Teschio - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sul teschio, cioè l'insieme delle ossa della testa, con riferimento soprattutto ai cadaveri. Non a caso, il teschio con due tibie incrociate è simbolo di pericolo di morte. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sul cranio, la testa, il cadavere, lo scheletro e le ossa. [I link sono in fondo alla pagina].
Quando bacio il tuo labbro profumato, / cara fanciulla, non posso obliare
che un bianco teschio vi è sotto celato. (Iginio Ugo Tarchetti)
Teschio
© Aforismario

Non c'è niente di nuovo sotto il sole? [...] E come?! Mi hanno fatto una radiografia alla testa. Vivo, ho visto il mio teschio e questo non sarebbe una novità? Raccontatelo a qualcun altro.
Guillaume Apollinaire (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Il teschio è la scultura della natura.
[The skull is nature's sculpture]. 
David Bailey [1]

Ebbro di gioia / mi tirai su / dal letto / piantato / con / le braccia alzate / al soffitto / e colsi la mia immagine / nello specchio / e di me non era rimasto / più niente / uno scheletro d’uomo / giù da 200 libbre / a / 130 / con le guance scavate. / Vidi questo macabro teschio / che mi fissava / ed era così / ridicolo / e così / simpatico / che cominciai a ridere / e dentro lo specchio / l’immagine rise con me / e diventò / buffo e sempre più buffo / mentre alzavo più in alto / le braccia / al soffitto.
Charles Bukowski, Completamente matto, Poesie, XX sec.

Giorno dopo giorno i vecchi s’affannano, come solerti parrucchieri e scultori, a rifinire il corpo della propria morte: una raschiatina qui, sullo zigomo; un rigonfio più acquoso nelle occhiaie; una grinza nuova sul collo; un ultimo spruzzo di cenere attorno al capo e voilà: fra un istante il teschio sarà perfetto, pronto per l’uso.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

Le vierge, le vivace et le bel aujourd’hui che mi attende stamattina comincia alle sette con l’immagine della mia faccia nello specchio del bagno. Una testa di vecchio, velocemente avviata a diventare un teschio.
Gesualdo Bufalino, Bluff di parole, 1994

Guardarsi nello specchio con la bocca aperta e i denti uniti: per scrutare come sarà il nostro teschio.
Francesco Burdin, Un milione di giorni, 2001

Ciascuno porta il suo teschio.
Rinaldo Caddeo, Etimologie del caos, 2003

Giunti alla morte si arriva al vero smascheramento; ma sotto la maschera mondana non c’è un volto bensì un teschio.
Gianni Celati, su Il Sole 24 ore, 2017

Nella mia infanzia, ci divertivamo, i miei compagni e io, a osservare il becchino al lavoro. A volte ci passava un teschio con cui giocavamo a pallone. Era per noi una gioia che nessun pensiero funereo veniva a offuscare. 
Emil Cioran, Sillogismi dell'amarezza, 1952

Sulle autostrade, in agosto, sono tutte giornate col bollino: e bollino giallo e bollino rosso; da quest’anno addirittura bollino nero. Non sanno più cosa inventarsi per terrorizzarci. L’anno prossimo faranno direttamente un bollino con il teschio, le ossa incrociate e la scritta: “Vuoi partire? Sono cazzi tuoi!”
Gioele Dix (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Vi sta davanti il viso più grazioso, il sorriso più seducente. Ebbene, al di sotto c'è uno stupido teschio che fa paura. Chi non lo sa? A pensarci, però, si commette un turpe peccato.
Joan Fuster, Giudizi finali, 1960/68

La vecchiaia comincia quando nella forma del viso si intuisce il teschio.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

Non è una bella cosa far avvicinare un bambino a un contenitore con un teschio e due ossa sopra, perché potrebbe contenere un costume da scheletro e il bambino, indossandolo, potrebbe farti prendere un bello spavento.
Jack Handey (fonte sconosciuta - segnalala ad Aforismario)

Colleziono teschi. Penso che un bellissimo teschio sia davvero un bel regalo per un ragazzo.
Bella Heathcote [1]

Conoscevo i fatti della morte prima di conoscere i fatti della vita. Non c'è mai stato un tempo in cui non abbia visto il teschio sotto la pelle.
P. D. James [1]

Il vero volto della vita è il teschio. 
Nikos Kazantzakis [1]

Nei tempi quando il Cristianesimo era preso sul serio, quelli che volevano impegnarsi per davvero, prendevano per oggetto della loro continua meditazione un teschio. Certamente non si può dire che lo spirito assomiglia a un teschio, perché lo spirito non assomiglia ad alcuna cosa sensibile. Ma il teschio era però il simbolo più significativo.
Søren Kierkegaard, Diario, 1834/55 (postumo 1909/49)

Il teschio non diserta mai la maschera che occhieggia, la vita non è che l'abito a sonagli che il Nulla indossa per tintinnare prima di stracciarselo via di dosso. Che cos'è il Tutto? Nient'altro che il Nulla: esso si strozza da sé, e giù s'ingoia voracemente: ecco a che si riduce la perfida ciarlataneria secondo la quale esisterebbe qualcosa! Se infatti una sola volta lo strozzamento sostasse, il Nulla balzerebbe evidente agli occhi degli uomini, da farli inorridire; i folli chiamano eternità questo fermarsi! – ma no, è proprio il Nulla invece, la morte assoluta – poiché la vita consiste solamente in un ininterrotto morire.
Ernst August Friedrich Klingemann, I notturni di Bonaventura, 1804

Provate a immaginare, se ci riuscite, il teschio della morte che improvvisamente si mette a vivere per esprimere con i quattro fori neri degli occhi, del naso e della bocca, la sua infinita collera, il furore sovrumano d'un demonio e nessuno sguardo nei buchi degli occhi perché, come ho saputo più tardi, i suoi occhi di brace non si vedono che nella notte profonda...
Gaston Leroux, Il fantasma dell'Opera, 1910

I teschi ridono sempre. Sentono ancora il solletico dei vermi.
Marcello Marchesi, Il sadico del villaggio, 1964

Il simbolo più calzante dell'umanità odierna sarebbe quello dei pirati d'un tempo: il teschio.
Alessandro Morandotti, Minime, 1979/80

Via via che passano gli anni, in faccia a ciascuno va sempre più disegnandosi il teschio.
Cesare Pavese, Il mestiere di vivere, 1935/50 (postumo 1952)

La vita è lotta e la lotta è vita è un gioco di parole ma per molti è un principio rivoluzionario ed è un bene. Tanto vale credere che così sia e desiderare bravamente un mercoledì da leone piuttosto che una settimana da pecora. L’idea corsara e fascista di esibire come emblema un teschio e due tibie incrociate è brillante.
Luigi Pintor, Il nespolo, 2001

Mi sfugge il discrimine tra l’essere e il non essere, come quel principe che parlava col teschio.
Luigi Pintor, Il nespolo, 2001

Alcuni, nel vedere un teschio, anziché provar disgusto per le gioie umane, vi si abbandonano con maggiore avidità di piaceri. Quel pezzo del nostro essere sembra consigliar loro di godere follemente i giorni di sole che devono dileguare così presto.
Octave Pirmez, Fogliame, 1862

Quel teschio ebbe una lingua, un tempo, e poteva cantare, ed il [becchino] marrano lo scaraventa per terra come se fosse la mascella di Caino, che commise il primo delitto. Potrebbe essere il cranio di un politicante, questo che il villano ha gettato via, di uno che si sarebbe sentito di ingannare anche Dio!
William Shakespeare, Amleto, 1602

A questo mondo io non vedo che teschi e stinchi. Se una donna mi bacia, io non sento che freddo; se mi sorride, vedo i suoi denti a muoversi senza gengive, minacciando di uscire di bocca; se mi abbraccia, non ho che la sensazione di un corpo stringente e pesante come la creta.
Iginio Ugo Tarchetti, Pensiero, 1867

Quando bacio il tuo labbro profumato, / cara fanciulla, non posso obliare / che un bianco teschio vi è sotto celato. 
Iginio Ugo Tarchetti, Memento, in Disjecta, 1879

Esistono eroi dal cuore d'acciaio e barbe di ghiaccio; ci sono donne che hanno volti di fiori e sorrisi incantevoli, ma anche un teschio può ispirare e far pensare a quanti e quali siano gli atti della commedia umana.
Proverbio cinese

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: CranioTesta - Scheletro e Ossa - Cadavere

Nessun commento: