Gustave de Belvèze - Pensieri, massime e riflessioni

Selezione di aforismi, frasi e citazioni di Gustave de Belvèze (1809-1886), politico e moralista francese. Le seguenti riflessioni del conte di Belvèze sono state tradotte dal francese a cura di Aforismario.
Se l'invidia potesse fissare il sole, vedrebbe solo le sue macchie.
(Gustave de Belvèze)
Pensieri, massime e riflessioni
Pensées, maximes, réflexions, 1876

L'amore è un sentimento servito dagli organi.

L'avversione si accresce di tutti gli sforzi che si fanno per vincerla.
[L'aversion s'accroît de tous les efforts que l'on fait pour la vaincre].

L'egoista vive nell'orizzonte più stretto, ma lo riempie.

L'imprevisto non è l'impossibile: è una carta che è sempre in gioco.
[L'imprévu n'est pas l'impossible: c'est une carte qui est toujours dans le jeu].

La felicità è qualcosa di così vago che siamo ridotti a sognarla.
[Le bonheur est quelque chose de si vague que nous sommes réduits à le rêver].
L'avversione si accresce di tutti gli sforzi che si fanno per vincerla.
(Gustave de Belvèze)
La passione ci persuade sempre di fare i nostri affari e non fa mai nient'altro che i suoi.

Nei paesini e nelle piccole città, fare politica è, nella maggior parte dei casi, solo odio per il prossimo.

Se l'invidia potesse fissare il sole, vedrebbe solo le sue macchie.
[Si l'envie pouvait regarder fixement le soleil, elle ne verrait que ses taches].

Tutto ciò che entra in una piccola mente ne prende le dimensioni.
[Tout ce qui entre dans un petit esprit en prend les dimensions].

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni di: Xavier Forneret 

Nessun commento: