Anonimato - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sull'anonimato, cioè la condizione di ciò che è anonimo (senza nome); in particolare, la condizione di chi desidera rimanere sconosciuto o di chi rimane sconosciuto suo malgrado. Come osserva Umberto Galimberti: "Il bisogno di visibilità la dice lunga sul terrore dell'anonimato in cui gli individui, nella nostra società, temono di affogare. "Anonimato" qui ha una duplice e tragica valenza: da un lato sembra la condizione indispensabile perché uno possa mettere a nudo, per via telefonica o per via telematica, i propri sentimenti, i propri bisogni, i propri desideri profondi, le proprie (per)versioni sessuali; dall'altro, come osserva Di Gregorio, è la denuncia dell'"isolamento dell'individuo", che ciascuno cerca a suo modo di colmare attraverso contatti telefonici o telematici dove, senza esporre la propria faccia, si soddisfa "il bisogno di essere al centro dell'interesse di qualcuno, di non sentirsi soli al mondo e del tutto isolati" in un solipsistico rapporto privato tra sé e quel vuoto di sé che ciascuno di noi avverte quando può vivere solo se un altro lo contatta".  [I miti del nostro tempo, 2009].
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sugli sconosciuti, la massa e l'uomo medio. Inoltre, trovi una grande raccolta di frasi anonime. [I link sono in fondo alla pagina].
Oggi come oggi l'anonimato è peggio della povertà, il successo
è il pilastro della nostra cultura ormai. (Rachel Berry, in Glee)
Anonimato
© Aforismario

Senza lo stimolo della vanità, la maggior parte degli uomini vivrebbe nel più profondo anonimato e le donne morirebbero di noia.
Romano Battaglia, L’uomo che vendeva il cielo, 2011

Oggi come oggi l'anonimato è peggio della povertà, il successo è il pilastro della nostra cultura ormai.
Rachel Berry, in Glee, 2009-2015

L'ideale supremo di tutti gli artisti dovrebbe essere: diventare anonimi.
Massimo Bontempelli, L'avventura novecentista, 1938

L'anonimo produce il suo effetto sempre, anche sugli spiriti superiori. Specie su quelli.
Libero Bovio, Don Liberato si spassa, 1941

Libello anonimo: gesta scritte su pelle di coniglio.
Valeriu Butulescu, Aforismi, 2002

A mano a mano che si matura, si nota con sempre maggiore evidenza un’avversione per le voci singole dei poeti. Si va in cerca dell’anonimo, delle grandi narrazioni dei popoli che sono esistiti per tutti, come la Bibbia e Omero e i miti delle popolazioni rimaste primitive.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

I miei libri, la mia opera... Il lato grottesco di questi possessivi. Tutto si è guastato da quando la letteratura ha smesso di essere anonima. La decadenza risale al primo autore.
Emil Cioran, Confessioni e anatemi, 1987

Trascinarsi pian piano come una lumaca e lasciare la scia, con modestia, applicazione e, in fondo con indifferenza… nella voluttà tranquilla e nell'anonimato.
Emil Cioran, Quaderni 1957-1972 (postumo, 1997)

Sono i crimini banali, anonimi, quelli di più difficile soluzione; proprio come un viso anonimo è il più difficile da identificare.
Arthur Conan Doyle, Le avventure di Sherlock Holmes, 1892

La causa della stupidità democratica è la fiducia nel cittadino anonimo; e la causa dei suoi crimini è la fiducia che il cittadino anonimo ha in sé stesso.
Nicolás Gómez Dávila, In margine a un testo implicito, 1977/92

L'anonimato della città moderna è tanto insopportabile quanto la familiarità delle odierne relazioni sociali. La vita deve essere come un salotto di gente bene educata, dove tutti si conoscono ma nessuno si abbraccia.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Nella storia, distruzioni e ricostruzioni hanno un autore noto. Le costruzioni sono anonime.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

Una setta o un partito è un elegante anonimato creato per risparmiare all'uomo la tremenda fatica di pensare.
Ralph Waldo Emerson (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Non restare anonimo per te stesso, sarebbe troppo triste. Trova il tuo posto nel mondo e giudicati onestamente, non in base agli ideali ingenui della tua gioventù, né sulla base di quelli che, erroneamente, immagini siano gli ideali del tuo insegnante.
Richard Feynman, lettera a Koichi Mano, 1966

Le cosiddette «potenze anonime del male», alle quali siamo esposti indifesi, consistono solo nella congiura mostruosamente egoista dei signori X, Y e Z. Perciò bisogna smascherare questi signori!
Franz Fischer, Aforismi, 1979

Taluni nelle scritture anonime si disacerbano, scapestrando l'invidia, la malignità e la rabbia della calunnia e della dissolutezza e della irreligione e di ogni altra trista libidine nostra. Pur se dovessero suggellare la loro eloquenza del loro nome, vorrebbero farne uso più verecondo e più utile.
Ugo Foscolo, Opere, XIX sec.

C’è un’angoscia terribile, l’angoscia dell’individuo che non riesce a distinguersi né a esprimersi. Forse sono fenomeni di ogni epoca, ma in questo momento sento molto questo bisogno di sfuggire all'anonimato che sembra una condanna per tutti, questa esigenza di muoversi in maniera diversa dai «normali», perché ogni tentativo di distinguersi viene immediatamente assimilato.
Giorgio Gaber, in Guido Harari, Quando parla Gaber, 2011

Per esserci bisogna apparire. E chi non ha nulla da mettere in mostra, non una merce, non un corpo, non un'abilità, non un messaggio, pur di apparire e uscire dall'anonimato, mette in mostra la propria interiorità.
Umberto Galimberti, I vizi capitali e i nuovi vizi, 2003

L'anonimato ha un vantaggio sulla popolarità: dura più a lungo.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Il «vile anonimo» è quello che scaglia il sasso e nasconde la mano. Noi siamo tutti un po' anonimi, non foss'altro perché nascondiamo il vero nome nostro e lo strozzino si fa chiamar banchiere, il letterato si fa chiamar poeta e il demagogo si fa chiamare padre della patria.
Domenico Giuliotti e Giovanni Papini, Dizionario dell'omo salvatico, 1923

Viaggiamo alla ricerca di noi stessi e allo stesso tempo dell'anonimato.
Pico Iyer (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

L'anonimato nel mondo degli uomini è meglio della fama in cielo. 
Jack Kerouac, Sulla strada, 1957

Basta che un qualsiasi anonimo parli con grande enfasi della cosa più alta, e si plaude a piene mani e ci s'immagina che un anonimo è da più di un Singolo.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

Perché teniamo tanto alla esclusività del nostro nome, della nostra posizione, delle nostre acquisizioni? L’essere anonimi è forse degradante, l’essere sconosciuti forse spregevole? Perché diamo tanto la caccia a tutto ciò che è popolare, famoso? Perché non ci accontentiamo di essere noi stessi?
Jiddu Krishnamurti, La mia strada è la tua strada, 1956

Una cosa mi indigna profondamente, soprattutto di Facebook, l'anonimato. Io mi ricordo che una volta, quando ancora non c'erano queste diavolerie arrivavano le lettere anonime. Le abbiamo ricevute anche io e i miei amici. La lettera anonima si stracciava. Non diventava uno strumento di comunicazione. Penso che questa immissione dell'anonimato nella comunicazione scritta è uno dei mali della comunicazione, perché dietro l'anonimato si scatena tutto ciò che c'è di peggio nell'essere umano senza un minimo di controllo. 
Dacia Maraini, intervista di Lidia Vitale, su Cinisi Online, 2014

L'opera universale ha un solo traguardo: essere anonima; più 1'opera è anonima, maggiore è 1'artista che ha operato escludendosi.
Arturo Martini, Scultura lingua morta, 1945

Passano alla Storia pochi uomini folli, che mandano a morire milioni di uomini anonimi. La ragionevolezza quasi mai passa alla Storia.
Davide Morelli (Aforismi inediti su Aforismario)

Indovinare il nome di un autore che ha voluto l'anonimato e rivelarlo agli altri equivale a trattarlo come un delinquente travestito o una bella ragazza maliziosa: e ciò può anche essere lecito la maggior parte delle volte; vi sono però dei casi in cui si dovrebbe onorare la sua reticenza come quella di un principe che viaggia in incognito.
Friedrich Nietzsche, Frammenti postumi, 1869/89

Oggi è possibile raggiungere la fama senza perdere il beneficio dell'anonimato: si diventa famosi così in fretta che di solito non se ne accorge nessuno.
Mauro Parrini, A mani alzate, 2009

Il sacrificio può avere un alto, e anche superiore, significato quando è fatto in maniera anonima. La nostra educazione etica deve seguirne l'esempio. Devono insegnarci a fare il nostro lavoro; a fare il nostro sacrificio per amore di questo lavoro, e non per conseguire lode o evitare il biasimo.
Karl Popper, La società aperta e i suoi nemici, 1945

Le azioni sono sempre meno nominative, le responsabilità sempre più anonime.
Mario Postizzi, Hommelettes, 2007

Le cose più importanti sono anonime.
Alberto Savinio, La nostra anima, 1944

La libertà di stampa dovrebbe essere condizionata dal più rigoroso divieto dell'anonimato.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Il mestiere di scrivere senza firma frutta magari denaro, ma non onore. Poiché negli attacchi il signor Anonimo è senz'altro il signor Mascalzone, e si può scommettere cento contro uno, che chi non vuol dire il suo nome ha intenzione di truffare il pubblico.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

L'anonimato è furfanteria letteraria, contro cui si deve subito gridare: "Se tu, furfante, non vuoi professarti autore di quel che dici contro altre persone, tieni chiuso il becco di calunniatore!".
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Soltanto di libri di autori anonimi si ha diritto di fare la recensione anonima.
Arthur Schopenhauer, ibidem

Spesso l'anonimato serve anche soltanto per celare l'oscurità, la personalità insignificante e l'incompetenza di colui che giudica. È incredibile la sfacciataggine di certi tipi, che non indietreggiano di fronte ad alcuna mascalzonata letteraria, quando sentono di essere al sicuro sotto l'ombra protettrice dell'anonimato.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Con la sparizione dell'anonimato verrebbe eliminato il novantanove per cento di tutte le canagliate letterarie.
Arthur Schopenhauer, ibidem

Una recensione anonima non ha più autorità di una lettera anonima, e perciò dovrebbe essere accolta con la stessa diffidenza con la quale si accoglie una lettera anonima.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Omonimo o anonimo? Boh! Sempre parenti sono. Ai postumi l'ardua sentenza.
Totò (Antonio De Curtis), in Rita, la figlia americana, 1965

Morendo, spesso si cambia solo il nostro tipo di anonimato.
Mario Vassalle, La realtà dell’Io, 2000

Ogni opera d'arte ha un autore, e tuttavia, quando è perfetta ha qualcosa in sé di anonimo.
Simone Weil, L'ombra e la grazia, 1940/42 (postumo, 1948)

Penso che l'anonimato faccia credere di poter dire delle cose che non diresti mai in faccia.
Howard Wolowitz (Simon Helberg), in The Big Bang Theory, 2007/...

Le frasi più belle di solito sono anonime.
Aforismario

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: MassaUomo MedioFrasi Anonime 

Nessun commento: