Tredicesima - Aforismi, frasi e battute divertenti

Raccolta di aforismi, frasi e battute divertenti sulla tredicesima, in origine conosciuta anche come gratifica natalizia. La tredicesima è una mensilità aggiuntiva erogata nel periodo natalizio come retribuzione ai lavoratori dipendenti di numerosi paesi. In Italia, la tredicesima mensilità è diventata obbligatoria per la prima volta nel 1937, ma soltanto per i lavoratori del settore dell’industria; è stata poi estesa anche alle altre categorie nel 1960. Oggi, la tredicesima viene erogata in busta paga nel mese di dicembre ai lavoratori dipendenti con contratto a tempo determinato o indeterminato, nel periodo antecedente alle festività natalizie.
Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sullo stipendio, gli impiegati e il Natale. [I link sono in fondo alla pagina].
Ti è mai successo? Si chiama "tredicesima": se il tuo cuore non conosce
questa gioia, allora taci, perché i tuoi dèi ti hanno condannato
alla partita IVA. (Checco Zalone)
Tredicesima
© Aforismario

[La tredicesima] è ebbrezza nazionale.
Riccardo Bacchelli [1]

L'anello per noi donne è il simbolo dell'impegno, della fedeltà, dell'amore eterno; per un uomo l'anello è un buco con la tredicesima intorno.
Geppi Cucciari [1]

"Due italiani su tre con la tredicesima pagheranno le tasse". "E il terzo?". "Continua a non pagarle".  
Gianfalco [1]

L'usanza dello scambio dei doni il giorno della nascita di Gesù è da ricercare in quell'antichissimo istituto chiamato "tredicesima".
Eugenio Iodice [1]

Che stanchezza. Non so più cosa sia la tolleranza. Sarà stata la magia del Natale. Eh, sì. D'altra parte sono una donna... E cosa fa una donna durante le feste? Si sfrange l'anima e il corpo. Con una mano ritira la tredicesima e con l'altra paga le bollette, compra i regali ai figli, fa il presepe, addobba l'albero, salda la rata del riscaldamento, sistema le camere per i parenti, fa la spesa, prepara gli agnolotti, compra la stella di Natale per la suocera, corre dalla parrucchiera, fa il pieno alla macchina,
appende il vischio alla porta, cura l'acetone del figlio piccolo che si ammala sempre durante le feste, spedisce gli auguri di Natale ai colleghi del marito, mette a mollo le lenticchie, compra i petardi per il Capodanno e, per non perdere tempo, con una scopa legata al sedere, spazza il parquet. E l'uomo? 'Sto balengo? Si mette il costume rosso e la barba bianca e fa Babbo Natale. Stop.
Luciana Littizzetto, Sola come un gambo di sedano, 2001

La tredicesima è l´arte di arrangiarsi e di allungare il brodo, di tirare il collo al troppo corto e di tagliare le gambe al troppo lungo, di beffare la povertà con le magie superstiziose del numero 13: «dodicesima + uno» la chiamava D´Annunzio.
Francesco Merlo, Il salvadanaio dell'impiegato, su la Repubblica, 2009

La tredicesima è «ebbrezza nazionale» scrisse Riccardo Bacchelli, il piccolo salvadanaio dell'impiegato, la finanza creativa applicata all'economia domestica. Un trucco contabile che però funziona.
Francesco Merlo, ibidem

La tredicesima mensilità è una genialità italiana che non esiste come regola in Francia e Inghilterra, dove ci sono il bonus, il benefit e la gratifica ma non c´è il doppio salario per tutti, non c´è la paga raddoppiata a dicembre. E sarà pure una comica e amara mitologia nazionale, ma, di sicuro, non è un ammiccamento ai signori dell´industria e del consumismo, come ci ha fatto credere la critica marxista. Al contrario è una nevicata di democrazia.
Francesco Merlo, ibidem

È vero che per Luigi Einaudi, - liberale, economista e miliardario – la tredicesima era «uno stipendio comico e immaginario». Ed è vero che per Italo Calvino era una malinconia, la buffa verità della crescita italiana, la fame d´aria del povero che si traveste da ricco, l´ovatta bianca imposta dal Capo del Personale al suo Marcovaldo : «Ehi, tu! Prova un po´ come stai con questa barba. Benissimo! Il Natale sei tu. Vieni di sopra, spicciati. Avrai un premio speciale...». E tuttavia la tredicesima è anche un diritto acquisito a cui gli italiani sono, giustamente, affezionatissimi, ed è, soprattutto, un carattere della nostra identità, come Sanremo, come la mamma, come il Papa e come la pizza.
Francesco Merlo, Il salvadanaio dell'impiegato, su la Repubblica, 2009

La superstizione è meno diffusa di quanto si creda; non ho mai incontrato una persona che avesse rinunciato alla "tredicesima". 
Fritz Muliar [1]

Parte integrante dello stipendio, eppure simbolicamente collocata a parte, in un tempo che non esiste - il tredicesimo mese - la tredicesima sembra avere un ruolo finanziario ibrido nel bilancio dei lavoratori dipendenti e delle loro famiglie. Ci si conta, ovviamente, come parte integrante del salario. Ma la si considera anche come reddito in qualche misura a parte, che serve a coprire spese eccezionali: che si tratti di saldare i debiti o di comprarci i regali di Natale o di pagarsi un viaggio. 
Chiara Saraceno, L' eterna seduzione dello stipendio in più, su la Repubblica, 2009

Ci si può chiedere perché, una volta trasformata in remunerazione obbligatoria, la tredicesima abbia continuato a rimanere tale, una anomalia tutta italiana, invece di essere spalmata sulle dodici mensilità. Anzi, in alcuni contratti di lavoro è stata introdotta una ulteriore mensilità "extra-temporale", la quattordicesima, aprendo una nuova diversificazione nel modo in cui calcolare il salario mensile e annuale. 
Chiara Saraceno, ibidem

Pagata a parte e in un periodo specifico dell' anno, oltre che come "gratifica eccezionale", ancorché attesa e dovuta, la tredicesima si presenta insieme come risparmio forzato e come dedicata a spese straordinarie. A differenza del risparmio individuale, che viene programmato e utilizzato secondo possibilità e scelte, appunto, individuali, la sua entità e utilizzabilità sono fuori dal controllo del singolo.
Chiara Saraceno, ibidem

Dover destinare la tredicesima a pagare le bollette appare quasi più duro, più inaccettabile, che non avere un reddito sufficiente per poter rimanere decentemente a galla durante tutto l' anno, magari anche risparmiando un po'.
Chiara Saraceno, ibidem

Forse da noi si teme non tanto che i lavoratori siano incapaci di risparmiare, ma che, specie se con salari modesti, se non adeguatamente stimolati dall'arrivo di una somma extra tutta in una volta, non si lascerebbero attrarre dai luccichii natalizi. La tredicesima infatti serve non solo a chi la riceve direttamente. Anche il mercato si aspetta che sia denaro speso più liberamente, sotto lo stimolo del clima natalizio.
Chiara Saraceno, L' eterna seduzione dello stipendio in più, su la Repubblica, 2009

Nel pieno della sua rapina del 15 dicembre pensò con nostalgia alla tredicesima.
Maria Luisa Spaziani, Aforismi, 1993

Ripartire dal lavoro come relazione umana e dalla qualità dei prodotti come opera collettiva dovrebbe significare e affermare che il benessere comune nel posto di lavoro è un diritto al pari della tredicesima e delle ferie.
Luca Stanchieri, Come liberarti dagli stronzi, 2010

Appena ricevuta la tredicesima, Fantozzi si è messo in movimento per le compere natalizie. Aveva infilato nella tasca interna della giacca la busta, s'era messo in testa il suo tragico basco e aveva dato il braccio alla signora Pina: meta, i grandi magazzini. Aveva scelto con cura l'ora: le 13,30. Fantozzi si mise al volante della sua utilitaria e disse alla moglie: “Vedi che abbiamo scelto l'ora giusta... le strade sono desert...”. Non finì la frase perché fu travolto da una paurosa onda di piena di utilitarie dirette ai grandi magazzini...
Paolo Villaggio, Fantozzi, 1971

Ti è mai successo? Si chiama "tredicesima": se il tuo cuore non conosce questa gioia, allora taci, perché i tuoi dèi ti hanno condannato alla partita IVA.
Checco Zalone, in Gennaro Nunziante, Quo vado? 2016

A dicembre arriva la festa più importante dell'anno: la tredicesima.
Anonimo

Amore è attendere il suo arrivo come si attende la tredicesima.
Anonimo

Capisci che stai invecchiando quando per le feste di Natale aspetti la tredicesima e non Babbo Natale.
Anonimo

Grazie a me, respirerai un po' di più.
Tredicesima

Note
  1. Fonte della citazione sconosciuta; se la conosci, segnalala ad Aforismario.
  2. Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Stipendio - Impiegati - Natale

Nessun commento: