Tabù - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul tabù, cioè l'interdizione o divieto sacrale di avere contatto con determinate persone, di frequentare certi luoghi, di cibarsi di alcuni alimenti, di pronunciare determinate parole, e simili, imposti per motivi di rispetto, per ragioni rituali, igieniche, di decenza, ecc. [Vocabolario Treccani]. In psicoanalisi, si denomina "tabù" un atto proibito o un pensiero non ammissibile alla coscienza.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa su ciò che è morale e immorale, sui divieti, le proibizioni e la trasgressione. [I link sono in fondo alla pagina].
Fondamento del tabù è un'azione proibita verso la quale esiste
nell'inconscio una forte inclinazione. (Sigmund Freud)
Tabù
© Aforismario

Malgrado tutto, l'uomo continua e continuerà fino a che non avrà polverizzato il suo ultimo pregiudizio e la sua ultima credenza; quando infine vi si deciderà, accecato e annientato dalla propria audacia, si troverà nudo di fronte al baratro che si apre dietro il tramonto di tutti i dogmi e di tutti i tabù.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Pochi tabù: poche tentazioni. Tanti tabù: tante tentazioni.
Liomax D'Arrigo, Pensierini, 2014

A partire dal cosiddetto Illuminismo l'uomo si è dato ad abbattere, con furia iconoclasta, tutti i tabù, in ogni campo, scientifico, etico e, naturalmente, anche sessuale. È una delle tante sciocchezze della modernità.
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Come ha splendidamente spiegato Nietzsche (Genealogia della morale), la morale non ha niente a che fare con la morale, ma con l'utilità. Il tabù è utile. 
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Il tabù non è mai posto a caso, ha sempre qualche buon motivo di essere. Gli uomini, in linea di massima, cercano di vivere meglio che possono, se hanno posto dei limiti a una potenzialità o a un piacere, lo hanno fatto a ragion veduta, perché c'era qualche convenienza. 
Massimo Fini, Dizionario erotico, 2000

Alla base del tabù c'è una corrente positiva di desiderio. Perché non c'è bisogno di proibire ciò che nessuno desidera fare, e comunque ciò che è proibito nella maniera più energica deve essere oggetto di un desiderio.
Sigmund Freud, Totem e tabù, 1913

Fondamento del tabù è un'azione proibita verso la quale esiste nell'inconscio una forte inclinazione.
Sigmund Freud, Totem e tabù, 1913

Le proibizioni più antiche e più importanti imposte dal tabù sono le due leggi fondamentali del totemismo: non uccidere l’animale totem ed evitare i rapporti sessuali con membri dello stesso totem appartenenti all'altro sesso.
Sigmund Freud, Totem e tabù, 1913

Lo sforzo inteso alla repressione sessuale sarebbe assai difficile da comprendere se avesse di mira il sesso come tale. In realtà, il motivo per cui il sesso viene svilito non è da ricercarsi in esso bensì nello sforzo di infrangere la volontà dell'uomo. Molte delle cosiddette società primitive ignorano i tabù sessuali; dal momento che esse ignorano sfruttamento e dominazione, non si trovano nella necessità di dover spezzare la volontà individuale, e possono permettersi di non stigmatizzare il sesso e di godere il piacere dei rapporti erotici senza sentimenti di colpa.
Erich Fromm, Avere o essere?, 1976

Il desiderio sessuale è una manifestazione di indipendenza che si esprime assai precocemente sotto forma di masturbazione. L'aperta condanna della masturbazione ha per effetto di spezzare la volontà del bambino e di indurlo a un sentimento di colpa, rendendolo così più sottomesso. In larga misura, l'impulso a infrangere i tabù sessuali è sostanzialmente un tentativo di ribellione intesa a riaffermare la propria libertà. Ma l'infrazione di tabù sessuali di per sé non conduce a una maggiore libertà; la ribellione viene per così dire annegata nella soddisfazione sessuale - e nel sentimento di colpa che ne deriva.
Erich Fromm, Avere o essere?, 1976

Nel momento in cui l'attrazione sessuale diventa attrazione per le merci, la sessualità cessa di essere un tabù. L'odierna mancanza di pregiudizi sulle cose del sesso, il crollo della pruderie, lungi dall'essere un'emancipazione progressista, sono figli della libertà della pubblicità, quindi un fatto esclusivamente commerciale.
Umberto Galimberti, I vizi capitali e i nuovi vizi, 2003

La violenza, velata o scoperta, deve essere un tabù.
Mohandas Gandhi, su Harijan, 1932/48

Un buon principio educativo: alimentare nei ragazzi complessi e tabù.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

I tabù tramandati sotto tutti i cieli da tradizioni secolari, appartengono ad una saggezza irrazionale.
Jean Josipovici, Citera, 1989
Credo che al giorno d’oggi parlare di sesso abbia smesso di essere
un tabù: il vero tabù è diventato il sesso stesso. (Valérie Tasso)
Il vero tabù della società fondata sul capitale non è certo il sesso ma è il denaro. Insomma, parliamo di sesso ma, per carità, non si dicano i propri capitali, non si parli di "quattrini".
Stefano Lanuzza, Disjecta membra, 1989

La democrazia si basa su un complesso di bugie talmente infantili che debbono essere protette da un rigido sistema di tabù, se no anche i cretini riuscirebbero a farle a pezzi. La sua prima preoccupazione deve quindi essere penalizzare la libera circolazione delle idee.
Henry Louis Mencken, In difesa della donna, 1918

Bisogna far diventare la guerra un tabù, come l'incesto.
Alberto Moravia (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Per molti uomini è un tabù parlare di sentimenti. Per molte donne è un tabù parlare di sesso. Eppure entrambi vogliono sia sentimento che sesso.
Davide Morelli (Aforismi inediti su Aforismario)

Sedersi su una panchina in compagnia ma non al caffè, è un tabù di vergine.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

La società chiusa è caratterizzata dalla fede nei tabù magici, mentre la società aperta è quella nella quale gli uomini hanno imparato ad assumere un atteggiamento in qualche misura critico nei confronti dei tabù e a basare le loro decisioni sull'autorità della propria intelligenza (dopo discussione).
Karl Popper, La società aperta e i suoi nemici, 1945

La maggior parte delle tirannie della vita moderna, oppure almeno un sacco di stupidità, sono basate sui tabù cristiani.
Ezra Pound, Lettere, 1951 (postumo)

Tabù instillati come dogmi a retaggio di culture soggiogate dal dominio dell’ignoranza che il potere ha consacrato.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Nella mentalità cristiana l’argomento “sesso” deve essere tabù sia pure con il pericolo che molti adolescenti di viva intelligenza diventino nevropatici, timidi; crudeli, ebeti. Tanti ammalati di nervi sarebbero persone normalissime se, in gioventù, avessero ricevuto una più adeguata educazione sessuale.
Bertrand Russell, Perché non sono cristiano, 1927

Il silenzio che regna sul tema del sesso, per tutti i tabù imposti, è assolutamente ridicolo oggigiorno, in una società come la nostra. Più si tace sull'argomento, più questo diventa un cosa oscura, strana, piena di falsi concetti, di menzogne, d'ipocrisia. 
Rocco Siffredi, Io, Rocco, 2006

Ha i suoi tabù la psiche: se li tiene celati per scopi umanitari.
Marcella Tarozzi Goldsmith, Invece di un trattato, 2011

Credo che al giorno d’oggi parlare di sesso abbia smesso di essere un tabù: il vero tabù è diventato il sesso stesso.
Valérie Tasso, Antimanuale del sesso, 2008

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Morale e Immorale - Divieto - ProibizioneTrasgressione

Nessun commento: