.

Ci sgomenta l'idea di essere colti in fallo, ci terrorizza il pensiero dell'onta e della punizione, ma ben pochi alla Fiera della Vanità soffrono al semplice pensiero di aver agito in modo disonesto.

È una fortuna che le donne non riescano più spesso ad esercitare il loro potere, perché, in caso contrario, noi non saremmo in grado di resistere: basta che esse mostrino il più lieve interessamento, e gli uomini cadono tutti alle loro ginocchia, anche se esse sono vecchie e brutte. Questa è per me una verità positiva: una donna, quando non sia addirittura gobba, se le si presenta l'occasione può sposare chi vuole. Ci affrettiamo ad aggiungere, però, che esse, in genere, sono come i buoi nei campi: non si rendono conto della loro forza, altrimenti saremmo fritti.

Il mondo è uno specchio che ad ogni uomo rimanda la sua immagine. Se lo fissi con espressione accigliata, ti risponderà con un'occhiataccia. Se ridi di lui e con lui, diventerà un amico allegro e compiacente.

In quanto al suo abito, che probabilmente verrebbe giudicato oltremodo ridicolo dalle attuali frequentatrici della Fiera della Vanità, vent'anni addietro appariva stupendo ai suoi occhi come a quelli altrui, né più né meno come il vestito che oggi indosserebbe la donna più bella e più appariscente della stagione in corso. Tra altri vent'anni anche quest'altro, questo capolavoro della sartoria, sarà passato nel regno dell'assurdo, non altrimenti dalle altre pregresse vanità.

«Mamma», sulle labbra e nel cuore dei bambini, è il nome di Dio. Ed eccone uno, povero infelice, che adorava una pietra!

Non perdere mai l'occasione di dire una parola gentile.

Personalmente sono dell'opinione che il rimorso sia il più pigro tra i sentimenti morali dell'uomo: quello che è più facile spegnere se per caso si desta; e in certuni del resto non si desta affatto.

Quando sono innamorati, certi uomini, anche se vedono l’amo e la lenza e tutto l’apparecchio con cui saranno catturati, inghiottono egualmente l’esca.

Se i ciarlatani s'impinguano con la stessa frequenza con cui si riducono in miseria, se i buffoni hanno successo e i lestofanti fanno fortuna (o viceversa) soggetti come sono agli incerti della buona e della cattiva sorte né più né meno come lo sono gli uomini onesti e virtuosi, io penso, fratello, che non dobbiamo attribuire soverchia importanza ai doni e ai piaceri che elargisce questa Fiera della Vanità.

Tutto è vanità, lo sappiamo, ma chi non confesserà di volere una parte di questa vanità?

Se il migliore di noi, colui che più d'altro è animato da nobili sentimenti, dopo aver lasciato questo mondo avesse modo di ritornarvi (o se in quello cui siamo destinati sopravvivono i sentimenti che si provano alla Fiera della Vanità), credo che si sentirebbe profondamente umiliato nel constatare con quanta rapidità coloro che gli sono sopravvissuti hanno saputo trovare consolazione.

Ah, Vanitas Vanitatum! Chi di noi è felice, in questo mondo? Chi riesce a soddisfare le sue aspirazioni? Echi si sente pago, quand'anche vi riesca? Suvvia, venite, bambini, riponiamo il teatrino e le marionette. La commedia è finita.
Aver sempre ragione, farsi sempre strada, calpestare tutto,
non aver mai dubbi: non sono queste le grandi qualità con cui
la stoltezza governa il mondo? (William Makepeace Thackeray)
Il libro degli snob
The Book of Snobs, 1848 - Selezione Aforismario

È un grande errore giudicare gli snob con leggerezza e credere che esistano soltanto fra le classi più basse. Credo che su ogni gradino di questa vita mortale la percentuale degli snob sia immensa.

Chi ammira in modo meschino cose meschine è uno snob.

La società incoraggia il modesto cittadino a essere snobisticamente vile, e il nobile a essere snobisticamente insolente.

Non dovete giudicare gli snob frettolosamente o volgarmente, se non volete mostrare d'essere anche voi snob.
[You must not judge hastily or vulgarly of snobs: to do so shows that you are yourself a snob].

Pendennis
1850

Com'è difficile far riconoscere a un inglese che è felice!

È meglio, senza dubbio, amare saggiamente; ma amare scioccamente è meglio che non poter amare affatto.
[It is best to love wisely, no doubt; but to love foolishly is better than not to be able to love at all].

La storia di Henry Esmond
The History of Henry Esmond, 1852

Amiamo essere innamorati, questa è la verità.

La famiglia Newcomes
The Newcomes, 1855

Essere bella è abbastanza. Se una donna sa far bene questo, chi le domanderà di più?

Schizzi e viaggi a Londra
Sketches and Travels in London, 1856

Il buon umore è uno dei migliori articoli di vestiario da indossare in società. Il coraggio non va mai giù di moda.
[Good humour may be said to be one of the very best articles of dress one can wear in society. Bravery never goes out of fashion].

La pipa trae saggezza dalle labbra del filosofo e chiude la bocca degli stolti.
[The pipe draws wisdom from the lips of the philosopher, and shuts up the mouth of the foolish].
Non dovete giudicare gli snob frettolosamente o volgarmente,
se non volete mostrare d'essere anche voi snob. (William Makepeace Thackeray)
Fonte sconosciuta
Selezione Aforismario

È un gran conforto per alcune persone lamentarsi dei loro mali immaginari.

Il cuore di una donna è come la pietra di un litografo; ciò che è scritto su di esso non può essere cancellato.

In fede mia dichiaro che il sigaro è stato uno dei più grandi piaceri della mia vita, un cortese compagno, un gentile eccitante e un amabile calmante, un consolidatore dell'amicizia.

In questa vita ci sono molti diamanti finti che passano per veri, e viceversa.

La disperazione è perfettamente compatibile con una buona cena, vi assicuro.

Nessun biasimo e nessuna satira sarebbero mai riusciti a trasformare la natura umana. Per quanto si bastoni un asino non si riuscirà mai a farne una zebra.

Non sposarti mai con l'aspettativa di cambiare una persona.

Quando si vive di presentimenti, capita per forza che qualcuno di essi si avveri.

Una persona malvagia è come una finestra sporca, non lascia mai trasparire la luce.
[An evil person is like a dirty window, they never let the light shine through].

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni di: Gilbert Keith ChestertonJerome Klapka JeromeRudyard Kipling

Nessun commento: