Vita Sackville-West - Le frasi più belle e significative

Selezione delle frasi più belle e delle citazioni più significative di Vita Sackville-West, il cui nome completo è Victoria Mary Sackville-West, Lady Nicolson (Sevenoaks 1892 - Sissinghurst 1962), poetessa, scrittrice e botanica inglese, nota sia per i suoi scritti (soprattutto quelli sul giardinaggio)  e per la sua relazione tempestosa con Virginia Woolf.
Vita Sackville-West
Passaggio a Teheran
Passenger to Teheran, 1923

Il viaggiatore saggio è quello che è perennemente sorpreso.

Viaggiare è il più personale dei piaceri.
[Travel is the most private of pleasures].

Non c'è niente di più noioso del viaggiatore che ti assilla con i suoi racconti.

La signora scostumata
The Edwardians, 1930

L'amore è una cosa, la virtù borghese un' altra.

Vi sono momenti fastidiosi e momenti piacevoli; e questo, immagino, è il massimo che uno possa mai sperare di dire della vita.

Il diavolo a Westease
Devil at Westease, 1947

Accade spesso nelle nature vili che godano infinitamente della violenza altrui.

La condizione ideale consiste nell'essere serviti mirabilmente, ma da mani invisibili.

Cos'è l'uomo? Dobbiamo considerarlo una macchiolina temporanea e spregevole, formata alla meglio con gli elementi più vili, oppure un meccanismo di altissima e delicatissima complessità. In quest'ultimo caso è proprio nella sua complessità che sta il suo interesse.

Il libro del giardino
Garden Book, 1951-1958

C'è sempre qualcos'altro da fare. Un giardiniere dovrebbe avere nove volte più vite di un gatto.

Il giardinaggio di successo non è necessariamente una questione di denaro, è una questione di amore, gusto e conoscenza.

Il giardinaggio è un'occupazione di lusso, un ornamento, non una necessità della vita.

La cosa più degna di nota riguardo ai giardinieri è che sono sempre ottimisti, sempre intraprendenti e mai soddisfatti. Sono sempre ansiosi di fare qualcosa di meglio di quanto abbiano mai fatto prima.

Nessun giardiniere sarebbe un giardiniere se non vivesse nella speranza.

Sono arrivata alla conclusione, dopo molti anni di esperienze a volte tristi, che non si può arrivare ad alcuna conclusione. 
[I have come to the conclusion, after many years of sometimes sad experience, that you cannot come to any conclusion at all].
Sono arrivata alla conclusione, dopo molti anni di esperienze a volte tristi,
che non si può arrivare ad alcuna conclusione. (Vita Sackville-West)
Lettere
Non penso che capiti spesso un amore come il nostro. Può capitare di provare passione, abitudine, ma davvero non credo che accada spesso di sentirsi legati, saldati, uniti da una mescolanza di passione e abitudine e tenerezza e amicizia e contingenza e ricordi c, soprattutto, di quel sentimento che si chiama amore, che è essenzialmente un senso di appartenenza, di scelta, di sentire che "lui è MIO".
[Lettera ad Harold Nicolson, 1918].

Mi manchi ancor più di quanto credessi: ed ero pronta, a sentire la tua mancanza, e molto. Così, in realtà, questa lettera è solo uno strillo di dolore. E incredibile quanto sei diventata essenziale per me. Suppongo che tu sia abituata a sentirti dire cose del genere. Maledetta te, creatura viziata; non riuscirò a farmi amare di più, da te, scoprendomi così — ma oh mia cara, non posso essere furba e scostante, con te: ti amo troppo, per farlo.
[Lettera a Virginia Woolf, 1926].

Fonte sconosciuta
Selezione Aforismario

È meglio essere molto ambiziosi o piuttosto modesti? Probabilmente quest'ultima cosa è più sicura; ma odio la sicurezza, e preferirei fallire gloriosamente piuttosto che farcela.

La prosa è una povera cosa, povera e inadeguata rispetto alla poesia, che dice molto di più in tempi più brevi.

La serenità dello spirito e la turbolenza dell'azione dovrebbero costituire la somma della vita di un uomo.

Non c'è niente di più bello nella vita che l'unione di due persone il cui amore reciproco è cresciuto negli anni, dalla piccola ghianda della passione alla grande radicata quercia.

Una stanza senza fiori è una stanza senz'anima

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni di: Virginia WoolfIvy Compton-BurnettNatalie Clifford Barney

Nessun commento: