Puerilità - Aforismi, frasi e citazioni

Raccolta di aforismi, frasi e citazioni sulla puerilità (dal latino puer "fanciullo"). Nelle seguenti citazioni, il termine "puerile" è considerato per lo più con valore spregiativo o limitativo per indicare ciò che, in un adulto, rivela immaturità, superficialità o eccessiva ingenuità. Su Aforismario trovi altre raccolte di citazioni correlate a questa sull'immaturità, l'ingenuità, l'infantilismo e la sindrome di Peter Pan. [I link sono in fondo alla pagina].
Spesso ci si rallegra di una puerilità, ed è una cattiveria distruggere questa
gioia che può rendere felice colui che la prova. (Alexandre Dumas figlio)
Puerilità
© Aforismario

Non c'è nessuno più puerile del cinico, perché il cinico crede ancora con tutte le sue forze che il mondo abbia un senso e non riesce a rinunciare alle sciocchezze dell'infanzia tanto che assume l'atteggiamento opposto.
Muriel Barbery, L'eleganza del riccio, 2007

Soffrire è forse qualcosa di puerile, una specie di passatempo senza dignità, voglio dire soffrire per un uomo quando si è donne, per una donna quando si è uomini. Ho proprio paura che questo tipo di dolore non meriti nessun riguardo.
Colette, La nascita del giorno, 1928

Credersi il proprietario di una donna è puerile: una donna non appartiene a nessuno.
Frédéric Dard, Saint-Gengoul, 1945

Chi sono io per comprendere te, o Incomprensibile? Non desidero più, ormai, una saggezza vana e preferisco credere a ciò che dice il mio cuore, e cioè che tu sei il Padre e puoi avere misericordia per la mia anima in cordoglio; e per quanto puerile possa sembrare, voglio credere che il Signore dei mondi ascolti la mia preghiera.
Alexandra David-Néel, Pensieri, 1889-1969

Chi è abituato a pensare solo a ciò che fa sembra puerile a chi è abituato a pensare a ciò che pensa.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

La massima puerilità politica sta nell'attribuire a determinate strutture sociali i vizi inerenti alla condizione umana.
Nicolás Gómez Dávila, Tra poche parole, 1977/92

La puerilità che Isaac Asimov rilevava nelle pseudoscienze si può attribuire anche alla religione: "Se si analizza qualsiasi pseudoscienza, si trova sempre una coperta con cui scaldarsi, un pollice da succhiare, una gonna cui attaccarsi".
Richard Dawkins, L'illusione di Dio, 2006

Spesso ci si rallegra di una puerilità, ed è una cattiveria distruggere questa gioia che può rendere felice colui che la prova. 
Alexandre Dumas (figlio), La signora delle camelie, 1848

Quando la finitezza della condizione umana è percepita come alienazione e non come fonte di senso, si perde qualcosa di infinitamente prezioso in cambio del perseguimento di un sogno puerile.
Jean-Pierre Dupuy, La Marque du sacré, 2009

Forse il successo dell'arte corrente, così antiestetica, dipende da questo: davanti a tale spazzatura, a tale puerilità, chiunque può pensare 'so farlo anch'io, e dunque anch'io sono un artista'.
Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso, 2012

La religione proviene dalla preistoria umana quando nessuno [...] aveva la minima idea di come le cose funzionassero. Essa ci arriva dall'infanzia vociante e timorosa della nostra specie, ed è un tentativo puerile di dare risposta al nostro ineludibile bisogno di conoscenza (e anche di calore, di rassicurazione e di altri bisogni infantili).
Christopher Hitchens, Dio non è grande, 2007

Un bambino che gioca non è puerile.
Johan Huizinga, Homo Ludens, 1938

Se dedicassimo seria attenzione a tutto ciò che di futile, di vacuo e di puerile si dice nelle comuni conversazioni, si proverebbe vergogna di parlare o di ascoltare, e ci si condannerebbe forse a un silenzio perpetuo che, nei rapporti, sarebbe cosa ben peggiore dei discorsi inutili.
Jean de La Bruyère, I caratteri, 1688

Calpesto la vigliaccheria degli uomini, rifiuto ogni consolazione e ogn'inganno puerile, ed ho il coraggio di sostenere la privazione di ogni speranza, mirare intrepidamente il deserto della vita, non dissimularmi nessuna parte dell'infelicità umana, ed accettare tutte le conseguenze di una filosofia dolorosa, ma vera.
Giacomo Leopardi, Dialogo di Tristano e di un Amico, Operette morali, 1827/34

È puerile domandarsi dove vanno le cose e i mondi. In nessun luogo vanno: sono arrivati. 
Maurice Maeterlinck, La vita delle tèrmiti, 1927

Veniamo dal nulla e scompariamo nel nulla, tutto il resto è un coacervo di fantasie puerili. Quel che nel frattempo accade è talvolta meraviglioso ma sempre insensato e privo di uno scopo.
Sándor Márai, Diario 1984-1989 (postumo 1997)

Generalmente ci sentiamo più commossi dal batter dei piedi, dai giochi e dalle moine puerili dei nostri bambini, di quanto lo siamo in seguito di fronte alle loro azioni del tutto consapevoli, come se li avessimo amati per nostro passatempo, come scimmiette, non come uomini.
Michel de Montaigne, Saggi, 1580/88

Un fanciullo per tutta la vita, ciò suona molto commovente, ma è solo un giudizio dato di lontano; visto e sperimentato da vicino, ciò significa sempre: puerile per tutta la vita.
Friedrich Nietzsche, Umano troppo umano II, 1879/80

Uomini profondamente piagati dalla vita hanno gettato il sospetto su ogni allegria come se fosse sempre ingenua e puerile e tradisse un'irrazionalità, alla vista della quale non si potrebbe provare altro che pietà e commozione, come quando un fanciullo prossimo a morire accarezza ancora sul suo letto i propri giocattoli. Tali uomini vedono tombe nascoste e dissimulate in mezzo alle rose; divertimenti, baraonda, musica allegra appaiono loro come la risoluta autosuggestione del malato grave, che vuole sorseggiare ancora una volta, per un attimo, l'ebbrezza della vita. Ma questo giudizio sulla allegria nient'altro è che il suo riverberarsi sul cupo fondo della stanchezza e della malattia: è esso stesso qualcosa di commovente, d'irrazionale, che spinge alla compassione, anzi addirittura qualcosa d'ingenuo e puerile, ma proveniente da quella seconda infanzia che segue la vecchiaia e precorre la morte.
Friedrich Nietzsche, Aurora, 1881

C'è anche qualche puerilità nel gusto della grandezza.
Jean Rostand, Pensieri di un biologo, 1954

Le donne sono adatte a curarci ed educarci nell'infanzia, appunto perché esse stesse sono puerili, sciocche e miopi, in una parola tutto il tempo della loro vita rimangono grandi bambini: esse occupano una specie di gradino intermedio fra il bambino e l'uomo, che è il vero essere umano.
Arthur Schopenhauer, Parerga e paralipomena, 1851

Un solo studio è davvero liberale e fa veramente l’uomo libero: lo studio della saggezza, che è sublime, forte, generoso; gli altri sono sciocchezze puerili.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

Tu certo ricordi che soddisfazione hai provato il giorno in cui, deposto l’abito di fanciullo, hai indossato la toga virile e sei stato condotto nel foro: ora aspettane una maggiore quando avrai deposto anche l’animo di fanciullo e la filosofia ti avrà fatto acquistare la piena maturità spirituale. Fino a questo momento rimane non la puerizia, ma, ciò che è più grave, la puerilità: e in questo è peggiore la nostra condizione, che abbiamo l’autorità dei vecchi e i difetti dei fanciulli, anzi, degli infanti. I fanciulli si spaventano per cose di poco conto, gl’infanti per vane parvenze; noi abbiamo paura delle une e delle altre.
Lucio Anneo Seneca, Lettere a Lucilio, 62/65

La medesima disposizione d’animo che noi abbiamo verso i ragazzi, ha il saggio nei riguardi di tutti, i quali rimangono puerili anche dopo la giovinezza e la vecchiaia.
Lucio Anneo Seneca, La fermezza del saggio, I sec.

Perché svilire la straordinarietà di questo mondo, il suo terribile mistero e la sua crudele bellezza, con idee puerili come quella che lo vorrebbe creato da un dio invisibile e onnipotente?
Giovanni Soriano, Finché c'è vita non c'è speranza, 2010

Chi ha molto osservato il puerile piacere della gente nel coltivare le proprie manie, guarderà alle proprie con indulgenza e ironia. Non lo si sentirà mai tra i dogmatici.
Robert Louis Stevenson, Elogio dell’ozio, 1877

Ogni orgoglio affettato è puerile; se si fonda su meriti supposti, è ridicolo; se su demeriti, è basso: il carattere dei buon orgoglio è di essere sempre al suo posto.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Non accadrà mai che la letteratura e lo spirito critico divengano di dominio di tutto il popolo, senza che si veda subito, nella filosofia e nelle arti, ciò che si osserva nei governi popolari, nei quali non c'è puerilità o capriccio che non abbia il suo luogo e che non trovi fautori.
Luc de Clapiers de Vauvenargues, Riflessioni e massime, 1746

Quando un uomo dice di un gioco che è stupido e puerile, è perché probabilmente sua moglie può batterlo.
Anonimo

Note
Vedi anche aforismi, frasi e citazioni su: Immaturità - IngenuitàInfantilismoSindrome di Peter Pan

Nessun commento: