Jack Kerouac - Le frasi più belle e significative

Selezione di aforismi, frasi e citazioni di Jack Kerouac, nome completo: Jean-Louis Kerouac (Lowell 1922 - St. Petersburg 1969), scrittore e poeta statunitense, considerato uno dei maggiori scrittori statunitensi del XX secolo e padre del movimento beat. Le seguenti frasi di Jack Kerouac sono tratte da alcuni dei suoi libri più noti: Sulla strada (On the Road, 1949), I vagabondi del Dharma (Dharma Bums, 1958), Angeli di desolazione (Desolation Angels, 1965).
Jack Kerouac
Sulla strada
On the Road, 1949 - Selezione Aforismario

– Dobbiamo andare e non fermarci mai finché non arriviamo. – Per andare dove, amico? – Non lo so, ma dobbiamo andare.

Basta seguire la strada e prima o poi si fa il giro del mondo. Non può finire in nessun altro posto, no? 

Che cos'è quella sensazione quando ci si allontana dalle persone e loro restano sulla pianura finché le si vede appena come macchioline che si disperdono?...È il mondo troppo vasto che ci sovrasta, ed è l'addio. Ma noi puntiamo avanti verso la prossima pazzesca avventura sotto i cieli.

Le uniche persone che esistono per me sono i pazzi, i pazzi di voglia di vivere, di parole, di salvezza, i pazzi del tutto e subito, quelli che non sbadigliano mai e non dicono mai banalità ma bruciano, bruciano, bruciano come favolosi fuochi d’artificio gialli che esplodono simili a ragni sopra le stelle e nel mezzo si vede scoppiare la luce azzurra e tutti fanno "Oooooh!". 

La strada è vita.
[The road is life].

Considera un po' questi qua davanti. Hanno preoccupazioni, contano i chilometri, pensano a dove devono dormire stanotte, quanti soldi per la benzina, il tempo, come ci arriveranno... e in tutti i casi ci arriveranno lo stesso, capisci. Però hanno bisogno di preoccuparsi e d'ingannare il tempo con necessità fasulle o d'altro genere, le loro anime puramente ansiose e piagnucolose non saranno in pace finché non riusciranno ad agganciarsi a qualche preoccupazione affermata e provata.

L'amore è un duello. 

L'anonimato nel mondo degli uomini è meglio della fama in cielo.

Le nostre valigie erano di nuovo ammucchiate sul marciapiede, avevamo molta strada da fare. Ma non importava, la strada è la vita.
[Our battered suitcases were piled on the sidewalk again; we had longer ways to go. But no matter, the road is life].

Nessuno sa cosa toccherà a nessun altro se non il desolato stillicidio della vecchiaia che avanza,

Non sapete che Dio è Winnie Pooh?

Per un istante raggiunsi l'estasi che avevo sempre desiderato conoscere: consisteva nell'entrare di netto nelle ombre eterne superando il tempo cronologico e nell'osservare stupefatto da lontano lo squallore del regno mortale, nella sensazione della morte che mi incalzava spingendomi ad andare avanti, con un fantasma alle spalle che la incalzava a sua volta, e correvo verso un trampolino dal quale si tuffavano gli angeli per lo volare nello spazio sacro del vuoto della non-creazione, nel potente e inconcepibile fulgore che si sprigionava dalla luminosa Essenza della Mente, con gli innumerevoli regni dell'oblio che si aprivano nel magico firmamento del paradiso.

Si può sempre andare oltre, oltre – non si finisce mai.

Tutto quello che è stato predicato dai greci in poi è sbagliato. Non si arriva da nessuna parte con la geometria e i sistemi geometrici di pensiero. È tutto qui!

Un dolore mi trafisse il cuore, come succedeva ogni volta che vedevo una ragazza che mi piaceva andarsene in direzione opposta alla mia in questo mondo troppo grande.

Una macchina veloce, l'orizzonte lontano e una donna alla fine della strada.
[A fast car, a coast to reach, and a woman at the end of the road].
La strada è vita. - The road is life. (Jack Kerouac)
Tristessa
Tristessa, 1956

È la peggior sensazione del mondo farsi la morfina da ubriachi, perché sulla fronte si aggroviglia come un macigno e provoca un gran male nella lotta per il dominio in quell'unico terreno ma non vince nessuno perché si sono annullati l'un l'altro, l'alcool e l'alcaloide.

Gli esseri umani seminano il proprio terreno con guai e inciampano nei macigni della loro stessa falsa erronea immaginazione, e la vita è dura. 

I vagabondi del Dharma
Dharma Bums, 1958 - Selezione Aforismario

Un mondo pieno di nomadi col sacco sulle spalle, Vagabondi del Dharma che si rifiutano di aderire alle generali richieste ch'essi consumino prodotti e perciò siano costretti a lavorare per ottenere il privilegio di consumare tutte quelle schifezze che tanto nemmeno volevano veramente come frigoriferi, apparecchi televisivi, macchine, almeno macchine nuove ultimo modello, certe brillantine per capelli e deodoranti e generale robaccia che una settimana dopo si finisce col vedere nell'immondezza, tutti prigionieri di un sistema di lavora, produci, consuma, lavora, produci, consuma,

Con addosso solo le mutandine da bagno, scalzo, con i capelli scarmigliati, nel buio rosso fuoco, sorseggiando vino, sputando, saltando, correndo... così si vive.

Meglio dormire libero in un letto scomodo che dormire prigioniero in un letto comodo. 

Non si può cadere quando si è presi dal ritmo della danza.

La lussuria è la causa diretta della nascita la quale è la causa diretta del dolore e della morte.

«Le belle ragazze scavano la fossa» era la mia frase ricorrente, tutte le volte che mi toccava mio malgrado di girare la testa per guardare le incomparabili bellezze del Messico indiano.

Sono il vuoto, non sono diverso dal vuoto, né il vuoto è diverso da me; in realtà il vuoto sono io. 

Le università non sono altro che scuole di galateo per la non-identità middleclass che normalmente trova la sua migliore espressione fuori dell'università nelle schiere di ville da ricchi con prato e TV in ogni salotto dove tutti guardano la stessa cosa nello stesso momento. 

Tutti prigionieri di un sistema di lavora, produci, consuma, lavora, produci, consuma, ho negli occhi la visione di un'immensa rivoluzione di zaini migliaia o addirittura milioni di giovani americani che vanno in giro con uno zaino, che salgono sulle montagne per pregare, fanno ridere i bambini e rendono allegri i vecchi, fanno felici le ragazze e ancor più felici le vecchie.

Tutto a un tratto ebbi il più terribile impeto di pietà per gli esseri umani, quali che fossero, le loro facce, le bocche dolenti, caratteri, tentativi di essere gai, piccole impertinenze, il sentirsi perduti, le loro cupe e vuote spiritosaggini così presto dimenticate: Oh, a che scopo? Sapevo che il suono del silenzio era dovunque e perciò tutto dovunque era silenzio. E se dovessimo svegliarci all'improvviso e vedere che quel che credevamo questo e quello, non è per niente né questo né quello?

Maggie Cassidy
1959

Quando si è giovani si ha voglia di piangere, quando si è vecchi si ha voglia di morire.

Big Sur
1962 - Selezione Aforismario

L'orrenda certezza di aver per tutta la vita ingannato me stesso pensando sempre che ci fosse qualcos'altro da fare perché lo spettacolo continuasse mentre in realtà sono solo un pagliaccio depresso esattamente come chiunque altro.

Se cerco di girarmi l'universo si gira con me e dall'altra parte dell'universo non va affatto meglio.

Il mare non parla per frasi ma per versi.

Se non scrivo quello che vedo effettivamente accadere su questo globo infelice racchiuso nei contorni del mio teschio penserò che il povero Dio mi abbia mandato sulla terra per niente.

Un problema posto è un problema risolto.

Angeli di desolazione
Desolation Angels, 1965 - Selezione Aforismario

C'è qualcosa di strano quando una persona guida la macchina mentre tutti gli altri sognano con le loro vite affidate alla sua mano ferma, qualcosa di nobile, qualcosa di antico nella sua umanità, una sorta di antica fiducia nel Buon Vecchio Amico.

Come può qualsiasi cosa finire?

Mi dimetto dal tentativo di essere felice.

Nella vita non c'è altro che viverla, e basta. 

Poveri cuori umani che battono dappertutto.

Se non ci può essere amore tra gli uomini che ci sia almeno amore tra gli uomini e Dio.

Tutto andrà per il meglio, la desolazione è desolazione dappertutto e la desolazione è tutto ciò che abbiamo e la desolazione non è poi così male.

Viviamo per desiderare, e cosi farò anch'io, e balzerò giù da questa montagna sapendo tutto alla perfezione o non sapendo tutto alla perfezione pieno di splendida ignoranza in cerca di una scintilla altrove.

Lettere
Forse la vita è questo… un battito di ciglia e stelle ammiccanti.

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni di: William FaulknerErnest HemingwayHenry Miller

Nessun commento: