Rollo May - Le frasi più belle e significative

Selezione di aforismi, frasi e citazioni di Rollo May (Ada 1909 - Tiburon 1994), psicologo e insegnante statunitense. Rollo May è tra i principali autori che hanno contribuito a sviluppare la teoria e la tecnica del counseling.
Rollo May
L'arte del counseling
The Art of Counseling, 1965/89 - Selezione Aforismario

Maggiore è la salute mentale che un individuo acquisisce, maggiore è la sua capacità di plasmare in maniera creativa gli elementi della vita, e di conseguenza, più adeguato diventa il suo potenziale di libertà. Pertanto il counselor [consulente psicologico] che aiuta gli altri a superare una difficoltà di personalità, li aiuta a diventare più liberi.

Compito del counselor è quello di assistere il cliente nella ricerca del suo vero sé e poi di aiutarlo a trovare il coraggio di essere quel sé.

È commovente che quasi tutte le persone siano prigioniere di inutili paure. Le vediamo vivere sotto il peso di fardelli psicologici che le privano della libertà ancor più delle catene del prigioniero. È un truismo dire che molti sviluppano soltanto un terzo, o anche meno, delle loro possibilità. 

Il counselor deve mirare a liberare coloro che si rivolgono a lui, in modo che possano sviluppare il loro sé unico e autonomo e realizzare le proprie potenzialità inutilizzate. 

Il counselor non dovrebbe alleviare la sofferenza del cliente, ma piuttosto orientarla, canalizzandola in maniera costruttiva.

La funzione del counselor è quella di aiutare il cliente a diventare quello che era destinato ad essere

La funzione del counselor consiste nell'aiutare il cliente a trovare quella che Aristotele chiama l’entelechia, l’unica forma, nella ghianda, che la destina a diventare una quercia.

La trasformazione della personalità del cliente non avviene attraverso i consigli... fare counseling e dare consigli sono due funzioni nettamente distinte.

Nel processo del counseling noi non forgiamo ex novo e in maniera globale l'individuo, trasformandolo in un'altra persona; lo sforzo è volto a liberarlo, permettendogli di essere se stesso. Questo significa metterlo in grado di iniziare il lavoro di trasformazione della sua personalità.

Occorre notare che la sofferenza del cliente gioca in favore del superamento dei suoi problemi. Questo significa che il counselor deve usare la rassicurazione con parsimonia. L’ansia del cliente è la sua migliore alleata.

Vedere gli altri attraverso i propri pregiudizi: questa tendenza è il blocco peggiore e più deviante nella personalità del counselor.

Il couselor deve sviluppare quello che Adler chiama il coraggio dell’imperfezione, ovvero la capacità di sbagliare. Il nevrotico coatto che non è disposto a sbagliare deve combattere soltanto su campi di battaglia di secondaria importanza; non c’è da stupirsi se tali persone si preoccupano continuamente dei dettagli: nel loro piccolo mondo infatti non rischiano di fallire. Coraggio dell’imperfezione significa portare i propri sforzi su un campo di battaglia importante, là dove si compiono cose significative e dove il fallimento o il successo diventano questioni relativamente secondarie.

Ciò che caratterizza la personalità è la libertà, l’individualità, l’integrazione sociale e la tensione religiosa… questi sono i quattro principi essenziali della personalità umana.

Ciò che contraddistingue il counselor è una speciale sensibilità alla gente: sensibilità alle speranze, alle paure e alle tensioni della personalità.

È possibile fare ipotesi sul modello di personalità di un individuo soltanto sulla base di una costellazione di molti e diversi fattori: il modo di avvicinarsi, il modo di dare la mano, l’abito, il senso delle distanze, la mimica facciale, il tono della voce, dimenticanze e lapsus, la posizione occupata nella famiglia.

Empatia non significa identificazione delle proprie esperienze con quelle del cliente, come accadrebbe se il counselor dicesse, “Sì, è successo anche a me quando avevo la stessa età.”

Il consiglio lo si può avere per niente, e vale altrettanto.

Noi abbiamo solo il nostro sé con cui vivere e affrontare il mondo. Se non riusciamo a essere noi stessi certamente non possiamo appropriarci di un altro sé, per quanto possiamo desiderarlo. 

Ogni sé è diverso da tutti gli altri, è unico e la salute mentale dipende dall’accettazione di questa unicità

Pochi sono i doni che una persona può fare a un’altra che eguaglino, per ricchezza, il dono della comprensione.

Uno dei principi che regolano l’instaurarsi di un rapporto, riguarda la capacità di utilizzare il linguaggio dell’altro.
Pochi sono i doni che una persona può fare a un’altra che eguaglino,
per ricchezza, il dono della comprensione. (Rollo May)
Amore e volontà
Love and Will, 1969

È un'antica e ridicola abitudine degli esseri umani correre più veloci quando hanno perso la strada.
[It is an old and ironic habit of human beings to run faster when we have lost our way].

L'opposto dell'amore non è l'odio; è l'apatia.

La depressione è l'incapacità di costruirsi un futuro.

Il coraggio di creare
The Courage to Create, 1975

Il coraggio non è l'assenza di disperazione; è, piuttosto, la capacità di andare avanti nonostante la disperazione.

L'intimità richiede coraggio perché il rischio è inevitabile.

La creatività nasce dalla tensione tra spontaneità e limitazioni. Queste ultime, come le sponde di un fiume, costringono la spontaneità nelle varie forme che sono essenziali all'opera d’arte o alla poesia.

Se non esprimi le tue idee originali, se non ascolti il ​​tuo essere, tradisci te stesso.

Fonte sconosciuta
Selezione Aforismario

Il poeta, come l'innamorato, è una minaccia alla catena di montaggio.

L'opposto del coraggio nella nostra società non è la codardia, è la conformità.
[The opposite of courage in our society is not cowardice, it is conformity].

La comunicazione porta alla comunità, ovvero alla comprensione, all'intimità, al mutuo apprezzamento.

La cosa sorprendente dell'amore è che è il modo migliore per conoscere sé stessi.

La creatività scaturisce dalla tensione tra spontaneità e limiti. Questi ultimi, come argini di un fiume, costringono la spontaneità nelle varie forme che sono essenziali all'opera d'arte o alla poesia.

La relazione tra l'impegno e il dubbio non è assolutamente antagonistica. L'impegno è salutare non quando è privo di dubbi ma nonostante i dubbi.

Non si diventa pienamente umani senza dolore.
[One does not become fully human painlessly].

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni di: Carl Rogers - Abraham Maslow - Viktor Frankl

Nessun commento: