Gustave Thibon - Aforismi, frasi e citazioni

Selezione di aforismi, frasi e citazioni di Gustave Thibon (Saint-Marcel-d'Ardèche 1903-2001), filosofo e scrittore francese, soprannominato "il filosofo contadino" ("le philosophe-paysan").
Gustave Thibon
Il destino dell'uomo
Le destin de l'homme, 1941

Il mistero non è un muro contro cui l'intelligenza si infrange, ma un oceano dove l'intelligenza si perde.

La scala di Giacobbe
L'Échelle de Jacob, 1942

Dio è l'unico amato con il quale si può essere pienamente, miserabilmente sé stessi, con il quale l'amore non ha mai e in alcun modo bisogno di mentire.

Bisogna scegliere: rimanere fiore e appassire, o morire e diventare frutto.
[Il faut choisir: Rester fleur et se faner, ou mourir et devenir fruit].

Il vero amico è colui che sa guardare senza invidia la nostra felicità.

Le cose supreme non fioriscono che al di là della tomba. Ma esse cominciano quaggiù e la loro fragile semenza è nei nostri cuori, e niente fiorisce nel cielo, che non sia prima germogliato sulla terra.

Possa il tuo ideale essere il riflesso della tua anima.

Ritorno al reale
Retour au réel, 1943 - Selezione Aforismario

Definire la libertà come indipendenza nasconde un pericoloso equivoco. Non esiste per l'uomo indipendenza assoluta (un essere finito che non dipenda da nulla, sarebbe un essere separato da tutto, eliminato cioè dall'esistenza).

L'anima nobile si fa un alimento di quelle cose che per l'essere volgare sono veleno.

L'individualismo – l'abbiamo visto anche troppo – è soltanto un rifugio provvisorio; noi non siamo soli; non possiamo astrarci gli uni dagli altri, e, ben prima della suprema uguaglianza della morte, ci trasporta il medesimo destino. Dipende da noi soli il rendere questo comune destino favorevole o nefasto. Se non viviamo insieme, come gli organi di uno stesso corpo, appassiremo e imputridiremo insieme, come quelle foglie senza linfa, così indipendenti le une dalle altre, così individualiste, ma che il medesimo vento d'autunno strappa e rivoltola a suo piacere.

L'uomo non è libero nella misura in cui non dipende da nulla o da nessuno: è libero nell'esatta misura in cui dipende da ciò che ama, ed è prigioniero nell'esatta misura in cui dipende da ciò che non può amare. Così il problema della libertà non si pone in termini di indipendenza, ma in termini di amore.

Molti credono di salire. In realtà evaporano nel vuoto.

La vita non è novità, ma rinnovamento. Innovare, se non è continuare, significa uccidere: il male e la morte sono i soli inizi assoluti permessi all'uomo.

Il rivoluzionario che uccide la tradizione non vale più del fariseo che la perpetua in maniera morta: qui si imbalsama, là si abbandona al forno crematorio, ma, in ambedue i casi, è su di un cadavere che si lavora.
L'amore non è una scintilla effimera, nata dall'incontro di due desideri,
è una fiamma eterna sprigionata dalla fusione di due destini.
(Gustave Thibon)
Diagnosi
Diagnostics, 1945

L'altare sosteneva il prete, il trono il re. Oggi si chiede al re di portare il trono, al prete di sostenere l'altare. Le istituzioni si giustificano agli occhi delle folle solo attraverso il genio o il magnetismo di qualche individuo

Il pane di ogni giorno
Le Pain de chaque jour, 1945

La preghiera per il prossimo è come un aspetto inverso del martirio: la preghiera fa dell'uomo che prega un testimonio, la cauzione di un altro uomo davanti a Dio. Sei più vicino a me di quanto lo sia io stesso, perché sei tra Dio e me.

Pregare per qualcuno è come aderire, al tempo stesso, a Dio e all'uomo, è come realizzare il perfetto equilibrio tra questi due amori.

Quel che Dio ha unito
Ce que dieu a uni, 1946

L'amore della donna è la prova della nostra solitudine. Chi non ha mai sperato in una donna, non sa fino a che punto la sua solitudine è incurabile, vale a dire divina.

L'amore non è una scintilla effimera, nata dall'incontro di due desideri, è una fiamma eterna sprigionata dalla fusione di due destini.

L'uomo maschera di Dio
Notre regard qui manque à la lumière, 1955

L'amore, come la morte, ci proietta al di là del tempo e delle ombre che l'abitano. L'amore è «forte come la morte»: come la morte, è il mezzo per cui «l'uomo si eternizza». Ecco perché chi ha amato in verità non ha più paura della morte; è rassicurato da questa parentela misteriosa tra le due grandi forze che dominano il nostro destino: dal momento che l'amore è morto, bisogna pur che la morte sia amore!

L'unica nobiltà dell'uomo, la sola via di salvezza consiste nel riscatto del tempo per mezzo della bellezza, della preghiera e dell'amore. Al di fuori di questo, i nostri desideri, le nostre passioni, i nostri atti non sono che "vanità e soffiar di vento", risacca del tempo che il tempo divora.

Che m'importa il passato in quanto passato? Non vi accorgete che quando piango sulla rottura di una tradizione, è soprattutto all'avvenire che penso. Quando vedo marcire una radice, ho pietà dei fiori che seccheranno domani per mancanza di linfa. 

Voi sarete come dèi
Vous serez comme des dieux, 1959

Una vittoria è perfetta solo se trasforma il vinto in alleato.

L'ignoranza stellata
L'ignorance étoilée, 1974

L'amore senza eternità si chiama angoscia: l'eternità senza amore si chiama inferno.
[L'amour sans éternité s'appelle angoisse: l'éternité sans amour s'appelle enfer].

L'anima, a differenza del corpo, si nutre della propria fame.

La menzogna è un omaggio alla verità come l'ipocrisia è un omaggio alla virtù.

Lo spirito filosofico consiste nel preferire alle menzogne che fanno vivere le verità che fanno morire.

Essere distaccati da tutto è la prima condizione per non essere indifferenti a niente

L'unico desiderio che sopravvive in me è che la mia morte non assomigli alla mia vita.

Equilibrio e armonia
L'équilibre et l'harmonie, 1976

Conoscere male non è meglio che ignorare tutto.

Una reazione eccessiva è spesso un rimedio peggiore del male.

Fonte sconosciuta
Selezione Aforismario

Abbi poco, sii molto.

Ama ciò che ti rende felice, ma non amare la tua felicità.

Bisogna lavorare in basso, guardando in alto.

Ci sono due categorie di individui che non riesco a sopportare: quelli che non cercano Dio, e quelli che immaginano di averlo trovato.

Dio delude chi non lo conosce abbastanza; le creature deludono ci le conosce troppo.

È più difficile svegliare colui che sogna, che colui che dorme.

Forse è meglio vivere divinamente le cose di questo mondo che vivere le cose divine troppo umanamente.

Il miracolo, coincidenza tra ciò che accade e ciò che è.

La misericordia di Dio scende sempre più in basso della miseria umana.

La verità è spesso una ferita, mai un balsamo.

M'interessa esser superato, piuttosto che seguito.

Non morire è una cosa. Vivere è un'altra.

Per unire gli uomini non serve gettare ponti: bisogna innalzare scale. Chi non è mai salito fino a Dio, non ha mai incontrato veramente il proprio fratello.

Quanti uomini si sono visti rivelati a se stessi dalla semplice lettura di una frase rispondente alle loro confuse attese e aspirazioni!

Tu sogni l'amore eterno, impara dapprima la felicità giorno per giorno; sprona la tua anima a lottare contro il fluire universale. È votato all'eternità solo ciò che resiste nel tempo.

Un amore che vuole solo dare, non è più umano di un amore che vuole solo prendere.

Un uomo è ricco in proporzione alla quantità di cose di cui può fare a meno. 

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni di: Alexandre BarivaultLéon Bloy - Jacques Maritain

Nessun commento: