Presagio - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul presagio e sul presagire un evento futuro. Secondo alcune credenze religiose o superstiziose, dall'osservazione di determinati fatti, considerati come segni premonitori, si possono prevedere determinati eventi futuri. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul presentimento, la premonizione, la profezia e la previsione. [I link sono in fondo alla pagina].
Non vi è alcun presagio: il destino non invia araldi.
È troppo saggio o troppo crudele per farlo. (Oscar Wilde)
Presagio
© Aforismario

Che cosa strana sono mai i presentimenti, le simpatie e anche i presagi! Tutti insieme formano un mistero di cui l'uomo non ha ancora trovata la chiave.
Charlotte Brontë, Jane Eyre, 1847

Quasi sempre il maggior vanto della nostra intelligenza è di aver presagito una situazione o un avvenimento in contrasto con la pubblica opinione; oppure di aver in anticipo giudicato secondo il suo reale valore un contemporaneo sopravvalutato dalla critica: dimenticando nel primo caso tutte le volte in cui .le nostre profezie erano cadute nel vuoto; e nel secondo che il «valore» individuale sale, scende e risale nel giudizio comune a seconda non dei meriti oggettivi della persona ma delle mode, delle ideologie dominanti, dei cambiamenti di pensiero o dei sonni del pensiero della collettività.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Poni la tua speranza in ogni presagio di ogni fede che appare per caso sul tuo cammino: in un cimitero sul pendio, in una vacca stranamente segnata, in una meteora su una stele funeraria, in un edificio dalla forma inconsueta, nel fumo di un treno, in un fianco guizzante, nel compleanno di tua madre morta.
Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

Stai attento ai presagi. Quando le cose sono scritte, non c'è modo di evitarle.
Paulo Coelho, L'alchimista, 1988

Quando un corvo dovesse gracchiare di malaugurio, non lasciarti trascinare dalla rappresentazione; ma subito distingui in te stesso, e considera: «Nessuno di questi presagi è rivolto a me, o al mio corpo o al mio podere o alla mia reputazione o ai miei figli o a mia moglie. Quanto a me, i presagi sono tutti favorevoli, se lo voglio; difatti, qualunque evento accada di quelli presagiti, è in mio potere trarne vantaggio».
Epitteto, in Arriano (a cura di), Manuale di Epitteto, ca. 120

Come tutti gli uomini, ho avuto presagi e ho subìto disgrazie, ma le due cose si sono sempre evitate tra di loro, cosicché i presagi rimasero senza seguito e le disgrazie mi colpirono senza essere presagite.
Sigmund Freud, Psicopatologia della vita quotidiana, 1901

Pace: uno stato provvisorio che non lascia presagire niente di buono.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Di tutti i sinistri presagi, il più grave, il più infallibile è l'ottimismo.
Émile de Girardin, Pensieri e massime, 1867

Abbiamo finora considerato ogni nostro presagio, credenza, presentimento ecc. soltanto come la prova dell’esistenza di un mondo che esiste al di fuori di noi, ancora inattingibile nella sua realtà; tali forze sono per me più importanti, sono i primi battiti di un mondo ancora assopito, che esiste in noi.
Friedrich Hebbel, Diari, 1835/63 (postumo 1885/87)

I chiromanti si nascondono dietro la scusa che "da mani sporche non si possono trarre presagi!".
Stanisław Jerzy Lec, Pensieri spettinati, 1957

Che il timore sia [...] più naturale all'uomo della speranza, e che l’uomo inclini più a quello che a questa, veggasi che qualora gli uomini ignorano le cagioni degli effetti o naturali o artificiali, ordinariamente ne temono; e tanto è quasi, per gl’ignoranti massimamente e primitivi e selvaggi e fanciulli, effetto di cagione nascosta, quanto effetto spaventoso. Or quando mai la speranza è così temeraria? Di più se l’ignoranza, superstizione ec. portò anticamente o porta oggidì a pigliar qualch’effetto nuovo o sconosciuto per presagio dell’avvenire o per segno del presente ignoto, osservisi che generalmente questi presagi e questi segni furono creduti sinistri.
Giacomo Leopardi, Zibaldone, 1817/32 (postumo 1898/1900)

Tutto l'amore che non è dono di sé stesso totalmente libero e spontaneo, ha in sé un presagio di morte.
Thomas Merton, XX sec. (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Dicono che le eclissi presagiscono sventure, perché le sventure son più comuni, e i malanni accadono tanto spesso, che costoro sovente l'azzeccano; mentre se dicessero che son presagio di bene, sbaglierebbero di frequente. Collegano la buona fortuna a fenomeni celesti che accadono solo di rado; e cosi, sbagliano di rado nell'indovinare.
Blaise Pascal, Pensieri, 1670 (postumo)

Una decisione, un atto, sono infallibili presagi di ciò che faremo un'altra volta, non per qualche mistica ragione astrologica, ma perché escono da un automatismo che si riprodurrà.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

Nomen omen.
[Il nome è un presagio].
Tito Maccio Plauto, Persa, II sec. a.e.c.

La salute è uno stato provvisorio che non lascia presagire nulla di buono.
Jules Romains, Knock o il trionfo della medicina, 1923

Niente, vero , di più ripugnante di un saggio compagno il quale tempera il nostro entusiasmo con sinistri presagi, e che − se gli eventi gli danno ragione − ci rimprovera per la nostra sventatezza. − Lasciaci avere un'ora di gioia perfetta, corvo di malaugurio, e solo disprezzaci se non sappiamo sopportare in silenzio la sciagura che le vien dietro!
Ardengo Soffici, Giornale di bordo, 1915

I notiziari sono sempre abbastanza deludenti: corruzione, stupri, omicidi, terrorismo, guerre, epidemie, carestia, disoccupazione, inquinamento, alluvioni, terremoti e via dicendo; ma niente che lasci mai presagire un’imminente fine del mondo che ci liberi per sempre da quest’immane orrore e, soprattutto, dai notiziari.
Giovanni Soriano, Malomondo, 2013

In questo groviglio di eventi umani si avvicendarono fatti portentosi, sia in cielo che in terra, e fulmini avvertitori, e presagi del futuro che nel lieto e nel triste ambiguamente ne alzavano il velo; né mai, in verità, con più neri disastri per il popolo romano, o con più esatti segni, ci fu ribadito che gli dèi non hanno cura della nostra pace: la vendetta è la loro funzione.
Publio Cornelio Tacito, Historiae, II sec.

Quando accade un evento straordinario, è ridicolo sostenere che sia un mistero e un presagio. Eclissi di sole e di luna, comete, nuvole che sventolano come bandiere, neve a maggio, lampi a dicembre sono fenomeni che accadono ogni cinquanta o cento anni. Si verificano a causa del movimento di yin e yang. Anche il fatto che il sole sorga a est e tramonti a ovest potrebbe essere un mistero, se non si ripetesse ogni giorno. Inoltre, la ragione per cui una disgrazia accade quando si verificano fenomeni strani è dovuta al fatto che la gente vede un prodigio, come le nuvole svolazzanti, e si aspetta che avvenga qualcosa. Gli uomini creano nella loro mente questa correlazione.
Yamamoto Tsunetomo, Hagakure, 1709/16 (postumo 1906)

La forza e la debolezza delle nostre fedi dipende più dal nostro coraggio che dal nostro intelletto. Farsi beffe dei presagi non significa ancora esser più fini di quelli che ci credono.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Non v'è alcuna cosa come un presagio. Il destino non ci invia araldi. È troppo saggia o troppo crudele per questo.
[There is no such thing as an omen. Destiny does not send us heralds. She is too wise or too cruel for that].
Oscar Wilde, Il ritratto di Dorian Gray, 1891

Colui che raggiunge il vertice dell'equilibrio può prevedere le cose. Un nuovo regno, quando sta per sorgere, viene sempre annunciato da lieti presagi. Invece, quando un regno sta per sprofondare, viene sempre accompagnato da strani avvertimenti. Presagi e avvertimenti possono essere scorti su foglie e gusci di tartaruga. Quando stanno per sopraggiungere disgrazie o fortune, dentro o fuori la nostra personale esperienza, le disgrazie e le fortune possono essere previste. Perciò, colui che raggiunge un simile equilibrio è come uno spirito.
Zisi (Kong Ji), Il costante mezzo, V sec. a.e.c. (attribuito)

Anche col cuore guardingo e gli occhi curvati dall'attenzione, un uomo metterà il piede sul dorso del coccodrillo che sonnecchia credendolo del muschio galleggiante, e calpesterà la coda di un rettile velenoso non vedendoci che foglie ingiallite, se non avrà dato retta ai sogni e ai presagi che l’avvertivano prima di entrare nella foresta.
Parabola africana

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Presentimento - Premonizione - ProfeziaPrevisione

Nessun commento: