Eredità ed Eredi - Aforismi, frasi e proverbi

Raccolta di aforismi, frasi, proverbi e battute satiriche sull'eredità e sugli eredi. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'eredità culturale e sull'eredità biologica (o ereditarietà).
Credi di conoscere i tuoi parenti? Aspetta la prima eredità!
Eredità ed Eredi
© Aforismario

Anche la miseria è un'eredità.
Riccardo Bacchelli, Il diavolo al Pontelungo, 1927

Chi si propone di essere caritatevole dopo morto, è generoso dei beni altrui.
Francis Bacon (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ieri, alle cinque antimeridiane, mio zio e io siamo passati a miglior vita. 
Honoré de Balzac [alla notizia della morte di uno zio ricco e avaro].

Un’eredità è il modo più valido per giungere a farsi una collezione.
Walter Benjamin, Scritti 1906-1940

Lasciare in eredità. Dare generosamente a un altro quello che ormai a qualcuno bisogna pur concedere.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Si ereditano beni mobili o immobili. Si ereditano anche dei debiti. Tutto ciò che si eredita è sempre di una materia contabile. È possibile che non si possa ereditare, nemmeno dalle persone più care, un patrimonio che non sia venale? Ereditare sogni, pensieri sfusi, fantasie di vario genere; e poi spunti di romanzi o di romanze, dubbi filosofici, amori, certezze teologiche, brandelli di poesie, magari chiacchiere e bugie da tener buoni per le ore di solitudine. Questo si chiamerebbe ereditare.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Un uomo riceve in età matura una eredità sufficiente a cambiare la sua esistenza. Lungi dal trasferirsi in hotel di lusso o dal viaggiare in terre lontane, si ritira a vivere in una modesta dimora in compagnia di dozzine di .ani, gatti e altri animali. A chi si stupisce per la sua scelta risponde: «È stato difficile farmi amare dai miei simili quando ero povero: sarebbe impossibile oggi da ricco».
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

La morte desta vere emozioni soltanto negli eredi.
Valeriu Butulescu, Aforismi, 2002

L’eredità! Se nella tomba si lasciavano al morto tutti i suoi beni e se ora non gli si lascia nulla, o gli eredi attuali sono ladri o era ladro il morto di una volta.
Pasquale Cacchio, Frantumi, 2010

Quel che per il povero è la speranza, per il ricco è l’erede.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

L'avaro marcia a piedi, / e manda in macchina gli eredi. 
Mariangelo da Cerqueto (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Perché un'eredità sia davvero grande, la mano del defunto non deve essere vista.
René Char, Fogli d'Ipnos, 1946

Godersi in pace una ricca eredità, passata di padre in figlio, è sempre una bella cosa: ma per i giovani, l'industria, l'abilità e la svegliatezza d'ingegno valgono più d'ogni altra fortuna ereditata.
Carlo Collodi, I racconti delle fate, 1876 [Favole straniere tradotte in italiano].

Sfugge alla venerazione del denaro solo chi sceglie la povertà o chi eredita il suo patrimonio. L'eredità è la forma nobile della ricchezza.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

Tutte le ereditiere sono belle.
John Dryden, Re Artù, 1691

Quando vai in auto troppo in fretta, ricordati che dietro ogni albero della strada è nascosto uno dei tuoi eredi. 
Lina Furlan (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Ricchi è meglio diventare che nascere perché la ricchezza accumulata dura più a lungo di quella ereditata.
Roberto Gervaso, La volpe e l'uva, 1989

Agnelli ha sempre avuto il pallino degli affari. A sedici anni il nonno gli regalò 1000 lire con le quali Gianni comprò tre mele che rivendette a 1300 lire. Quindi investì questo nuovo capitale per comperare cinque mele che rivendette a 2000 lire subito reinvestite in sei mele che gli fruttarono 3000 lire. A questo punto quando stava per acquistare dodici mele per ricavarne 5700 lire, improvvisamente, grazie a una congiuntura favorevole del mercato, morì suo padre lasciandogli in eredità 100 mila miliardi.
Gino e Michele, Anche le formiche nel loro piccolo s'incazzano. Opera omnia, 1995

Ogni ricco è un malvagio, o erede di un malvagio. 
San Girolamo, IV sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il buon padre ha figli solo dopo i cinquant'anni, per lasciare l'eredità quando ne avranno più bisogno.
Giordano Bruno Guerri, Pensieri scorretti, 2007

Forse Gesù aveva ragione quando diceva che i mansueti erediteranno la terra… ma ne ereditano appezzamenti molto piccoli, diciamo un metro per due.
Robert Anson Heinlein, Lazarus Long l'Immortale, 1973

Beati i giovani perché erediteranno il debito pubblico.
Herbert Hoover, Discorso alla Conferenza Repubblicana del Nebraska, 1936

Abramo di Santa Chiara racconta di un ricco che alla sua morte costituì erede di tutte le sue sostanze un solitario. Il solitario quando lo venne a sapere, rispose: «Deve trattarsi di uno sbaglio: com'è possibile ch'egli mi costituisca suo erede se sono morto molto tempo prima di lui?».
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

Il carattere di chi vuole ereditare da qualcuno rientra nella tipologia del compiacente: non siamo mai meglio adulati, obbediti, seguiti, circondati, curati, trattati con riguardo, coccolati nel corso della nostra vita che da chi crede di trarre vantaggi dalla nostra morte e desidera che essa avvenga.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

L’avaro spende più da morto in un sol giorno di quanto facesse da vivo in dieci anni; e il suo erede spende più in dieci mesi di quanto non abbia saputo fare lui durante tutta la vita.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Tutti gli uomini, in virtù dei vari incarichi, dei titoli e delle successioni, si vedono come eredi gli uni degli altri e, in ragione di tale interesse, coltivano durante tutta la vita un segreto e velato desiderio della morte altrui: il più fortunato in ogni situazione è colui che con la propria morte ha più cose da perdere e da lasciare al proprio successore.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Era ricco e distinto. Ora ha ereditato, e perciò è molto ricco e molto distinto.
Jean de La Bruyère, ibidem

Triste condizione dell’uomo, e tale da provare disgusto per la vita! Occorre sudare, vegliare, curvarsi, subire, per avere un po’ di ricchezza, oppure aspettarla dall'agonia dei congiunti. Chi impedisce a sé stesso di augurarsi che giunga presto quella di suo padre è un uomo probo.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Le lacrime d'un erede sono spesso risa nascoste; chi aspetta un'eredità desidera vivamente che non tardi.
Labouisse (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Chi cura un malato, che lo lascia erede, è un avvoltoio che svolazza intorno a un cadavere.
Labouisse, ibidem

Non puoi dire di conoscere un uomo finché non hai diviso un'eredità con lui.
Johann Kaspar Lavater, Aforismi sull'uomo, 1788

Se hai scoperto l'elisir della vita eterna, brevettalo subito, altrimenti non potrai lasciar nulla ai tuoi eredi.
Stanisław Jerzy Lec, Nuovi pensieri spettinati, 1964

Se in Germania qualcuno lasciasse 100.000 luigi d’oro al più grande furfante, quanti pretendenti si farebbero avanti per l’eredità!
Georg Lichtenberg, Aforismi, 1766/99 (postumo 1902/08)

Il debitore che si dimentica non estingue il debito. Il creditore forse sì. Però se lo ricordano gli eredi.
Marcello Marchesi, Il malloppo, 1971

Per una persona che sogna di fare cinquantamila sterline ce ne sono almeno cento che sognano di riceverne altrettante in eredità.
A. A. Milne (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La morte non ha sempre le orecchie aperte ai voti e alle preghiere dei singoli eredi; e si ha il tempo di fare i denti lunghi, quando, per vivere, s'aspetta la morte di qualcuno.
Molière, Il medico per forza, 1666

A nessuno è concesso l'uso perpetuo delle cose, e un erede sottentra all'altro come l'onda all'onda.
Orazio (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Chi non sa conservare l'eredità paterna morirà in miseria, nonostante qualsiasi sforzo demoniaco.
Aleksandr Puškin, La dama di picche, 1834

Il risparmio arricchisce principalmente le banche e gli eredi.
Sergio Ricossa, Scrivi che ti passa, 1999

Uno assiste l’amico ammalato: è una bella azione. Ma se lo fa per farsi nominare erede, è un avvoltoio che aspetta il cadavere.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Chi è erede per nascita è più sicuro di chi lo è per testamento.
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Il pianto dell'erede è un riso mascherato.
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Per un uomo onesto una buona reputazione vale più di una grandissima eredità.
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Sbaglia l'ammalato che lascia i suoi averi in eredità al medico.
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Quando si perde un vecchio amico, non c'è consolazione migliore che esserne l'erede.
Robert Louis Stevenson, La freccia nera, 1883

Non si piange un morto che non ha lasciato ricchezze. 
Teognide di Megara (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Chi spende tutto quello che possiede, / economizza il pianto dell'erede. 
Trilussa, Poesie, XX sec.

Non c’è avaro che non si riproponga di fare, un giorno, una spesa ingente; ma arriva la morte e fa realizzare i suoi progetti all'erede.
Voltaire, Quaderni, XVIII sec. (postumo, 1952)

– Vorrei farvi le mie condoglianze per la recente perdita della vostra prozia Ortensia. In qualità di unici eredi, tutti i suoi beni spettano di diritto a voi. [...] L'unica condizione richiesta è che trascorriate una notte in una casa infestata da fantasmi.
– Oh. Non è alquanto insolito?
– No, è una clausola standard.
Marge Simpson, in Matt Groening, I Simpson, 1989/...

Credi di conoscere i tuoi parenti? Aspetta la prima eredità!
Anonimo

Epitaffio dell'avaro. Qui giace Tal dei Tali. Sommò, moltiplicò, mai sottrasse. Gli eredi riconoscenti divisero.
Anonimo

Erede: uno che arricchisce in seguito a una perdita.
Anonimo

Il padre ricco, in punto di morte: "Figli miei, vi lascio". "Quanto?", chiesero i figli in coro.
Anonimo

Un tale credeva nella reincarnazione a tal punto che, quando morì, lasciò tutti, i suoi beni in eredità a se stesso.
Anonimo

Proverbi sull'Eredità
  • Alle lacrime d'erede, è ben matto chi ci crede.
  • Chi aspetta eredità campa di stenti.
  • Chi lascia niente, lascia pace; chi lascia roba, lascia guerra.
  • Chi molto risparmia fa ridere gli eredi.
  • Cucina grassa, eredità magra.
  • Del troppo non ammalò nessun erede.
  • Dove c’è eredità non mancano eredi.
  • Fa pianger veramente il morto che lascia niente.
  • Folle chi vive abietto e disagiato, per lasciare i suoi figli in ricco stato.
  • I figli che ereditano gli averi e non le virtù dei genitori, sono mezzi eredi.
  • Il parente più prossimo è l’erede.
  • L'anima a Dio, il corpo alla terra, la roba a chi tocca.
  • Morte di fratelli, crescita di beni.
  • Nessuna eredità, nessuna lite.
  • Pianto d'erede, riso dissimulato.
  • Più digiuna l’avaro e più mangiano i suoi eredi.
  • Più grande è l’eredità, meno compianto ha l’erede.
  • Più si lascia agli eredi e meno ci rimpiangono.
  • Sia pur grossa la torta e spaziosa, divisa in molti pezzi è poca cosa.
Se il padre non ha coltivato, il figlio non erediterà mai un campo.
Proverbio africano

Libro dei Proverbi
Antico Testamento, V secolo a.e.c. 
  • Chi crea disordine in casa erediterà vento e lo stolto sarà schiavo dell'uomo saggio.
  • L'uomo dabbene lascia eredi i nipoti, la proprietà del peccatore è riservata al giusto.
  • La casa e il patrimonio si ereditano dai padri, ma una moglie assennata è dono del Signore.
  • Lo schiavo intelligente prevarrà su un figlio disonorato e avrà parte con i fratelli all'eredità.
Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Eredità Culturale - Ereditarietà

Nessun commento: