Tarlo - Aforismi, frasi e proverbi

Raccolta di aforismi, frasi e proverbi sui tarli (nome scientifico: Anobium punctatum), insetti di piccole dimensioni (3-5 mm) che vivono nel legno sin dallo stato di larva scavandovi gallerie, provocando danni a mobili e sculture. Da notare che in gran parte delle seguenti citazioni, il termine "tarlo" è inteso metaforicamente per indicare un tormento interiore assillante e segreto (per esempio: "Essere rosi dal tarlo del dubbio). Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sui vermi, gli scarafaggi, i parassiti e il tormento. [I link sono in fondo alla pagina].
‎I tarli del cervello tolgono il sonno più di quelli delle travi. (Proverbio)
Tarlo
© Aforismario

Il dubbio è come un tarlo o un insetto nocivo che rode e distrugge; è vero, ma in quali circostanze? Soltanto se lo si lascia penetrare nelle regioni in cui non deve entrare, ossia le regioni superiori della coscienza, là ove debbono regnare la luce e l'amore. Invece, vi sono dei campi in cui gli esseri umani sarebbero meglio ispirati se dubitassero un po'. Guardate: credono che l'uomo o la donna che hanno appena incontrato porterà loro la felicità, credono all'onnipotenza del denaro, credono nella loro buona stella e, soprattutto, credono che con i calcoli del loro intelletto limitato riporteranno dei successi... Ebbene, in questi casi, sarebbe più vantaggioso per loro dubitare.
Omraam Mikhaël Aïvanhov, Discorsi, 1938/86

All'uscita di scuola / i ragazzi vendevano i libri / io restavo a guardarli / cercando il coraggio per imitarli / poi sconfitto tornavo a giocar / con la mente e i suoi tarli.
Lucio Battisti e Mogol, I giardini di marzo,1972

Una volta insinuato il tarlo dell'insicurezza, la navigazione non è mai sicura, ragionata e tranquilla. Senza timone, la fragile zattera della relazione ondeggia tra due nefasti scogli su cui tanti rapporti si infrangono: sottomissione totale e potere totale, accettazione supina e prevaricazione arrogante, rinuncia alla propria autonomia e distruzione dell'autonomia del partner.
Zygmunt Bauman, Amore liquido, 2003

La consapevolezza di aver molto lavorato, e con tutte le nostre forze, aiuta assai la «coscienza» in prossimità del traguardo. Ma lo stare per raggiungerlo senza aver ancora ricevuto un compenso che ci pareva dovuto è un maligno tarlo che - lo sappiamo - ci impedirà all'ultimo di trarre con l'ultimo respiro un respiro di soddisfazione.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Or freddo, assiduo, del pensiero il tarlo / mi trafora il cervello, ond’io dolente / misere cose scrivo e tristi parlo.
Giosuè Carducci, Rime nuove, 1906

Attenti alla mediocrità perché è il tarlo della mente. Dobbiamo lottare contro di essa o si insinuerà in tutto ciò che facciamo.
Helena Bonham Carter, in Lo straordinario viaggio di T.S. Spivet, 2013

Invidia, radice d'infiniti mali e tarlo delle virtù! Tutti i vizi seco si traggono.
Miguel de Cervantes, Don Chisciotte della Mancia, 1605/15

Uomini persi per le strade, donne vendute a basso costo, / figli cresciuti in una notte come le fragole in un bosco / più li guardo, più li canto, più li ascolto, / più mi convincono che il tarlo della vita è il nostro orgoglio.
Cesare Cremonini, Mondo, 2010

Il dubbio è un tarlo che riesce a polverizzare anche le certezze più coriacee.
Liomax D'Arrigo, Pensierini..., 2014

I sospetti sono i tarli che sgretolano le certezze.
Liomax D'Arrigo, ibidem

L'ansia è il tarlo più vorace che esista: si annida nel cervello e si nutre di tutto il corpo.
Liomax D'Arrigo, ibidem

La gelosia non è un tarlo, è un topo: ogni tanto sento i suoi baffi che mi fanno il solletico.
Fulvio Fiori, Umorismo Zen, 2012 [cfr. proverbio].

Dentro di noi, esiste qualcosa che il tarlo del tempo non riesce a distruggere, perché non appartiene a questo mondo.
Jostein Gaarder, L'enigma del solitario, 1990

Non accumulate ricchezze in questo mondo: qui i tarli e la ruggine distruggono ogni cosa, e i ladri vengono e portano via. Accumulate piuttosto le vostre ricchezze in cielo.
Gesù di Nazaret, in Vangelo secondo Matteo, I sec.

Se il saper negare è una grande abilità nella vita, maggiore sarà il sapersi rifiutare a sé stessi, agli affari, ai vari personaggi. Vi sono occupazioni che ci sono estranee e che divengono tarli del nostro tempo prezioso; è peggio occuparsi di cose che non ci riguardano che non far nulla.
Baltasar Gracián y Morales, Oracolo manuale e arte della prudenza, 1647

Gran tarlo dev'essere la verità se riesce a traforare la dura corteccia degli umani cervelli.
Arturo Graf, Ecce Homo, 1908

All’Ikea, all’ora di pranzo, è pieno di gente che va lì per mangiare. Solo che basta leggere il menù: renna, daino, alce… Capisci così che, se qualcuno ti dice che all’Ikea si mangia bene, può essere solo un tarlo!
Luca Klobas (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Dura uno schiamazzo la vita. Tutto è carne buona per un’ora, osso in preda ai tarli, formicaio in delirio, sputo marcio di vecchio.
Menotti Lerro, Aforismi di una notte, 2008

L'intimità è il tarlo dell'amore.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Il grigio, il grigio che incombe / sui cuori, e un tarlo: la noia.
Marino Moretti (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

I grandi favori non rendono riconoscenti ma vendicativi; e se il piccolo beneficio non viene dimenticato, diventa un tarlo roditore.
Friedrich Nietzsche, Così parlò Zarathustra, 1883/85

Anche il cielo è malato. Gli antichi credevano nell’incorruttibilità degli astri e delle sfere celesti (così come credevano nell’incorruttibilità divina). Ma il cannocchiale di Galileo venne a dimostrare le imperfezioni della luna che il suo contemporaneo Cremonini non voleva vedere; e oggi pare che si sia giunti a identificare delle malattie galattiche. Nel cosmo è nascosto un tarlo.
Constantin Noica, Sei malattie dello spirito contemporaneo, 1978

Oh! il senso del ridicolo... Un tarlo ben più vorace del rimorso!
Daniel Pennac, Ecco la storia, 2003

Legno vecchio mai non róse tarlo / come questi [Amore] il mio core.
Francesco Petrarca, Canzoniere, XIV sec.

È facile asciugare le lacrime di un amico, è più difficile stare in platea e applaudirlo senza gelosia nel momento del trionfo. L'amico perfetto è colui che non ha il tarlo dell'invidia a rodergli il cuore.
Gianfranco Ravasi, Le parole del mattino, 2011

Il segreto ti consuma, ti rosicchia dentro come un tarlo. Hai i sensi di colpa e provi questo continuo disperato bisogno di confidare il tuo segreto, anche se sai che facendolo ti condannerai.
Abigail "Abby" Sciuto (Pauley Perrette), in NCIS - Unità anticrimine, 2003/...

Quando ci si rinfaccia le cose, [...] non si è più in due nel rapporto, ma in tre – tu, io e il tarlo che ha cominciato a rodere la nostra storia.
Susanna Tamaro, Per sempre, 2011

Tarlo: uno che non rispetta le credenze altrui.
Anonimo

Tarma: un pericoloso attaccapanni.
Anonimo

Proverbi sul Tarlo
  • Col legno di pioppo si scaldan solo i tarli.
  • Dal legno viene il tarlo che lo rode.
  • Disse il tarlo alla noce, dammi il tempo che ti foro.
  • I tarli del cervello tolgono il sonno più di quelli delle travi.
  • I tarli non rispettano neanche i crocifissi.
  • Il debito è come il tarlo: mangia tutti i giorni.
  • Il tarlo sta nascosto e fa danno.
  • Il tarlo quando ebbe mangiata la croce ebbe scrupolo a rodere il chiodo.
  • L'invidia è un tarlo che rode il legno in cui cresce.
  • La gelosia è il tarlo dell’amore.
  • Lo Stato rode più del tarlo.
  • Ogni legno ha il suo tarlo.
  • Ogni legno ha il suo tarlo, e ogni farina la sua crusca.
  • Ogni legno ha il suo tarlo, ogni uomo che nasce incomincia a morir fin dalle fasce.
  • Ogni uomo ha il suo tarlo.
  • Se i tarli potessero parlare n’avrebbero di belle da raccontare.
Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Vermi - ScarafaggiParassiti - Tormento

Nessun commento: