Maledizione - Frasi sul Maledire e l'essere Maledetti

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sulla maledizione, sul maledire qualcuno o qualcosa e sull'essere maledetti. Il verbo "maledire" deriva dal latino maledicĕre, letteralmente; "dir male", e significa imprecare contro qualcuno (o anche contro sé stesso) augurandogli il male; oppure, in senso religioso, invocare su qualcuno il castigo divino e la condanna eterna. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sulla bestemmia, l'imprecazione, la condanna e il castigo di Dio. [I link sono in fondo alla pagina].
Il sentimento della maledizione lo conosce soltanto
chi sa che lo avrebbe anche al centro del paradiso. (Emil Cioran)
Maledizione
© Aforismario

Essere ignoranti della propria ignoranza è la maledizione dell'ignorante.
Amos Bronson Alcott, Table-talk, 1877

Maledire. Colpire piuttosto energicamente con violenza di tipo verbale. Tale operazione nella letteratura, e soprattutto nel teatro, risulta di solito fatale alla vittima. Con tutto ciò il pericolo di una maledizione non viene preso molto sul serio nel fissare l'ammontare dei premi di un'assicurazione sulla vita.
Ambrose Bierce, Dizionario del diavolo, 1911

Il deve è una delle maledizioni con cui l'uomo è stato battezzato.
Georg Büchner, Lettera alla fidanzata, 1833

Non maledire il gradino dove inciampi col piede. Non ha altro torto se non d’essere lì.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

La maledizione del dover morire dovrà diventare una benedizione: che si possa ancora morire quando vivere è insopportabile.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

Si dice che piuttosto che maledire l'oscurità, si dovrebbe accendere una candela. Nessuno dice qualcosa sul maledire la mancanza di candele.
George Carlin, When Will Jesus Bring the Pork Chops? 2004 [cfr. proverbio cinese].

Il lavoro è una maledizione che l'uomo ha trasformato in piacere.
Emil Cioran, Al culmine della disperazione, 1934

Il sentimento della maledizione lo conosce soltanto chi sa che lo avrebbe anche al centro del paradiso.
Emil Cioran, Il funesto demiurgo, 1969

A differenza di Giobbe non ho maledetto il giorno della mia nascita; gli altri giorni, in compenso, li ho coperti tutti di anatemi. 
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

L'infelicità è uno stato passivo, subìto, mentre la maledizione presuppone un'elezione alla rovescia, pertanto un'idea di missione, di forza interiore, che l'infelicità non comporta. Un individuo - o un popolo - maledetto ha necessariamente ben altra classe che un individuo - o un popolo - infelice.
Emil Cioran, L'inconveniente di essere nati, 1973

Il miglior modo di consolare uno sventurato è di assicurargli che una maledizione certa pesa su di lui. Questo genere di adulazione lo aiuta a sopportare meglio le sue prove, dato che l'idea di maledizione implica elezione, sciagura di qualità. Perfino nell'agonia un complimento ha effetto.
Emil Cioran, Squartamento, 1979

Se l’uomo dimentica così facilmente di essere maledetto, è perché lo è da sempre.
Emil Cioran, Confessioni e anatemi, 1987

Solo l'uomo può maledire: è un suo privilegio, che nel modo più evidente lo distingue dagli altri viventi.
Fëdor Dostoevskij (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

La guerra non è una maledizione insita nella nostra natura: è una maledizione insita nella Vita. Non ci si sottrae alla guerra perché la guerra fa parte della Vita.
Oriana Fallaci, La forza della ragione, 2004

Il violento che noi malediciamo, forse è il braccio di Dio che ci raddrizza.
Mohandas Gandhi (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il denaro è una maledizione quando non se ne ha abbastanza.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Chi maledice Dio ne ha bisogno.
Roberto Gervaso, ibidem

Dio ha trovato finora un solo modo di scegliere il suo popolo o un essere: maledirlo.
Jean Giraudoux, Giuditta, 1931

Chi, sia pure un'unica volta, amò e fu amato davvero, non deve, per miserabile che sia stata poi la sua vita, troppo maledire il destino.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

È sempre così: un male fatto, simboleggiato da qualcosa o no, diventa una maledizione.
Nathaniel Hawthorne, La lettera scarlatta, 1850

Il popolo diventa poetico quando lancia maledizioni e insulti.
Friedrich Hebbel, Diari, 1835/63 (postumo 1885/87)

Quanto più maledici tanto meno puoi benedire.
Friedrich Hebbel, ibidem

L'amore infelice ha l'anima dei poeti maledetti.
Jean Josipovici, Citera, 1989

Se vuoi ascoltare tutto quel che si dice, sappi che sentirai anche qualcuno che ti maledice, e soprattutto da coloro da cui non te lo saresti mai aspettato.
Martin Luther (Lutero), XVI sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Sia maledetta la vita di chi vive per se stesso e non per il suo prossimo. E invece sia benedetta la vita di chi vive e serve non sé, ma il suo prossimo, insegnando, punendo, aiutando e in qualunque altro modo.
Martin Luther, ibidem

Maledire qualcuno non è degno di chi parla della Verità.
Maometto, in Abdullah Al-Mamun Suhrawardy, I detti del Profeta, 1905

È disumano benedire là dove qualcuno viene maledetto.
Friedrich Nietzsche, Al di là del bene e del male, 1886

Definisco il cristianesimo l’unica grande maledizione, l’unica grande e più intima depravazione, l’unico grande istinto della vendetta, per il quale nessun mezzo è abbastanza velenoso, furtivo, sotterraneo, meschino − lo definisco l’unica immortale macchia d’infamia dell’umanità.
Friedrich Nietzsche, L'Anticristo, 1888

La storia "sacra" sia chiamata col nome che merita: storia maledetta; le parole "Dio", "salvatore", "redentore", "santo" siano usate come insulti, come marchi d'infamia.
Friedrich Nietzsche, L'Anticristo, 1888

La natura umana è quella cosa che ci fa maledire il pedone quando guidiamo e il guidatore quando camminiamo.
Arnold Oren (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Tutti i pazzi, i maledetti, i criminosi sono stati bambini, hanno giocato come te, hanno creduto che qualcosa di bello li aspettasse. Quando avevamo tre, sette anni, tutti, quando nulla era avvenuto o dormiva solamente nei nervi e nel cuore.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

La bestemmia attira la maledizione di Dio sulla tua casa ed è la via più sicura per andare all'inferno.
Pio da Pietrelcina (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Nessuna maledizione è più grande di un’idea propagata attraverso la violenza.
Ezra Pound (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Si pensa più a maledire chi ci lascia che a benedire chi ci prende.
Guido Rojetti, L'amore è un terno (che ti lascia) secco, 2014

Malitia unius cito fit maledictum omnium.
[La perfidia di uno solo fa ben presto maledire tutti gli altri].
Publilio Siro, Sentenze, I sec. a.e.c.

Non si sentiva mai così vicino a dio come quando lo malediva.
Giovanni Soriano, Maldetti, 2007

Qual sarebbe la desolazione delle anime piccole se non trovassero nelle grandi qualche vizio da maledire, qualche difetto da deridere, qualche virtù da abusare?
Niccolò Tommaseo, Pensieri morali, 1845

Andate, dunque, vagabondi senza sosta, / errate, funesti e maledetti, / lungo abissi e greti, / sotto l'occhio chiuso dei paradisi!
Paul Verlaine, Poesie saturnine, 1866

Il lavoro è la maledizione delle classi alcolizzate.
Oscar Wilde (in conversazione)

Basterà che diate dello stupido a un vostro amico, per correre il rischio di essere portati davanti al tribunale di Dio. E se lo maledirete, correrete il rischio di finire nel fuoco dell'inferno.
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Matteo, I sec.

Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli. Perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare; ho avuto sete e non mi avete dato da bere; ero forestiero e non mi avete ospitato.
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Matteo, I sec.

Amate i vostri nemici, fate del bene a coloro che vi odiano, benedite coloro che vi maledicono, pregate per coloro che vi maltrattano.
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Luca, I sec.

Benedite coloro che vi perseguitano, benedite e non maledite.
Paolo di Tarso, Lettera ai Romani, I sec.

Se non obbedirai alla voce del Signore tuo Dio, se non cercherai di eseguire tutti i suoi comandi e tutte le sue leggi che oggi io ti prescrivo, verranno su di te e ti raggiungeranno tutte queste maledizioni: sarai maledetto nella città e maledetto nella campagna. Maledette saranno la tua cesta e la tua madia. Maledetto sarà il frutto del tuo seno e il frutto del tuo suolo; maledetti i parti delle tue vacche e i nati delle tue pecore. Maledetto sarai quando entri e maledetto quando esci. Il Signore lancerà contro di te la maledizione, la costernazione e la minaccia in ogni lavoro a cui metterai mano, finché tu sia distrutto e perisca rapidamente a causa delle tue azioni malvagie per avermi abbandonato. Il Signore ti farà attaccare la peste, finché essa non ti abbia eliminato dal paese, di cui stai per entrare a prender possesso. Il Signore ti colpirà con la consunzione, con la febbre, con l’infiammazione, con l’arsura, con la siccità, il carbonchio e la ruggine, che ti perseguiteranno finché tu non sia perito. Il cielo sarà di rame sopra il tuo capo e la terra sotto di te sarà di ferro. 
Deuteronomio, Antico Testamento, VI-V sec a.e.c.

Maledetto chi maltratta il padre e la madre! Maledetto chi sposta i confini del suo prossimo! Maledetto chi fa smarrire il cammino al cieco! Maledetto chi lede il diritto del forestiero, dell'orfano e della vedova! Maledetto chi si unisce con la moglie del padre, perché solleva il lembo del mantello del padre! Maledetto chi si unisce con qualsiasi bestia! Maledetto chi si unisce con la propria sorella, figlia di suo padre o figlia di sua madre! Maledetto chi si unisce con la suocera! Maledetto chi uccide il suo prossimo in segreto! Maledetto chi accetta un regalo per condannare a morte un innocente! Maledetto chi non mantiene in vigore le parole di questa legge, per metterla in pratica! Tutto il popolo dirà: Amen.
Deuteronomio, Antico Testamento, VI-V sec a.e.c.

Colui che maledice suo padre o sua madre sarà messo a morte.
Esodo, Antico Testamento, VI-V sec a.e.c.

Chiunque maledirà il suo Dio, porterà la pena del suo peccato.
Levitico, Antico Testamento, VI-V sec a.e.c.

Chi abbandona il padre è come un bestemmiatore, chi insulta la madre è maledetto dal Signore.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Da chi ti chiede non distogliere lo sguardo, non offrire a nessuno l'occasione di maledirti, perché se uno ti maledice con amarezza, il suo creatore esaudirà la sua preghiera.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

La benedizione del padre consolida le case dei figli, la maledizione della madre ne scalza le fondamenta.
Siracide, ibidem

Quando un empio maledice l'avversario, maledice sé stesso.
Siracide, ibidem

Uno prega, l'altro maledice: quale delle due voci ascolterà il Signore?
Siracide, ibidem

Guai a voi, uomini empi, che avete abbandonato la legge di Dio altissimo! Quando nascete, nascete per la maledizione; quando morite, erediterete la maledizione. Quanto è dalla terra ritornerà alla terra,
così gli empi dalla maledizione alla distruzione.
Siracide, Antico Testamento, II sec. a.e.c.

Maledetto l'uomo che confida nell'uomo, che pone nella carne il suo sostegno e il cui cuore si allontana dal Signore.
Geremia, Antico Testamento, V sec a.e.c.

Chi è benedetto da Dio possederà la terra, ma chi è maledetto sarà sterminato.
Salmi, Antico Testamento, III sec. a.e.c.

Sii il maledetto e non colui che maledice.
Talmud, II-V sec.

Chi uccide intenzionalmente un credente, avrà il compenso dell'Inferno, dove rimarrà in perpetuo. Su di lui la collera e la maledizione di Allah e gli sarà preparato atroce castigo.
Corano, VII sec. a.e.c.

I miscredenti che muoiono nella miscredenza, saranno maledetti da Allah, dagli angeli e da tutti gli uomini. Rimarranno in questo stato in eterno e il castigo non sarà loro alleviato, né avranno attenuanti.
Corano, VII sec. a.e.c.

È chiaro che spaventa confessare a sé stessi che si hanno molti assi nella manica. È molto più rassicurante maledire il mondo intero crogiolandosi nella convinzione di essere mediocri.
Anonimo

Le maledizioni fanno come le processioni, che tornano di dove sono partite.
Anonimo

Proverbi sulla Maledizione
  • Chi semina maledizioni, raccoglie disgrazie.
  • Gli accidenti son come le foglie: chi li manda li raccoglie.
  • La maledizione s'attacca a chi la manda.
  • La maledizione torna alla bocca che la manda.
  • Maledizione viene e va, e poi torna a chi la dà.
  • Meglio povero onorato che ricco maledetto.
Chi maledice il padre e la madre vedrà spegnersi la sua lucerna nel cuore delle tenebre.
Libro dei Proverbi, Antico Testamento, V sec. a.e.c.

Come svolazza il passero e come vola la rondine, | così la maledizione non meritata non ha effetto.
Libro dei Proverbi, Antico Testamento, V sec. a.e.c.

La maledizione del Signore è sulla casa del malvagio, | mentre egli benedice la dimora dei giusti.
Libro dei Proverbi, Antico Testamento, V sec. a.e.c.

È meglio accendere una candela che maledire l'oscurità.
Proverbio cinese

Meglio essere maledetto che compianto.
Proverbio ebraico

Sagitta in coelum excussa, in ferientem recidet.
[Saetta scagliata in cielo, ricade su chi la lancia].
Detto latino

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: BestemmiaImprecazione - Condanna - Castigo di Dio

Nessun commento: